Estratto…



Scaricare 33 Kb.
26.01.2018
Dimensione del file33 Kb.

ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DECENTRAMENTO TERRITORIALE


Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 marzo 1997

Art. 1 Principi generali




  1. elemento fondamentale dell'organizzazione del funzionamento del comune di Milano… è costituito dal Decentramento che si articola in:

decentramento politico;

decentramento amministrativo;




  1. il decentramento politico ha la finalità di:

assicurare e promuovere la partecipazione dei cittadini al governo della città metropolitana di Milano


  1. il decentramento amministrativo ha la finalità di attribuire alle zone le attività di erogazione di servizi in modo da creare i presupposti funzionali e organizzativi per una migliore efficacia, efficienza e qualità del servizio erogato.




  1. Per quanto attiene al decentramento amministrativo, la zona si configura come unità "compiuta" di erogazione di servizi … nell'ambito degli indirizzi generali e del budget del Comune di Milano.

Art. 2 Modello organizzativo


Il modello organizzativo delle zone risponde ai seguenti principi:

a) le attività da decentrare sono tutte quelle attività di erogazione di servizi alla cittadinanza che se delegate in modo compiuto alle zone consentono un più puntuale e tempestivo soddisfacimento delle specifiche esigenze della cittadinanza della zona. Non sono decentrabili i servizi di natura interzonale.


Art. 4 Funzioni delle zone
Le funzioni zonali sono distinte in:

  1. funzioni di governo e di amministrazione, comportanti lo svolgimento … di compiti attribuiti e delegati;

  2. funzioni di partecipazione all'attività degli organi e degli Uffici Centrali del Comune …;

  3. funzioni di promozione dell'informazione e della partecipazione dei cittadini a livello di zona.

Art. 11 Diritti e doveri dei consiglieri


I consiglieri hanno pari diritti dei consiglieri comunali per quanto concerne l'accesso agli uffici del Comune, delle sue Aziende ed Enti dipendenti.
Art. 13 Scadenza naturale e scioglimento anticipato del consiglio di Zona


  1. I Consigli di Zona durano in carica quanto il Consiglio Comunale.

Art. 27 Determinazione delle risorse annue delle Zone




  1. le risorse annue complessive (e di budget annui di ogni Consiglio) sono definiti nell'ambito del processo di programmazione e controllo del Comune… Il Consiglio propone annualmente al Consiglio Comunale … la previsione del Bilancio di competenza del Consiglio, ivi compresi gli interventi da inserire nel piano pluriennale degli investimenti.

  2. Nell'ambito del bilancio comunale le zone sono dotate di risorse finanziarie e di personale in quantità commisurata allo svolgimento delle funzioni attribuite e rapportata alle risorse complessivamente disponibili.

  1. E' attribuita al Consiglio la competenza relativa agli appalti nei capitoli assegnati nel rispetto delle direttive fissate dall'Amministrazione Comunale e conformi alla normativa vigente.

Art. 29 Consultazioni obbligatorie




  1. PRG e varianti allo stesso.

Art. 33 Informazione ai cittadini.




  1. Presso ogni Consiglio è istituita un'unità periferica dell'Ufficio Relazione con il Pubblico.

Art. 36 Anagrafe delle associazioni delle zone


Presso ogni zona è depositata copia dell'elenco delle Associazioni di cui all'art. 8 dello Statuto.
Art. 37 Difensore civico
… svolge le funzioni di istituto … anche nei confronti dell'Amministrazione zonale.
Art. 38 Consulte delle zone
Art. 39 Funzioni attribuite e funzioni delegate


  1. I Consigli esercitano le funzioni loro attribuite o delegate dalla legge, dallo statuto e dal presente regolamento.

  1. Alla zona vengono assegnati strumenti e risorse finanziarie, di personale e professionali per il concreto esercizio delle funzioni derivanti dal presente Regolamento.

  2. Alla Giunta Comunale competono le funzioni di indirizzo e coordinamento e i poteri sostitutivi relativamente alle funzioni attribuite o delegate ai Consigli.

Art. 40 Competenze in materie di verde e arredo urbano




  1. Sono attribuite alle zone le funzioni relative alla realizzazione, gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria dei parchi e giardini di esclusivo interesse zonale, delle alberate stradali…;

  2. è attribuita ai Consigli la concessione di orti su aree comunali. Le Zone provvedono alla definizione dei criteri di assegnazione e delle modalità d'uso con apposito regolamento…;

  3. sono attribuiti al Consiglio l'individuazione delle aree, la progettazione, la realizzazione e la manutenzione… dei campi gioco.

Art. 41 Servizi Sociali


Sono attribuite alle zone le seguenti funzioni

  1. osservazione e rilevazione del disagio sociale;

  2. erogazione di assistenza economica a favore di anziani in comprovato stato di bisogno;

  3. assistenza domiciliare per anziani (CADA);

  4. servizi climativi per anziani;

  5. telesoccorso;

  6. gestione e convenzione Centri Socio Ricreativi per anziani, Centri Giovani, Centri Donna, Centri Territoriali Sociali;

  7. gestione campi attrezzati per comunità nomadi…




  1. Nella gestione e nella modalità di ammissione ai servizi la Zona si attiene…alle norme regolamentari e agli standard fissati dall'Amministrazione Comunale-Settore Servizi Sociali.

Art. 42 Turismo, sport, cultura, tempo libero.




  1. Sono attribuite alle Zone le funzioni concernenti:




  1. Istituzione e gestione delle biblioteche di interesse zonale e centri culturali polivalenti.

  2. Organizzazione e promozione, in collaborazione con il settore cultura…,di…mostre, dibattiti, manifestazioni di arti rappresentative e figurative e di produzioni artigianali.

  3. Programmazione e gestione indiretta di spettacoli teatrali, musicali, cinematografici, manifestazioni folcloristiche e spettacolari.

  4. Visite guidate del territorio, monumenti e tradizioni.

  5. Iniziative culturali.

  6. Manifestazioni sportive.

  7. Utilizzo impianti e attrezzature sportive di interesse zonale.

  8. Tempo libero.

Art. 43 Concessioni di suolo pubblico

.


  1. Sono delegate alle zone le concessioni di spazi pubblici relative a:

  1. Edicole per la vendita di giornali e riviste.

  2. Tavoli, vasi fioriere e coperture con tende e ombrelloni.

  3. Chioschi e banchi a posto fisso per la vendita di generi vari.

  4. Circhi equestri, giostre, luna park.

  5. Mercati ambulanti.




  1. Nel caso in cui la Zona non adotti entro 60 gg i provvedimenti di competenza, provvede il settore comunale competente.

  2. Il Presidente, su delega del Sindaco, provvede con propria ordinanza alle concessioni di suolo pubblico relative a manifestazioni, festività rionali, vendita occasionale generi vari.

Art. 44 Lavori pubblici




  1. E' attribuita alle Zone la vigilanza sullo stato manutentivo del patrimonio disponibile e indisponibile.

  2. I Consigli deliberano la manutenzione ordinaria e periodica su edifici scolastici, edilizia comunale e residenziale pubblica, impianti sportivi, uffici comunali, mercati coperti, strade.

Art. 45 Edilizia privata




  1. Sono delegate alle Zone nell'ambito delle disposizioni generali impartite:




  1. Opere di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo

  2. Demolizione.

  3. Occupazioni di suolo mediante deposito di materiali.

  4. Eliminazione barriere architettoniche in edifici esistenti.

  5. Recinzioni e cancellate.

  6. Cambi destinazione d'uso senza opere.




  1. Sono attribuite alle Zone nell'ambito delle direttive emanate la vigilanza e il controllo delle opere edilizie autorizzate dalle stesse Zone.

  2. Sanzioni e segnalazioni all'autorità giudiziaria.

  1. Ai Presidenti sono delegate le funzioni del Sindaco in materia edilizia, di vigilanza e di controllo sull'esecuzione delle opere edilizie di cui sopra e irrogazione sanzioni amministrative.

Art. 46 Commercio e mercati.


1) Sono delegate alla competenza delle zone le licenze commerciali, professionali, sportive e di turismo quando previste, la concessione a parcheggi, la concessione impianti pubblicitari.
Art. 47 Asili nido, scuole materne, attività para ed extrascolastiche


  1. sono attribuite alle zone nell'ambito delle direttive e degli ambiti fissati l'attività inerenti le nomine dei comitati di gestione degli asili nido, scuole materne e le graduatorie zonali dei bambini in lista di attesa. Le attività para ed extrascolastiche di supporto, la refezione scolastica, il diritto allo studio, le ludoteche e la concessione dei locali scolastici.

Art. 48 Trasporto, traffico e viabilità


E' delegata al Presidente la competenza delle ordinanze di viabilità zonale.

Art. 49 Demanio e patrimonio


Sono delegate alle zone le competenze sugli immobili di proprietà comunale di uso privato.
Art. 50 Servizi Civici
Sono delegate alle zone le attività di erogazione dei servizi di certificazione anagrafe, stato civile, rilascio carte d'identità e libretti di lavoro, autenticazioni.
Art. 51 Convenzioni e sponsorizzazioni
Il Consiglio è delegato a deliberare convenzioni.
Art. 52 Rapporti con i comandi di zona della Polizia Municipale
I comandi di zona provvedono ai compiti di istituto in stretta collaborazione con il Presidente della zona.



Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale