Estratto dal catalogo



Scaricare 12.57 Kb.
01.06.2018
Dimensione del file12.57 Kb.

ESTRATTO DAL CATALOGO
LETTERA A ED RUSCHA

Paolo Colombo



Sotto molti punti di vista, Torino è quanto di più lontano si possa immaginare da Los Angeles: è una città nebbiosa, malinconica, che presenta tracce di un antico splendore regale e una più recente ricchezza industriale. Costruita sulle fondamenta di un accampamento militare romano, con lunghi corsi perpendicolari e grandi piazze che hanno ospitato parate reali, non ha niente in comune con l’insieme urbano disordinato e democratico fatto di grandi spazi aperti e di canyon che caratterizza Los Angeles.
Torino è una città del Nord – seria come solo il nord di un luogo a sud può essere; per esempio, a me fa pensare a Salonicco, l’archetipica città dei fantasmi. Persino nelle più belle giornate estive, la luce la colpisce diagonalmente; quand’ero bambino, a Torino, la consideravo una luce “triste”. Sentivo che il mio luogo natale era una città invernale, che dava il meglio quando era ammantata di nebbia, pioggia o neve.
Los Angeles ha la luce della Grecia, bianca e accecante nelle giornate di sole, e una vegetazione simile a quella del Mediterraneo: ibisco, cipressi, buganvillea. Ricordo che da bambino desideravo quella luce e quella vegetazione.
Quando ci siamo incontrati, uno dei primi posti che mi hai consigliato di visitare è stato il Museum of Jurassic Technology di Culver City (Los Angeles, CA), non lontano dal luogo in cui si trova oggi il tuo studio.
Ci sono andato, e ho scoperto un mondo non così lontano dai meravigliosi piccoli musei di Torino: l’amore per l’insolito, uno spiccato interesse per i temi antropologici e una predilezione per la cultura materiale. Qualche anno dopo aver visitato un’interessante mostra sulla superstizione, continuo a pronunciare l’espressione “rabbits, rabbits, rabbits” [conigli, conigli, conigli] prima di addormentarmi la sera dell’ultimo giorno del mese, seguita da “hares, hares, hares” [lepri, lepri, lepri] il primo di ogni mese – invocazione che dovrebbe portare fortuna (e, in effetti, lo fa).
Da quel giorno ho iniziato a notare le somiglianze fra il Museum of Jurassic Technology e molte delle istituzioni preferite della mia città natale. Perciò ti ho chiesto di selezionare dai musei di Torino una collezione ideale in rapporto ai temi ricorrenti nel tuo lavoro. Ho pensato che avresti trovato parecchi tesori che ti sarebbero piaciuti.

[…]

18 luglio 2015


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale