Durata: 10 – 20 ore (riducibili e modularizzabili)



Scaricare 445 b.
Pagina7/7
14.11.2018
Dimensione del file445 b.
1   2   3   4   5   6   7

Vengono introdotti dal latino moltissimi termini: arbusto, pagina, marittimo, ecc. e nuove parole arrivano da altre lingue. Cominciano ad affermarsi fenomeni che poi diventeranno stabili: l’uso dei pronomi lui e lei come soggetti, la sostituzione sempre più frequente della posizione proclitica (si dice di parola priva di accento che per la pronuncia si appoggia alla parola seguente) delle particelle atone: Vi priego invece di priegovi.

  • Anche nel Cinquecento entrano nella lingua termini latini ma meno numerosi che nel Quattrocento. In questo secolo il lessico risente fortemente dell’influenza della Spagna, della Francia e del contatto con civiltà non europee a seguito delle scoperte geografiche. Molti termini, infatti, arrivano dal francese (massacro, batteria, petardo), moltissimi dallo spagnolo (sfarzo, flotta, azienda) e dalle lingue americane (patata, mais, cacao)



  • Nascono conflitti tra le maggiori città italiane.

    • Nascono conflitti tra le maggiori città italiane.

    • Per l’Italia e l’Europa si apre un’epoca di grande rinnovamento culturale: il Rinascimento.

    • Iniziano i grandi viaggi di esplorazione e si scopre l’America (1492).

    • L’Italia, debole e divisa, diventa preda delle più potenti nazioni europee.



    Pittura: Leonardo, Raffaello e Tiziano diventano un modello per tutta l’Europa.

    • Pittura: Leonardo, Raffaello e Tiziano diventano un modello per tutta l’Europa.

    • Michelangelo Buonarroti è insieme pittore, scultore e architetto.

    • Grandi architetti come Brunelleschi, Bramante rinnovano il volto delle città.

    • L’invenzione della stampa a caratteri mobili a opera di Gutemberg rappresenta una vera e propria rivoluzione culturale.



    Permane l’uso del latino per la composizione di opere dotte e scientifiche.

    • Permane l’uso del latino per la composizione di opere dotte e scientifiche.

    • Nasce la questione della lingua.

    • Compaiono numerose grammatiche e i primi vocabolari.



    Letteratura del Quattrocento: Poliziano (Le stanze per la giostra); Lorenzo de’ Medici (I canti carnascialeschi); Boiardo (Orlando innamorato).

    • Letteratura del Quattrocento: Poliziano (Le stanze per la giostra); Lorenzo de’ Medici (I canti carnascialeschi); Boiardo (Orlando innamorato).

    • Letteratura del Cinquecento: Ludovico Ariosto (Orlando Furioso); Torquato Tasso (Gerusalemme liberata); Niccolò Macchiavelli (Il Principe).



    Fenomeni tipici del Seicento sono la creazione di nuove parole per mezzo di suffissi e prefissi di origine greca o latina (onnivoro, semipubblico) e la comparsa dei composti formati da due aggettivi, il primo dei quali rimane invariabile. Entrano nella lingua molti termini derivati dal latino (sintassi, scheletro, cellula, società, iniezione), dallo spagnolo, soprattutto nella prima metà del secolo (pastiglia, recluta, lazzarone, nostromo, cioccolato) e dal francese (moda, parrucca, dettaglio, tazza, reggimento).

    • Fenomeni tipici del Seicento sono la creazione di nuove parole per mezzo di suffissi e prefissi di origine greca o latina (onnivoro, semipubblico) e la comparsa dei composti formati da due aggettivi, il primo dei quali rimane invariabile. Entrano nella lingua molti termini derivati dal latino (sintassi, scheletro, cellula, società, iniezione), dallo spagnolo, soprattutto nella prima metà del secolo (pastiglia, recluta, lazzarone, nostromo, cioccolato) e dal francese (moda, parrucca, dettaglio, tazza, reggimento).



    L’Italia attraversa un periodo di progressiva decadenza sociale, politica ed economica.

    • L’Italia attraversa un periodo di progressiva decadenza sociale, politica ed economica.

    • Politicamente è soggetta all’egemonia spagnola che fa sentire la sua influenza sull’intera penisola.

    • Un’epidemia di peste colpisce l’Italia settentrionale e meridionale e la guerra dei Trent’anni infuria in Lombardia.



    Sul piano culturale si sviluppa il barocco che impone l’interesse per la ricerca di forme stravaganti e per il gusto della magnificenza.

    • Sul piano culturale si sviluppa il barocco che impone l’interesse per la ricerca di forme stravaganti e per il gusto della magnificenza.

    • In architettura, il gusto barocco si manifesta con la monumentalità delle costruzioni.

    • Grazie a Galileo Galilei si hanno la creazione del metodo sperimentale e la nascita della scienza moderna.



    In poesia il gusto barocco è definito Marinismo.

    • In poesia il gusto barocco è definito Marinismo.

    • Entrano nella lingua molti spagnolismi e francesismi.

    • Nasce il primo organico vocabolario della lingua italiano, quello dell’Accademia della Crusca.



    Poesia barocca:

    • Poesia barocca:

    • Gian Battista Marino

    • Adone

    • Prosa scientifica

    • Galileo Galilei

    • Il Saggiatore

    • Il Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo.

    • Altri autori importanti:

    • Tassoni

    • La secchia rapita

    • Gian Battista Basile

    • Lo cunto de li cunti



    Nel rinnovamento della lingua, sviluppatosi straordinariamente nel Settecento, risulta prevalente l’influenza del francese. L’elenco dei prestiti da questa lingua è lunghissimo e abbraccia diversi settori del vivere quotidiano, della moda, della cucina e della vita commerciale: ghette, cerniera, flacone, coccarda, cotoletta, alcune per la prima volta non italianizzate: toilette, bleu, dessert.

    • Nel rinnovamento della lingua, sviluppatosi straordinariamente nel Settecento, risulta prevalente l’influenza del francese. L’elenco dei prestiti da questa lingua è lunghissimo e abbraccia diversi settori del vivere quotidiano, della moda, della cucina e della vita commerciale: ghette, cerniera, flacone, coccarda, cotoletta, alcune per la prima volta non italianizzate: toilette, bleu, dessert.

    • La presenza del francese in Italia è testimoniata dal fatto che molti termini di quella lingua vengono accolti anche nei vari dialetti, entrano cioè nell’uso del parlato di intere popolazioni e non solo di una parte privilegiata della società.



    In Europa si verifica una profonda trasformazione della società e dell’economia.

    • In Europa si verifica una profonda trasformazione della società e dell’economia.

    • In Inghilterra nasce la Rivoluzione industriale.

    • In Francia, nel 1789 scoppia la Rivoluzione francese.

    • In Italia al dominio spagnolo si sostituisce quello austriaco.



    Nasce un movimento culturale-filosofico detto Illuminismo.

    • Nasce un movimento culturale-filosofico detto Illuminismo.

    • In pittura i veneziani Tiepolo, Canaletto e Guardi, creano quadri di alto valore.

    • Gli architetti Jovara e Vanvitelli costituiscono eleganti e sontuosi palazzi.

    • In ambito musicale Vivaldi, Pergolesi, Cherubini, Cimarosa e Paisiello rendono popolare il melodramma.



    Entrano nella lingua italiana parole e costrutti di imitazione francese.

    • Entrano nella lingua italiana parole e costrutti di imitazione francese.

    • Nasce l’Accademia dell’Arcadia.



    Melodramma: Pietro Metastasio.

    • Melodramma: Pietro Metastasio.

    • Opere filosofiche e politiche: Giambattista Vico e Ludovico Muratori.

    • Poesia: Giuseppe Parini (Il Giorno).

    • Tragedia: Vittorio Alfieri (Antigone, Saul, Oreste).

    • Teatro: Carlo Goldoni (Commedie)



    Nell'Ottocento si sente l'esigenza di una lingua comune a tutta l'Italia e aperta a nuove soluzioni; per esempio si preferisce la forma sciolta al posto del legame enclitico (si cercava al posto di cercavasi) o l'accoppiamento di due sostantivi senza preposizione (scalo merci invece di scalo delle merci).

    • Nell'Ottocento si sente l'esigenza di una lingua comune a tutta l'Italia e aperta a nuove soluzioni; per esempio si preferisce la forma sciolta al posto del legame enclitico (si cercava al posto di cercavasi) o l'accoppiamento di due sostantivi senza preposizione (scalo merci invece di scalo delle merci).

    • I nuovi termini che entrano a far parte della lingua in questo secolo provengono dal latino (sciopero, bacillo, analfabeta, acquario, anestesia), dal francese (pattinare, decollare, furgone, griglia, bullone) e sempre più spesso si aggiungono in forma non italianizzata termini sia francesi (menu, réclame, boxe), sia inglesi (leader, goal, film).



    Le trasformazioni prodotte dalle grandi rivoluzioni cambiano l’assetto economico, politico e sociale dell’Europa.

    • Le trasformazioni prodotte dalle grandi rivoluzioni cambiano l’assetto economico, politico e sociale dell’Europa.

    • Il Congresso di Vienna con la Restaurazione ricostruisce il potere dei vecchi regimi.

    • In Italia si rafforza la coscienza nazionale e inizia la prima fase del Risorgimento.



    Nascono due movimenti culturali: Neoclassicismo e Romanticismo.

    • Nascono due movimenti culturali: Neoclassicismo e Romanticismo.

    • Nella pittura si impone Hayez con la sua opera più celebre: Il bacio.

    • Musica: Giuseppe Verdi è grande autore di melodrammi; altri musicisti rilevanti sono Gioacchino Rossini, Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini.



    Classicisti e romantici disputano sulla lingua da adottare.

    • Classicisti e romantici disputano sulla lingua da adottare.

    • Manzoni propone come modello linguistico il fiorentino parlato.



    Neoclassicismo: Vincenzo Monti

    • Neoclassicismo: Vincenzo Monti

    • Romanticismo: Ugo Foscolo, Giacomo Leopardi, Alessandro Manzoni (I Promessi sposi).

    • Scrittori minori: Silvio Pellico (Le mie prigioni), Massimo D’Azeglio (I miei ricordi), Luigi Settembrini (Ricordanze della mia vita), Ippolito Nievo (Le confessioni di un italiano).

    • Poesia dialettale: Carlo Porta, Giuseppe Gioacchino Belli.



    Nella seconda metà dell'Ottocento, grazie all'intensificarsi dei rapporti tra l’italiano i dialetti e le lingue straniere, il lessico si arricchisce di termini nuovi. Molti di questi riguardano i campi della scienza e della tecnica allora in pieno sviluppo, come ad esempio: evoluzione, psicanalisi, microbo, accumulatore, cinematografo.

    • Nella seconda metà dell'Ottocento, grazie all'intensificarsi dei rapporti tra l’italiano i dialetti e le lingue straniere, il lessico si arricchisce di termini nuovi. Molti di questi riguardano i campi della scienza e della tecnica allora in pieno sviluppo, come ad esempio: evoluzione, psicanalisi, microbo, accumulatore, cinematografo.

    • Dai dialetti entrano nell’italiano bocciare, ramazza dal piemontese; risotto e panettone dal lombardo; mozzarella e camorra dal napoletano; mafia dal siciliano. Tra le lingue straniere è ancora forte l'influenza dei prestiti dal francese, nella forma non italianizzata: coupon, élite, pied-a-terre.

    • Dall'inglese entrano nell'uso della nostra lingua termini come: comfort, humour, film, flirt, snob.

    • Un'importante novità nella lingua italiana riguarda la modifica della sintassi; a questo proposito la stampa, e in particolare i quotidiani, svolgono un ruolo fondamentale. Lo stile agile e telegrafico dei giornali diventa, infatti, un modello di semplificazione del periodo; la struttura classica della frase, fino ad allora eccessivamente ricercata, viene sostituita con una più agile e moderna.



    La crisi negli ideali risorgimentali fa nascere l’esigenza di una nuova politica realistica.

    • La crisi negli ideali risorgimentali fa nascere l’esigenza di una nuova politica realistica.

    • Il compito di condurre l’Italia all’unificazione viene affidato a Cavour.

    • I Savoia, sostenuti dai moderati, frenano le tendenze democratiche più radicali.



    In campo scientifico Darwin elabora la teoria evoluzionistica.

    • In campo scientifico Darwin elabora la teoria evoluzionistica.

    • Nasce il movimento del Realismo, che investe vari settori della cultura: filosofia (Positivismo); letteratura francese (Naturalismo); letteratura italiana (Verismo).



    L’italiano si arricchisce di termini nuovi.

    • L’italiano si arricchisce di termini nuovi.

    • Tra le lingue straniere è ancora forte l’influenza del francese.

    • Lo stile agile e telegrafico dei quotidiani diventa un modello di semplificazione della sintassi.



    Realismo: Giosuè Carducci

    • Realismo: Giosuè Carducci

    • Verismo: Giovanni Verga, Luigi Capuana, Federico De Roberto, Matilde Serao, Grazia Deledda, Renato Fucini, Carlo Collodi, Edmondo De Amicis.

    • Letteratura dialettale: Salvatore Di Giacomo, Cesare Pascarella.



    Entrano a far parte della lingua molti termini legati al progresso scientifico e tecnico, spesso creati grazie a prefissoidi e suffissoidi: radiologia, astronauta, teleobiettivo.

    • Entrano a far parte della lingua molti termini legati al progresso scientifico e tecnico, spesso creati grazie a prefissoidi e suffissoidi: radiologia, astronauta, teleobiettivo.

    • Altre parole vengono dal mondo anglosassone nella forma originale: weekend, nylon. La lingua inglese ormai sta prendendo il sopravvento sul francese a cui si deve ancora qualche voce come: wagon-lit, moquette, dépliant.

    • Le altre lingue sono molto meno presenti; dalla Germania provengono il termine antiquariato e altre parole composte come: tardo-gotico, tardo-romano.

    • Si assestano molti fenomeni della lingua; è il caso dei plurali femminili in -cia e -gia, che fanno -cie e -gie se preceduti da vocale e -ce e -ge se preceduti da consonante (ciliegie/valigie e rocce/logge). Si fissano anche certi accenti: si dice rubrica e non rúbrica, mentre qualche incertezza persiste per salùbre che spesso viene pronunciato salubre. La prima persona dell'imperfetto in -a («io andava») cade definitivamente ed è sostituita con la forma in -o («io andavo»). Nel periodo fascista viene creata con successo una terminologia italiana per il gioco del calcio: calcio di rigore, rete, fuorigioco, terzino.



    I primi anni del Novecento sono caratterizzati da profonde trasformazioni economiche, sociali e politiche.

    • I primi anni del Novecento sono caratterizzati da profonde trasformazioni economiche, sociali e politiche.

    • Tra il 1914 e il 1918 in Europa si combatte la Prima guerra mondiale.

    • In Russia la rivoluzione pone fine al potere degli zar e porta alla nascita del primo stato socialista.

    • La crisi del dopoguerra favorisce la nascita del fascismo (Italia) e del nazismo (Germania).

    • Dal 1939 al 1945 si combatte la Seconda guerra mondiale.

    • Il 2 giugno 1946 l’Italia diventa una repubblica.

    • Ha inizio la guerra fredda tra Unione Sovietica e Stati Uniti. Negli anni successivi alla guerra, l’Italia settentrionale è investita dal boom economico.



    In Europa si afferma la corrente artistico-letteraria del Decadentismo.

    • In Europa si afferma la corrente artistico-letteraria del Decadentismo.

    • Altre correnti letterarie si sviluppano in Italia nella prima metà del Novecento (Crepuscolarismo, Ermetismo, Futurismo).

    • Il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche elabora il mito del superuomo e il medico austriaco Sigmund Freud la teoria relativa all’inconscio.

    • Nell’arte domina lo stile Liberty, uno stile decorativo, che trova espressione in un’ampia gamma di forme artistiche.

    • Nel secondo dopoguerra si sviluppa in Italia il movimento artistico e letterario del Neorealismo



    La lingua italiana della prima metà del Novecento si amplia notevolmente.

    • La lingua italiana della prima metà del Novecento si amplia notevolmente.

    • Nel primo decennio del secolo più della metà della popolazione nelle occasioni formali e ufficiali si esprime nella lingua italiana.

    • Nel dopoguerra l’Italiano si arricchisce di molti termini, introdotti dal cinema, dalle riviste e dall’inglese. La lingua diventa più disinvolta e lo scritto tende ad avvicinarsi al parlato.



    Decadentismo: poesia (Pascoli, D’Annunzio); narrativa (Pirandello, Svevo).

    • Decadentismo: poesia (Pascoli, D’Annunzio); narrativa (Pirandello, Svevo).

    • Crepuscolarismo (Gozzano, Corazzini).

    • Futurismo (Marinetti, Palazzeschi, Soffici, Folgore).

    • Poeti nuovi (Saba, Cardarelli)

    • Neorealismo (Moravia, Vittorini, Pratolini, Levi, Calvino, Fenoglio, Pavese).



    Il formatore consegna un questionario che permetterà ai corsisti di riflettere sull’importanza di proporre ai docenti e nelle classi un percorso di questo tipo. Una valutazione degli apprendimenti deve essere effettuata attraverso la raccolta di più indicatori e richiede l’utilizzo di una gamma di strumenti diversi, scritti e orali, strutturati e non strutturati. Il questionario che segue è pertanto solo una delle tante possibilità.

    • Il formatore consegna un questionario che permetterà ai corsisti di riflettere sull’importanza di proporre ai docenti e nelle classi un percorso di questo tipo. Una valutazione degli apprendimenti deve essere effettuata attraverso la raccolta di più indicatori e richiede l’utilizzo di una gamma di strumenti diversi, scritti e orali, strutturati e non strutturati. Il questionario che segue è pertanto solo una delle tante possibilità.



    Ritieni utile un’attività di questo tipo per migliorare le competenze:

    • Ritieni utile un’attività di questo tipo per migliorare le competenze:

    • Conoscitive?

    • Ho aumentato le mie conoscenze si no

    • Ho imparato parole nuove si no

    • Le so usare si no

    • Linguistico-comunicative?

    • Ho migliorato la mia capacità di utilizzare una pluralità di forme

    • di comunicazione per comprendere si no

    • Per interpretare si no

    • Metodologico-operative?

    • Ho migliorato la capacità di valutare situazioni si no

    • Formulare ipotesi e previsioni si no

    • Sperimentare scelte, soluzioni e procedimenti si no

    • Relazionali?

    • Ho migliorato la capacità di relazionarmi con me stesso/a si no

    • E con gli altri si no

    • Mi sono confrontato, collaborando e cooperando all’interno

    • del gruppo si no



    Materiali Poseidon:

    • Materiali Poseidon:

    • Lo sviluppo della competenza lessicale Rosanna Ducati, LEND

    • Lo sviluppo della competenza semantico-lessicale nella classe plurilingue Stefano Cariani, Rosanna Ducati, Paola Leone, LEND

    • Insegnare e apprendere il lessico in italiano L1/L2

    • Paola Leone, LEND

    • Oltrepagina, Emilia Asnaghi, Lattes

    • Bibliotecatre, Rosanna Bissaca, Maria Paolella, Lattes

    • Oggi ieri oggi, Giuseppe Pittano, Bruno Mondadori

    • Italiano ieri e oggi, G. Liotta, Petrini

    • L’italiano di tutti, Marcello Sensini, A. Mondadori

    • http://it.wikipedia.org/wiki/Prestito_linguistico




    1   2   3   4   5   6   7


    ©astratto.info 2017
    invia messaggio

        Pagina principale