Effetto fotoelettrico esperienze varie


Secondo la teoria ondulatoria, l’ effetto fotoelettrico dovrebbe avvenire per qualsiasi



Scaricare 31.42 Kb.
Pagina2/8
14.02.2020
Dimensione del file31.42 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8
Secondo la teoria ondulatoria, l’ effetto fotoelettrico dovrebbe avvenire per qualsiasi

frequenza della luce incidente, purchè l’ intensità della luce sia sufficientemente grande.

La figura (grafico) dimostra che esiste , per ogni superficie emittente metallica di diversa natura

(litio, sodio, potassio, argento), una caratteristica frquenza di soglia fS.

Per frequenze inferiori a fS scompare l’ effetto fotoelettrico, per quanto intensa sia la luce.



Nel 1905 Einstein propose un’ importante ipotesi sulla natura della luce, cioè che essa si comporta , almeno in certe interazioni, come se la sua energia fosse concentrata in quantità

finite e localizzate detti quanti di luce o fotoni. L’ Energia di un singolo fotone è data da:




Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale