Effetto fotoelettrico esperienze varie



Scaricare 31.42 Kb.
Pagina5/8
14.02.2020
Dimensione del file31.42 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8
h∙fS = φ

che implica che il fotone ha proprio l’ energia sufficiente per estrarre i fotoelettroni, ma non è atta

per dare energia cinetica di fuga.

Se fS il fotone non può rispettare il bilancio energetico: i fotoni, indipendentemente da quanti essi siano, essi hanno energia sufficiente per estrarre fotoelettroni .





  1. L’ assenza di ritardo nell’ emissione è risolta dalla teoria fotonica, perché l’ energia fotonica richiesta è fornita secondo quantità finite concentrate e non è distribuita uniformemente sull’ intera area della sezione ortogonale del fascio, come nella teoria

ondulatoria.

Interpretazione di Einstein dell’ effetto fotoelettrico
Quando venne a conoscenza dei dati di Lenard, Einstein propose una spiegazione dell’ effetto

Fotoelettrico basata sull’ ipotesi di quanto di luce:




  • Un fotone incidente viene assorbito da un elettrone e la sua energia h∙f si trasforma in

energia cinetica K dell’ elettrone.


LESTR, che dipende dalle caratteristiche del metallo. Deve quindi esistere una frequenza minima fmin tale che:



Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale