Ethan Frome



Scaricare 80 Kb.
04.01.2018
Dimensione del file80 Kb.



AZIENDA DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE – OSPEDALI CIVICO E BENFRATELLI, G.DI CRISTINA, M.ASCOLI PALERMO
CAPITOLATO SPECIALE

COPERTURA ASSICURATIVA DELL'AUTOPARCO


  • SEZIONE RESPONSABILITA’ CIVILE AUTOVEICOLI (R.C.A.)

  • SEZIONE RISCHI ACCESSORI

  • NORME COMUNI ALLE GARANZIE PREVISTE DAL PRESENTE CAPITOLATO

  • ALLEGATO 1 – Elenco mezzi di riferimento

  • ALLEGATO 2 - Sezione infortuni conducente - CONDIZIONI GENERALI DI

ASSICURAZIONE

A.R.N.A.S. OSPEDALI CIVICO E BENFRATELLI, G. DI CRISTINA, M. ASCOLI
CAPITOLATO SPECIALE
COPERTURA ASSICURATIVA DELL'AUTOPARCO
<><><><><><>

Il contenuto del presente capitolato deve intendersi sempre operante e prevalente sulle condizioni generali di assicurazione e/o particolari, che nel testo di polizza siano eventualmente contrastanti.

Copertura assicurativa di tutti gli automezzi dell'Autoparco Aziendale contro i rischi:


  • della Responsabilità Civile Autoveicoli (R.C.A.), in base a quanto disposto dalla Legge n° 990/69 e successive modifiche;

  • dei rischi accessori alla RCA


Sezione Responsabilità Civile Autoveicoli (R.C.A.)

La Società Assicuratrice aggiudicataria dovrà provvedere alla copertura assicurativa di tutti gli automezzi dell'autoparco, contro il rischio responsabilità civile autoveicoli, in base a quanto disposto dalla Legge 990/69 e successive modifiche ed integrazioni.


La garanzia di responsabilità civile auto dovrà essere prestata per tutti i veicoli, con massimale unico di Euro 774,685,35 per sinistro, compresa la garanzia dei terzi trasportati a bordo dei veicoli a qualsiasi titolo e del carico e scarico, e per gli infortuni ai conducenti.

La Società Assicuratrice, anche in deroga alle Condizioni Generali di Assicurazione, rinuncia al diritto di rivalsa nei confronti dell’Amministrazione:


  • nel caso in cui il veicolo sia guidato da persona non abilitata a norma delle disposizione di legge in vigore;

  • nel caso di danni subiti da terzi trasportati, se il trasporto non è eseguito in conformità alle disposizioni di legge vigenti o alle indicazioni della carta di circolazione;

  • nel caso di guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti.

Le superiori deroghe non sono comunque operanti nel caso in cui l’Amministrazione fosse a conoscenza delle situazioni che hanno determinato l’insorgere del diritto all’azione di rivalsa della Società Assicuratrice.
Ai fini della formulazione dell'offerta economica, le Società Assicuratrici partecipanti, oltre al premio annuo complessivo riferito a tutto l’autoparco, dovranno indicare il premio annuo complessivo per ciascun autoveicolo di cui all’allegato elenco, gli estremi della tariffa aziendale utilizzata (ad. esempio: edizione del 01/04/99 - tariffa auto per rischi aziende) e la percentuale di sconto utilizzata sulla tariffa stessa per la formulazione dell’offerta.
La tariffa scontata resterà invariata per l'intero periodo contrattuale.
I premi offerti saranno comprensivi di ogni onere e tassa.
L’offerta dovrà essere sviluppata sulla base dei dati contenuti nell’allegato elenco dei mezzi da assicurare.
All’atto della consegna da parte dell’Amministrazione alla Società Assicuratrice aggiudicataria degli attestati di rischio o altro documento equipollente, per l'attribuzione della classe di merito di appartenenza, quest’ultima procederà al ricalcolo del premio complessivo offerto sulla base delle evidenze degli attestati di rischio o altro documento equipollente. Le differenze attive o passive risultanti dall’anzidetto ricalcolo verranno conteggiate in occasione della stipula del contratto.
L’Amministrazione si riserva nel corso del contratto la facoltà insindacabile di escludere dalla garanzia singoli mezzi precedentemente assicurati.

Sezione Rischi accessori
Definizioni:

Nel testo che segue si intendono :



  • per "Valore Commerciale": il valore del veicolo determinato dalla quotazione Eurotax prontuario giallo, salvo mezzi con allestimento speciale.

  • per “ Incendio”: la combustione, con fiamma, di beni materiali e/o di fuori di appropriato focolare, che può autoestendersi e propagarsi.

  • per “Scoppio”: il repentino dirompersi di contenitori per eccesso di pressione interna di fluidi, non dovuto ad esplosione. Gli effetti del gelo non sono considerati scoppio.

  • Per “Esplosione”: lo sviluppo di gas o vapori ad alta temperatura e pressione, dovuto a reazione chimica che si autopropaga con elevata velocità.

Garanzie prestate:

Premesso che per rischi accessori si intendono le garanzie sopra i mezzi oggetto della presente gara, nonché eventuali altri mezzi di trasporto che in futuro possano essere utilizzati dall’Amministrazione, riferite ai seguenti accadimenti:


  • Incendio, compresa l’azione del fulmine, l’esplosione e lo scoppio anche se non seguiti da incendio;

  • Atti vandalici e dolosi (compresi anche: scioperi tumulti, sommosse, terrorismo o sabotaggio sia sotto forma di danneggiamento da incendio, che da scoppio e/o deflagrazione di ordigni esplosivi e/o altri danni comunque commessi intenzionalmente contro l’Amministrazione, suoi amministratori, rappresentanti e dipendenti);

  • Furto, rapina, estorsione; Sono parificati ai danni di furto e rapina i guasti cagionati al veicolo nella esecuzione del furto o della rapina, consumato o tentato. L'Assicurazione è prestata anche per i danni subiti dal veicolo designato in polizza durante la circolazione abusiva conseguente a furto o rapina.

L’assicurazione ha effetto delle ore 24 del 31/12/2005 per tutti i veicoli riportati nell’allegato elenco dei mezzi da assicurare con riportato “valore mezzi” diverso da zero.


Inoltre l’assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno di richiesta scritta di applicazione dell’Amministrazione verso la Società Assicuratrice limitatamente ad altri eventuali veicoli designati.
E’ ammessa la comunicazione a mezzo telefax.
L’Amministrazione si riserva la facoltà insindacabile di applicare o meno la garanzia rischi accessori sui singoli mezzi Aziendali, di richiedere la variazione delle somme assicurate durante il periodo contrattuale ovvero di escludere completamente dalla garanzia singoli veicoli; gli effetti di tale gestione sulla garanzia avranno efficacia dalle ore 24 del giorno di richiesta di applicazione / variazione / esclusione dell’Amministrazione alla Società Assicuratrice.
Il pagamento del premio relativo alle garanzie rischi accessori applicate dall’Amministrazione avverrà contestualmente a quello della garanzia RCA nei termini indicati nelle norme comuni.
L’esclusione del mezzo per sospensione della garanzia RCA non comporta automaticamente la sospensione della presente garanzia rischi accessori.
Determinazione e pagamento dell’indennizzo:

- Danno totale - In caso di perdita totale del veicolo avvenuta entro sei mesi dalla data di prima immatricolazione, l'Impresa risarcirà un indennizzo pari al prezzo di acquisto risultante dalla relativa fattura per i veicoli di proprietà, mentre per i veicoli locati in Leasing o altre forme di noleggio, verrà risarcito un importo pari all'ammontare del valore di fornitura certificato dal Locatario o dall’Assicurato.

In caso di perdita totale del veicolo avvenuta oltre sei mesi dalla data di prima immatricolazione, l'Impresa rimborserà, il valore commerciale del veicolo al momento del sinistro con il massimo della somma assicurata.

Si considera pure perdita totale il caso in cui le spese di riparazione, sommate all’importo realizzabile del relitto, raggiungano o superino il valore commerciale dello stesso al momento del sinistro.

- Danno parziale (senza degrado) - I danni parziali saranno rimborsati all'Assicurato a riparazione avvenuta su presentazione di regolare fattura, in misura pari alle spese sostenute per la riparazione degli stessi; le parti non riparabili e perciò sostituite con parti nuove, saranno rimborsate senza tenere conto del degrado d’uso dovuto a vetustà ad eccezione del motore, delle parti meccaniche soggette a normale usura, pneumatici, accumulatori e batterie, a cui sarà applicabile una riduzione massima per materiali di nuova fornitura non superiore a multipli del 10% per ogni anno dalla data di prima immatricolazione del veicolo rispetto alla data del sinistro, con il massimo del 50% per i sinistri occorsi successivamente.

Il pagamento dell'indennizzo è eseguito, in lire italiane, presso la sede dell'Impresa, entro 15 giorni dalla data della liquidazione, sempreché l'Assicurato abbia prodotto copia della denuncia di sinistro presentata all'Autorità Competente ed inoltre, in caso di furto senza ritrovamento del veicolo, sia fatto pervenire all'Impresa, la scheda di perdita di possesso e l'estratto, cronologico generale rilasciato dal P.R.A. (Pubblico Registro Automobilistico).

L'Impresa, rinuncia a vincolare il pagamento dell’indennizzo alla preventiva esibizione del certificato di chiusa istruttoria, ferma la facoltà di richiederlo all’Amministrazione successivamente al pagamento stesso.
Rinuncia al diritto di surroga:

L'Impresa dichiara di rinunciare all'esercizio predetto soltanto ove responsabili dei danni subiti dal veicolo descritto in polizza siano persone trasportate sul veicolo assicurato o il Conducente del veicolo stesso e l’Amministrazione non abbia intrapreso nei loro confronti azione di rivalsa.


Disposizioni varie

Nell’offerta, oltre al premio annuo complessivo riferito a tutto l’autoparco, l’Impresa assicuratrice dovrà indicare il premio complessivo annuo per ciascun autoveicolo ed anche i tassi di premio in promille applicati sulle somme assicurate, che resteranno invariati per tutta la durata contrattuale. Sia l’offerta economica che i tassi di premio in promille dovranno essere comprensivi delle imposte di legge attualmente in vigore.

La formulazione della suddetta offerta economica deve essere riferita a tutti i mezzi dell’autoparco indicati nell’allegato elenco, nonché eventuali altri mezzi di trasporto che in futuro possano dallo stesso essere utilizzati e che siano assicurabili nella sezione R.C.A.

L’impresa assicuratrice si impegna a riconoscere congruo per tutta la durata dell’assicurazione il valore assicurato, comprensivo degli accessori - anche fonoaudiovisivi - e degli allestimenti speciali installati a bordo degli automezzi, come da somme indicate in elenco; l’assicurazione non dovrà prevedere ne scoperti ne franchigie.

Ad ogni scadenza annuale, l’Amministrazione si riserva la facoltà insindacabile di applicare o meno la garanzia rischi accessori sui singoli mezzi, ovvero di richiedere la variazione delle somme assicurate.
<><><><><><>
Sezione infortuni conducente, per eventi non coperti da Assicurazione obbligatoria INAIL.

L’offerta dovrà essere sviluppata sulla base del numero dei veicoli identificati nell’allegato elenco iniziale di riferimento.


Per tale fattispecie di garanzia nell’offerta dovrà, inoltre, essere indicato il tasso di premio annuo in pro mille, comprensivo di imposte di legge, applicabile sui seguenti capitali assicurati pro capite:

- per il caso di Morte € 103.291,38

- per il caso di Invalidità Permanente € 103.291,38

- diaria giornaliera da ricovero per infortunio € 25,82



per l’assicurazione degli infortuni del conducente - assicurato in forma anonima - alla guida di ogni mezzo aziendale di cui all’elenco iniziale di riferimento, nonché di ogni eventuale altro mezzo di trasporto che in futuro possa dalla stessa Amministrazione essere utilizzato ed assicurabile per la R.C.A. ai sensi della legge 990/69.
E’ ammesso diversificare gli anzidetti tassi di premio annuo per tipologia di mezzo di trasporto.
I tassi di premio in promille resteranno invariati per l'intero periodo contrattuale.
Le Condizioni Generali di Assicurazione relative alla presente sezione sono quelle riportate nell’allegato 2).
NORME COMUNI ALLE GARANZIE PREVISTE DAL PRESENTE CAPITOLATO
Qualora nel corso del rapporto contrattuale si verifichino variazioni al numero dei mezzi, l'Amministrazione provvederà a comunicare, anche a mezzo telefax, alla Società Assicuratrice aggiudicataria le avvenute alienazioni, integrazioni o sostituzioni, indicando, in questi ultimi casi, le caratteristiche del nuovo veicolo.
All’uopo la Società Assicuratrice aggiudicataria provvederà all’emissione di una nuova polizza, liquidando il premio sulla base della tariffa offerta e conteggiando l’eventuale premio pagato e non goduto sul nuovo premio o rateo di premio al 31/12/2006. Resta fermo che le nuove polizze emesse in corso di contratto, cesseranno automaticamente al 31/12/2006.
E’ ammessa la sospensione della garanzia.
In caso di alienazione del mezzo con demolizione o radiazione dal P.R.A. è dovuto il rimborso del premio imponibile pagato e non goduto.
La Società Assicuratrice si impegna ad espletare la ricezione delle denunce di sinistro curandone il ritiro presso il domicilio del Servizio Tecnico dell’Amministrazione e dandone alla stessa opportuna ricevuta.
Limitatamente ai sinistri R.C.A. gestiti in regime di accordi convenzionali e/o di accordi associativi fra Imprese assicuratrici, nonché per tutti quelli relativi alle altre sezioni, se non diversamente richiesto dall’Amministrazione, le operazioni di accertamento del danno da parte della Società assicuratrice dovranno avvenire nelle sedi aziendali di comune intesa con il Servizio Tecnico dell’Amministrazione, così come la loro liquidazione ai fini della determinazione dell’indennizzo ed il loro materiale pagamento.
La Società Assicuratrice si riserva di far eseguire la perizia del veicolo danneggiato entro cinque giorni dalla data di ricezione della comunicazione del sinistro e solo trascorso tale periodo, è data facoltà all'Assicurato di provvedere direttamente alle riparazioni dandone comunicazione scritta alla Società Assicuratrice. E' data inoltre facoltà all'Assicurato di far eseguire immediatamente le riparazioni di prima urgenza, necessarie per portare il veicolo danneggiato nella rimessa o nell'officina più vicina; l'Amministrazione ha però l'obbligo di conservare le tracce ed i resti del sinistro fino all'accertamento del danno da parte della Società Assicuratrice.
Per quanto attiene alle denunce di incidente o di sinistro, anche solo in via cautelativa, la Società Assicuratrice aggiudicataria sarà tenuta, di volta in volta, a comunicare all’Amministrazione l'esito finale della relativa pratica ai fini dell'eventuale variazione delle “classi di merito" dei mezzi e del diritto dell'Azienda al risarcimento anche parziale del danno nel caso in cui il sinistro si sia concluso con l'ammissione di un concorso di colpa.
In deroga delle Condizioni Generali e/o Norme che regolano l'Assicurazione in merito alla denuncia di sinistro ed agli obblighi dell'Assicurato, si conviene che il termine utile per la denuncia dei sinistri viene elevato da tre a quindici giorni, fermo restando quanto previsto per i sinistri di notevole gravita'.
Alla fine del periodo assicurativo la compagnia comunicherà il rapporto sinistri a premi afferenti i danni accaduti nel corso dello stesso periodo (numero e importo globale dei sinistri pagati, riservati, e senza seguito rispetto ai premi pagati dalla contraente nello stesso periodo e per gli stessi rischi).
La durata del contratto è fissata in anni UNO naturale, successivo e decorrente dalle ore 24 del 31/12/2005 con le dovute eccezioni segnate a fianco di ciascun autoveicolo, nell’allegato elenco, purché per tutti la scadenza venga uniformata al 31/12/2006. Non occorre disdetta fra le Parti. Fermo quanto sopra è facoltà dell’Amministrazione di chiedere alla Società Assicuratrice la proroga temporanea del contratto per la durata di tre mesi, in corrispettivo del solo rateo di premio determinato in base alla tariffa scontata del contratto scaduto e senza alcuna maggiorazione e/o sovrappremio per la durata temporanea della garanzia.
Il pagamento del premio, contro rilascio di quietanze emesse dalla Direzione dell'Impresa che devono indicare la data del pagamento e recare la firma della persona autorizzata a riscuotere il premio, avverrà entro 30 (trenta) giorni dalla data di stipula del contratto. Il pagamento deve essere eseguito presso l’Impresa o secondo le modalità concordate con la stessa.. Gli stessi termini di pagamento saranno osservati in caso di nuove polizze emesse in corso di contratto.
In caso di rimborso di premio a favore dell’Amministrazione, l’Impresa dovrà provvedere entro 30 (trenta) giorni dalla data di comunicazione della variazione.
Per la garanzia R.C.A., l’Impresa dovrà rendere disponibili i contrassegni ed i certificati di assicurazione entro cinque giorni lavorativi dalla comunicazione di aggiudicazione, presso il domicilio dell’Azienda Ospedaliera di Palermo – AREA AFFARI GENERALI UNITA' OPERATIVA CONTRATTI ED ASSICURAZIONI, e dovrà garantire il rilascio immediato degli stessi in caso di deterioramento, smarrimento, perdite in genere, sostituzione del veicolo o nuove inclusioni mediante agenzia ubicata nel territorio comunale di Palermo, fermo restando che è fatto obbligo all’Impresa il recapito a proprio costo di detti documenti presso l’Amministrazione.
In caso di controversie di natura amministrativa e/o contrattuale connesse al presente appalto, il Foro competente e quello di Palermo.
Si allega elenco dei mezzi in dotazione di riferimento composto di numero 1 foglio come fornito, che forma parte integrante del presente capitolato (allegato 1).

Dopo la celebrazione della gara, l’Amministrazione - ai fini della effettiva gestione del servizio - si riserva di produrre alla Società Assicuratrice aggiudicataria un elenco mezzi aggiornato entro tre giorni lavorativi dalla data di aggiudicazione , qualora dovessero essere intervenute variazioni.

Sulla base di quanto sopra la Società Assicuratrice aggiudicataria provvederà al calcolo del premio anticipato di prima rata, applicando le tariffe, i tassi ed i premi dichiarati in sede di offerta.

Per quanto non previsto dal presente capitolato speciale e nel bando di gara si rimanda alle leggi vigenti in materia di assicurazione, di pubblici appalti, nonché alle norme generali che regolano la materia dei contratti.



ALLEGATO 2
Sezione infortuni conducente
CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE
DEFINIZIONI

(in ordine alfabetico)




  • ASSICURATO - Persona per la quale è prestata l'assicurazione.

  • CONTRAENTE- la persona fisica o giuridica che stipula il contratto di assicurazione, denominato altresì “Amministrazione”;

  • DECORRENZA - Data dalla quale entra in vigore la garanzia assicurativa.

  • INDENNIZZO - Somma dovuta dalla Società Assicuratrice in caso di sinistro.

  • INFORTUNIO - Evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna, che produca lesioni corporali obiettivamente constatabili.

  • SOCIETÀ ASSICURATRICE - Società assicuratrice con la quale è stata stipulata la polizza.

  • PREMIO - Somma dovuta dal Contraente alla Società assicuratrice .

  • RISCHIO - Probabilità che si verifichi il sinistro.

  • SCADENZA - Data dalla quale cessa la garanzia assicurativa.

  • SINISTRO - Verificarsi del fatto dannoso per il quale è prestata l’assicurazione.

  • DIARIA DA RICOVERO - Indennità giornaliera riconosciuta in caso di ricovero in istituto di cura.

  • ISTITUTO DI CURA - Ospedale, clinica o casa di cura, pubblica o privata, regolarmente autorizzata all'erogazione dell'assistenza ospedaliera, che sia permanentemente sotto la direzione e il controllo di un medico, che disponga di adeguate attrezzature diagnostiche e terapeutiche, che svolga l'attività secondo metodi scientifici riconosciuti e sulla base di documentazione clinica completa.

  • RICOVERO - Degenza comportante pernottamento in istituto di cura regolarmente autorizzato a fornire assistenza sanitaria ospedaliera.

CAPITOLO 1

Norme che regolano l'assicurazione in generale
Art. 1.1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio - Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente o dell'Assicurato relative alle circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio, possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all'indennizzo e la stessa cessazione dell'assicurazione ai sensi degli articoli 1892, 1893 e 1894 del Codice Civile.

Il Contraente o l'Assicurato sono esonerati dalla comunicazione, all’atto della stipula della presente polizza, dello stato di salute, di precedenti infortuni, di eventuali menomazioni e di invalidità preesistenti riferite alle persone assicurate.


Art. 1.2 - Altre assicurazioni - Il Contraente o l'Assicurato sono esonerati dalla comunicazione, all’atto della stipula della presente polizza, dell’esistenza di altre assicurazioni.
Art. 1.3 - Applicazione delle garanzie -

L’assicurazione ha effetto delle ore 24 del 31/12/2005 per il conducente di tutti i mezzi riportati nell’allegato elenco iniziale di riferimento.

Inoltre l’assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno di richiesta scritta, dell’Amministrazione verso l’Impresa, di applicazione dell’assicurazione sul conducente di altri eventuali veicoli designati.

Il pagamento del premio relativo alle garanzie accessorie applicate dall’Amministrazione avverrà nei termini indicati nelle norme comuni.

L’esclusione del mezzo dalla garanzia RCA comporta automaticamente la relativa esclusione della garanzia infortuni conducente.

E’ ammessa la comunicazione a mezzo telefax.


Art. 1.4 - Assicurazione per conto altrui - Poiché la presente assicurazione è prestata per conto altrui, gli obblighi derivanti dalla polizza devono essere adempiuti dal Contraente, salvo quelli che per loro natura non possono essere adempiuti che dall’Assicurato, così come disposto dall'articolo 1891 del Codice Civile.
Art. 1.5 - Oneri fiscali - Gli oneri fiscali relativi all'assicurazione sono a carico del Contraente, fatto salvo quanto indicato nel bando di gara.

CAPITOLO 2

Norme che regolano la garanzia
Art. 2.1 - Oggetto dell'assicurazione

La presente garanzia si intende prestata per gli infortuni del conducente - assicurato in forma anonima - alla guida dei mezzi aziendali di cui all’elenco iniziale di riferimento, nonché di eventuali altri veicoli a motore che in futuro possano dalla stessa Amministrazione essere utilizzati.

Qualora nel corso del rapporto contrattuale si verifichino variazioni al numero ed alle caratteristiche dei mezzi, l'Amministrazione provvederà a comunicare tempestivamente alla Società Assicuratrice aggiudicataria le avvenute alienazioni, integrazioni o sostituzioni.

In relazione alle suddette variazioni la garanzia, avrà effetto dalle ore 24 del giorno in cui è avvenuta la comunicazione alla Società Assicuratrice.

E’ ammessa la comunicazione a mezzo telefax.

All’uopo la Società Assicuratrice aggiudicataria provvederà a ridurre il premio in corso per gli autoveicoli alienati e ad integrarlo per i nuovi mezzi immessi in servizio.

In tutti i casi l'assicurazione vale per gli infortuni che l'Assicurato, nell’espletamento dei suddetti incarichi e/o per i suddetti servizi per conto dell’Amministrazione, subisca in conseguenza:


  1. di un incidente di circolazione occorso al mezzo identificato nell’elenco di riferimento ovvero quello di proprietà utilizzato per missione o per adempimenti di servizio esterno;

  2. di altri eventi strettamente connessi con la circolazione dello stesso;

  3. dello svolgimento di attività di fortuna sul mezzo, per la ripresa della marcia a seguito di fermata per rotture o guasti improvvisi verificatisi durante la circolazione.


Art. 2.2 - Somme assicurate - Le somme assicurate per ogni persona sono:

  • per il caso di morte € 103.291,38;

  • per il cado di invalidità permanente € 103.291,38;

  • diaria giornaliera da ricovero per infortunio (Art.2.7) € 25,82.


Art. 2.3 - Rischi compresi - Sono compresi in garanzia:

  1. l’annegamento;

  2. la folgorazione;

  3. l'assideramento e il congelamento;

  4. gli infortuni derivanti da tumulti popolari o da atti di terrorismo, vandalismo, attentati, a condizione che l'Assicurato non vi abbia preso parte attiva;

  5. gli infortuni derivanti da imperizia, imprudenza o negligenza anche grave;

  6. gli infortuni subiti in stato di malore, di incoscienza o conseguenti a colpi di sonno;

  7. l'asfissia non di origine morbosa;

  8. i colpi di sole, di calore o di freddo;

  9. le lesioni determinate da sforzi, esclusi gli infarti e le ernie;

  10. gli infortuni conseguenti a influenze termiche ed atmosferiche.


Art. 2.4 - Garanzia caso Morte - L'indennizzo per il caso morte è dovuto se la morte stessa si verifica - anche successivamente alla scadenza della polizza - entro due anni dal giorno dell'infortunio.
Art. 2.5 - Garanzia Invalidità Permanente - L'indennizzo per il caso di invalidità permanente è dovuto se l'invalidità stessa si verifica - anche successivamente alla scadenza della polizza - entro due anni dal giorno

dell'infortunio.

L’indennizzo per invalidità permanente parziale è calcolato sulla somma assicurata per l’invalidità permanente totale, in proporzione al grado d’invalidità accertata secondo i criteri e le percentuali indicate nella tabella di cui all’allegato 1 del D.P.R. 30 Giugno 1965 n° 1124 e successive modifiche intervenute fino alla data di stipulazione del contratto, con rinuncia da parte della Società Assicuratrice all’applicazione della franchigia relativa prevista dalla legge.

Nei casi di mancinismo le percentuali di invalidità previste per l’arto superiore destro e la mano destra, valgono per l’arto superiore sinistro e la mano sinistra e viceversa.

Se la lesione comporta una minorazione, anziché la perdita totale, le percentuali sopra indicate vengono ridotte in proporzione alla funzionalità perduta.

Nei casi di invalidità permanente non specificati nella tabella di cui sopra, l’indennizzo è stabilito in riferimento alle percentuali dei casi indicati, tendo conto della diminuita capacità generica lavorativa, indipendentemente dalla professionale dell’Assicurato.

La perdita totale, anatomica o funzionale, di più organi o arti comporta l’applicazione di una percentuale d’invalidità pari alla somma delle singole percentuali dovute per ciascuna lesione, con il massimo del 100%.
Art. 2.6 - Delimitazioni ed esclusioni - Non sono compresi nell'assicurazione gli infortuni causati:


  1. dalla guida del mezzo da parte di persona non abilitata a norma delle disposizioni in vigore al momento del sinistro;

  2. dalla guida del mezzo da parte di persona che si trovi, al momento del Sinistro, in stato di ubriachezza o sotto l'influenza di psicofarmaci, stupefacenti o allucinogeni;

  3. dalla guida del mezzo da parte di allievo guidatore non munito della prescritta autorizzazione e non affiancato da persona abilitata;

  4. dall'uso illecito del mezzo o comunque dall'uso del mezzo contro la volontà del proprietario;

  5. dalla partecipazione a competizioni non di regolarità pura ed alle relative prove o allenamenti;

  6. da guerra, insurrezioni;

  7. da movimenti tellurici, eruzioni vulcaniche;

  8. da trasformazioni o assestamenti energetici dell’atomo, naturali o, provocati, e da accelerazioni di particelle atomiche (fissione e fusione nucleare, isotopi radioattivi, macchine acceleratrici, raggi X, ecc.).


Art. 2.7 - Limiti di età - L'assicurazione vale per le persone di età non superiore ai 75 anni.
Art. 2.8 - Persone escluse dalla garanzia - L'assicurazione non vale, indipendentemente dalla concreta valutazione dello stato di salute, per le persone affette da alcolismo, tossicodipendenza, o dalle seguenti infermità mentali : sindromi organiche cerebrali, schizofrenia, forme maniaco-depressive o stati paranoidi.
Art. 2.9 - Garanzia Diaria da Ricovero - Se in conseguenza di un evento indennizzabile ai sensi di polizza l'assicurato viene ricoverato in istituto di cura, la Società Assicuratrice liquida una diaria, per ciascun giorno di ricovero, pari ad € 25,82, per la durata massima di 180 giorni, anche non consecutivi, da quello dell'infortunio.

La diaria di cui sopra viene liquidata dietro presentazione di copia della cartella clinica completa.

L'indennizzo per diaria da ricovero è cumulabile con quelli dovuti per morte, invalidità permanente. In caso di disaccordo tra le parti, vale il disposto dell'Art. 4.5 - Modalità di valutazione del danno.

CAPITOLO 3

Estensioni di garanzia
Art. 3.1 - Chirurgia ricostruttiva - Qualora l’Assicurato a seguito di un infortunio indennizzabile a termini di polizza abbia riportato conseguenze di carattere estetico che, pur non comportando un’invalidità permanente, provochino sfregi e/o deformazioni, la Società Assicuratrice rimborserà le spese sostenute per interventi di chirurgia ricostruttiva, sino a un importo pari al 2% della somma assicurata per il caso di invalidità permanente totale.
Art. 3.2 - Supervalutazione invalidità permanente causata da infortunio - Qualora l’invalidità permanente conseguente ad infortunio, indennizzabile a termini di polizza, sia pari almeno al 50% (valutata in base alla tabella allegato n° 1 del D.P.R. del 30/06/1965 n° 1124 e secondo quanto esposto all’Art. 4.2 - Criteri d’indennizzabilità), verrà corrisposto un indennizzo pari al 100% del capitale assicurato per il caso di invalidità permanente totale.
Art. 3.3 - Rinuncia al diritto di rivalsa - La Società assicuratrice rinuncia a favore dell'Assicurato e dei suoi aventi causa, al diritto di surroga che le compete ai sensi dell'articolo 1916 del Codice Civile verso i terzi responsabili.
Art. 3.4 - Estensione territoriale - L'assicurazione vale per il mondo intero.

CAPITOLO 4

Norme che regolano la modalità di liquidazione dei sinistri
Art. 4.1 - Procedure in caso di sinistro - In caso di sinistro deva essere dato avviso scritto all'agenzia cui è assegnata la polizza oppure alla Società assicuratrice, entro 30 (trenta) giorni da quando se ne è avuta conoscenza, ai sensi dall'articolo 1913 del Codice Civile.

L'inadempimento di tale obbligo può comportare la perdita totale o parziale dal diritto all'indennizzo ai sensi dell'articolo 1915 dal Codice Civile.

La denuncia dal sinistro deve contenere l'indicazione dal luogo, giorno, ora e causa dell'evento e deve essere seguita, al massimo entro 10 giorni, da certificato medico. Il decorso delle lesioni deve essere documentato da ulteriori certificati medici.

L'Assicurato o, in caso di decesso, i beneficiari o gli eredi, devono consentire alla Società assicuratrice le indagini e gli accertamenti necessari.


Art. 4.2 - Criteri di indennizzabilità -

La Società Assicuratrice corrisponde l'indennizzo per le conseguenze dirette ed esclusive dell'infortunio. Se al momento dell'infortunio, l'Assicurato non è fisicamente integro e sano, sono indennizzabili soltanto le conseguenze che si sarebbero comunque verificate, qualora l'infortunio avesse colpito una persona fisicamente integra e sana. In caso di perdita anatomica o riduzione funzionale di un organo o di un arto già minorati, le percentuali di cui alla tabella dell'allegato 1 del D.P.R. 30 giugno 1965 n° 1124 e successive modifiche intervenute fino alla data di stipulazione del contratto, sono diminuite tenendo conto del grado di invalidità preesistente. L'indennizzo viene corrisposto in Italia e in lire italiane.


Art. 4.3 - Pagamento dell'indennizzo - Ricevuta la necessaria documentazione, verificata l'operatività della garanzia e quantificato il danno, la Società assicuratrice effettua il pagamento dell'indennizzo, in lire italiane, presso la sede della Società assicuratrice o dell'agenzia cui è assegnata la polizza.

La Società assicuratrice si impegna a provvedere al pagamento stesso entro 15 giorni dalla data dell'atto di

transazione.

Qualora non ci sia immediato accordo tra le Parti sull’ammontare dell'indennizzo la Società assicuratrice nell'attesa che questo sia determinato dal Collegio medico di cui all’Art. 4.5 - Modalità di valutazione del danno, provvederà al pagamento dell'importo da essa stimato, salvo eventuale conguaglio successivo alla decisione del suddetto Collegio medico.


Art. 4.4 - Disposizioni sulla liquidazione degli indennizzi - L'indennizzo per il caso di Morte viene liquidato agli eredi dell'Assicurato in parti uguali.

Tale indennizzo non è cumulabile con quello per invalidità permanente.

Tuttavia, se dopo il pagamento di un indennizzo per invalidità permanente, ma entro due anni dal giorno dell'infortunio e in conseguenza diretta ed esclusiva di questo, l'Assicurato decede, i beneficiari o gli eredi hanno diritto alla differenza tra l'indennizzo per il caso morte - se superiore - e quello già pagato per invalidità permanente.

L'indennizzo per invalidità permanente viene liquidato all'Assicurato. Il diritto all'indennità per invalidità permanente è di carattere personale e quindi non è trasmissibile agli eredi.

Tuttavia, se l'Assicurato muore per causa indipendente dall'infortunio dopo che l'indennità sia stata liquidata o comunque offerta in misura determinata, la Società assicuratrice paga agli eredi l'importo liquidato o offerto, secondo le norme della successione testamentaria e legittima.

La Società Assicuratrice è tenuta, prima di procedere alla liquidazione, a fare sottoscrivere all’Assicurato e/o ai beneficiari di polizza, ampia e liberatoria quietanza in via di transazione generale e senza riserva alcuna, tanto sul diritto al risarcimento/indennizzo quanto sull’entità del danno, con rinuncia ad ogni pretesa od azione in qualsiasi sede, anche eventualmente in corso, nei confronti dell’Azienda Ospedaliera V. Cervello di Palermo e di ogni altro obbligato e coobligato e con impegno a non proporre querela o a rimettere quella eventualmente proposta.


Art. 4.5 - Modalità di valutazione del danno - Le divergenze sul grado di invalidità permanente o sulla liquidabilità della diaria, nonché sull'applicazione di quanto previsto all'Art. 4.2 - Criteri di indennizzabilità, sono demandate per iscritto a un Collegio di tre medici, nominati uno per parte e il terzo di comune accordo o, in caso contrario, dal Consiglio dell'Ordine dei Medici avente giurisdizione nel luogo ove deve riunirsi il Collegio dei Medici.

Il Collegio medico risiede nel comune di Palermo.

Ciascuna delle Parti sostiene le proprie spese e remunera il medico da essa designato, contribuendo per la metà alle spese e alle competenze per il terzo medico. E' data facoltà al Collegio medico di rinviare, ove ne riscontri l'opportunità, l'accertamento definitivo dei postumi a epoca da definirsi dal Collegio stesso, nel qual caso il Collegio può intanto concedere una provvisionale sull'indennizzo.

Le decisioni del Collegio medico sono prese a maggioranza di voti, con dispensa da ogni formalità di legge, e sono vincolanti per le Parti, anche se uno dei medici rifiuta di firmare il relativo verbale.


Art. 4.6 - Responsabilità Civile del Contraente - La Società assicuratrice si obbliga a tenere indenne il Contraente di quanto egli sia tenuto a pagare per danni corporali o di morte (capitali, interessi e spese) agli assicurati o agli aventi diritto ai sensi di polizza, quale responsabile civile a norma di legge per gli infortuni della presente polizza.

Tale garanzia è prestata per ciascun infortunato fino alla concorrenza di un ulteriore importo, pari a quello che sarebbe dovuto secondo le condizioni di polizza a titolo di indennità per l’assicurazione infortuni.

L’assicurazione vale nel caso in cui l’infortunato od i beneficiari di polizza non si accontentino dell’indennità prevista dalla presente polizza e avanzino maggiori pretese di risarcimento per responsabilità civile del Contraente. In tal caso l’importo dell’indennità viene accantonato per essere computato nel risarcimento che il Contraente fosse tenuto a corrispondere per sentenza o transazione.

Ove l’infortunato od i beneficiari di polizza recedano dall’azione di responsabilità civile o in essa rimangano soccombenti, l’importo accantonato è pagato sotto deduzione delle spese sostenute per resistere all’azione di danno.

Se con i beneficiari designati in polizza o indipendentemente da essi, altri aventi diritto al risarcimento per l’infortunio subito dall’Assicurato avanzino pretese di danno verso il Contraente, l’assicurazione vale anche nei riguardi delle richieste di questi ultimi in concorso o meno con quelle dei beneficiari, fermi sempre i limiti di cui al comma secondo della presente clausola.

La presente assicurazione è operante soltanto per infortuni indennizzabili ai sensi di polizza.

Se per un infortunio viene iniziato un procedimento penale o una causa civile, il Contraente dovrà darne comunicazione alla Società assicuratrice appena ne abbia conoscenza; parimenti dovrà informare questa di qualsiasi domanda proposta da infortunati o loro beneficiari o aventi diritto per conseguire risarcimenti a titolo di responsabilità civile, trasmettendole in ogni caso documenti, notizie e quant’altro riguarda la vertenza.

La Società assicuratrice assume fino a quanto ne ha interesse, e sostenendone le spese a termini di legge, la gestione delle vertenze tanto in sede stragiudiziale che giudiziale, sia civile che penale, a nome del Contraente, avvalendosi di tutti i diritti ed azioni ad esso competenti.




AZIENDA DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE – OSPEDALI CIVICO E BENFRATELLI, G.DI CRISTINA, M.ASCOLI PALERMO
CAPITOLATO SPECIALE

COPERTURA ASSICURATIVA DELL'AUTOPARCO


  • SEZIONE RESPONSABILITA’ CIVILE AUTOVEICOLI (R.C.A.)

  • SEZIONE RISCHI ACCESSORI

  • NORME COMUNI ALLE GARANZIE PREVISTE DAL PRESENTE CAPITOLATO

  • ALLEGATO 1 – Elenco mezzi di riferimento

  • ALLEGATO 2 - Sezione infortuni conducente - CONDIZIONI GENERALI DI

ASSICURAZIONE


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale