Formazione patologica costituita da cellule che, derivando da un tessuto epiteliale di rivestimento (pelle e mucose), infiltrano I tessuti circostanti e danno metastasi



Scaricare 10 Mb.
21.11.2017
Dimensione del file10 Mb.



Formazione patologica costituita da cellule che, derivando da un tessuto epiteliale di rivestimento (pelle e mucose), infiltrano i tessuti circostanti e danno metastasi

  • Formazione patologica costituita da cellule che, derivando da un tessuto epiteliale di rivestimento (pelle e mucose), infiltrano i tessuti circostanti e danno metastasi

  • Quando origina da un tessuto ghiandolare viene definito adenocarcinoma



Si divide in:

  • Si divide in:

  • Intestino tenue, lungo dai 5 agli 8 m. e costituito da duodeno, digiuno e ileo, che va dal piloro alla valvola ileocecale

  • Intestino crasso, circa 170x7 cm, costituito da cieco, colon ascendente, colon trasverso, colon discendente, sigma e retto























Il GALT (Gut Assiciated Limphoyd Tissue), costituisce, insieme al BALT (Bronchial ALT), il MALT (Mucosal ALT), il principale meccanismo di difesa immunitaria dell’organismo

  • Il GALT (Gut Assiciated Limphoyd Tissue), costituisce, insieme al BALT (Bronchial ALT), il MALT (Mucosal ALT), il principale meccanismo di difesa immunitaria dell’organismo



  • Gli ormoni intestinali meglio conosciuti, secreti prevalentemente da stomaco ed intestino tenue e ad effetto prevalentemente loco-regionale, sono: gastrina, secretina, pancreozimina, polipeptide pancreatico (PP), polipeptide intestinale vasoattivo (VIP), motilina, enteroglucagone e somatostatina, enteramina, enterogastrone e istamina



Adenocarcinomi, prevalentemente localizzati nell’ileo, costituiscono solo il 10% dei tumori intestinali

  • Adenocarcinomi, prevalentemente localizzati nell’ileo, costituiscono solo il 10% dei tumori intestinali

  • Età media 70 anni

  • Rischio >: familiarità, Crohn, eccessivi alcol, carni rosse, affumicate o sotto sale, grassi animali





Sintomatologia: anemizzazione, anoressia, astenia, calo ponderale, dolori addominali, ittero, massa addominale, nausea e vomito, occlusione, sanguinamento

  • Sintomatologia: anemizzazione, anoressia, astenia, calo ponderale, dolori addominali, ittero, massa addominale, nausea e vomito, occlusione, sanguinamento



  • Diagnosi:

  • Duodenoscopia

  • Enteroclisi TC

  • Endoscopia capsulare





















  • Poliposi

  • Cancro





Sintomi: nessuno, sangue (occulto) nelle feci, dolore (torsione del peduncolo)

  • Sintomi: nessuno, sangue (occulto) nelle feci, dolore (torsione del peduncolo)

  • Diagnosi: colonscopia (endoscopica o virtuale), biopsia

  • Fattori di rischio: familiarità, alcol, grassi, carne, colite ulcerosa

  • Rischio di cancerizzazione 5-40%

  • Terapia: resezione endoscopica/intestinale

  • Prevenzione: alimentazione vegetariana, attività fisica, fibre, frutta e verdura, possono ridurre il rischio del 70%







Incidenza:

  • Incidenza:

  • 30 casi su 100.000 persone/anno nell’uomo

  • 20 casi su 100.000 persone/anno nella donna

  • Circa 25.000 persone all’anno

  • Mortalità:

  • 15 casi su 100.000 persone/anno nell’uomo

  • 10 casi su 100.000 persone/anno nella donna

  • Circa 12.500 persone all’anno





Diagnosi:

  • Diagnosi:

  • Clisma opaco a doppio contrasto

  • Colonscopia

  • TC colongrafia (colongrafia virtuale)









































Sintomi: modificazioni delle abitudini intestinali, sangue (occulto) nelle feci, anemia, astenia, dolore, occlusione, perforazione, massa addominale

  • Sintomi: modificazioni delle abitudini intestinali, sangue (occulto) nelle feci, anemia, astenia, dolore, occlusione, perforazione, massa addominale

  • Diagnosi: colonscopia (endoscopica o virtuale), biopsia, PET-TC

  • Fattori di rischio: familiarità, alcol, grassi, carne, colite ulcerosa, poliposi

  • Terapia: resezione intestinale, laparoscopica o laparotomica, terapia medica, radioterapia

  • Prevenzione: alimentazione vegetariana, attività fisica, fibre, frutta e verdura, possono ridurre il rischio del 70%





Non influenzabili 

  • Non influenzabili 

  • Età 

  • Infiammazioni croniche della mucosa intestinale 

  • Malattie ereditarie dell'intestino: Hereditary non polyposis colorectal cancer" (HNPCC) e poliposi adenomatosa familiare (FAP)

  • Precedente asportazione di polipi intestinali

  • Influenzabili

  • Alimentazione non sana

  • Attività fisica insufficiente 

  • Eccessivo consumo di alcool

  • Sovrappeso 













L’alimentazione influenza l’insorgenza dei tumori e la prognosi delle persone malate:

  • L’alimentazione influenza l’insorgenza dei tumori e la prognosi delle persone malate:

  • Caratteristiche degli alimenti

  • Indice glicemico

  • Oxygen radical absorbance capacity (ORAC)

  • pH

  • Costituzione fisico-chimica = DNA > Gruppo Sanguigno

  • Costituzione energetica



Aumento del rischio Riduzione del rischio

  • Aumento del rischio Riduzione del rischio

  • Carne

  • Cibi raffinati Cereali integrali

  • Zuccheri Verdure

  • Sovrappeso

  • Circonferenza vita 80 cm.

  • donna, 100 cm. uomo

  • Passeggiata con passo

  • vivace > 30 minuti



Un eccesso di grasso addominale determina:

  • Un eccesso di grasso addominale determina:

  • glicemia, insulina, fattori di crescita, fattori dell’infiammazione, ormoni sessuali femminili (che stimolano la proliferazione cellulare e aumentano il rischio di recidive)



Latte e proteine aumentano la produzione del fattore di crescita IGF-1

  • Latte e proteine aumentano la produzione del fattore di crescita IGF-1

  • L’insulina è un fattore di crescita e promuove la disponibilità di altri fattori di crescita e degli ormoni sessuali

  • Evitare i cibi con indice glicemico alto e quelli ricchi di grassi



Tenere bassa la glicemia

  • Tenere bassa la glicemia

  • Tenere bassa l’insulina

  • Tenere bassi i fattori di crescita

  • Tenere bassi i livelli d’infiammazione

  • Evitare i cibi ricchi di poliamine



Tenere bassa la glicemia:

  • Tenere bassa la glicemia:

  • Evitare dolciumi, farine raffinate (00 e 0), fiocchi di mais, frutta molto zuccherina, pane bianco, patate, riso, sciroppi di fruttosio e glucosio

  • Mangiare regolarmente cereali integrali, legumi, frutti e semi oleaginosi, verdure



Tenere bassa l’insulinemia:

  • Tenere bassa l’insulinemia:

  • Evitare il latte (anche se non aumenta la glicemia), e i cibi ad alto contenuto di grassi saturi (carni rosse, formaggi, salumi: ne ostacolano il funzionamento)



Tenere bassi i fattori di crescita:

  • Tenere bassi i fattori di crescita:

  • Evitare il latte e i cibi molto ricchi di proteine animali (e i legumi)



Tenere bassi i livelli di infiammazione:

  • Tenere bassi i livelli di infiammazione:

  • cibi animali, (eventualmente piccoli pesci), cibi ad elevato indice glicemico, solanacee (melanzane, peperoni, pomodori) e zucchero

  • + cereali integrali, alimenti vegetali con omega-3: cipolle, erbe selvatiche, mele, semi di lino, soia, verdure



Evitare i cibi ricchi di poliamine:

  • Evitare i cibi ricchi di poliamine:

  • Arance, banane, frutti tropicali, kiwi, melanzane, peperoni, pomodori, molluschi bivalve



Basare la dieta su cibi vegetali non industrialmente raffinati, cereali integrali, verdura; frutta e legumi (non esagerare)

  • Basare la dieta su cibi vegetali non industrialmente raffinati, cereali integrali, verdura; frutta e legumi (non esagerare)



  • gli antiossidanti delle vitamine C ed E, i carotenoidi e vari polifenoli dei cibi vegetali, proteggono il DNA e prevengono l’attivazione metabolica di vari cancerogeni

  • la vitamina D promuove la differenziazione cellulare

  • gli acidi grassi poli-insaturi omega-3 promuovono l’apoptosi

  • i folati intervengono nella riparazione del DNA



Alimento (mg/100g) Vit. C:

  • Alimento (mg/100g) Vit. C:

  • Acerola 1300-1700

  • Rosa Canina 1250

  • Peperoncini piccanti 229

  • Peperoncini rossi e gialli 166

  • Peperoni crudi 151

  • Peperoni verdi 127

  • Rughetta o rucola 110

  • Broccoli 110



Sono ricchi di vitamina E i semi (e gli oli da essi derivati), i cereali, la frutta e gli ortaggi. le nocciole, le noci e le mandorle.

  • Sono ricchi di vitamina E i semi (e gli oli da essi derivati), i cereali, la frutta e gli ortaggi. le nocciole, le noci e le mandorle.

  • Il contenuto vitaminico viene ridotto dalla frittura, dalla cottura al forno e dal contatto con l’ossigeno



  • Pochi alimenti contengono quantità apprezzabili di vitamina D. Un alimento particolarmente ricco è l'olio di fegato di merluzzo. Seguono i pesci grassi (aringhe e salmoni), il latte e i suoi derivati, le uova, il fegato e le verdure verdi



Gli acidi grassi polinsaturi omega 3 si trovano nei seguenti alimenti:

  • Gli acidi grassi polinsaturi omega 3 si trovano nei seguenti alimenti:

  • Pesce (EPA e DHA)

  • Olio di pesce (EPA e DHA)

  • Crostacei (EPA e DHA)

  • Noci (ALA)

  • Oli vegetali come l'olio di lino, di semi di canapa, di ribes nero, di sacha inchi e l'olio di colza (ALA)



Contenuto medio (μg/100g) di folati:

  • Contenuto medio (μg/100g) di folati:

  • Lattuga a foglia larga 1700

  • Corn flakes, germe di grano, soia, lievito di birra 1500 - 1200

  • Fegato di pollo 800

  • Muesli 650

  • Fegato di manzo 560

  • Fiocchi di crusca, mais 550 – 400



  • Ridurre il consumo di zuccheri raffinati e di grassi saturi, riduce il livello di insulina, ormoni sessuali e fattori di crescita

  • Cereali non raffinati, frutta, legumi e verdure, prevengono i tumori di intestino, ovaio e prostata

  • L’attività’ fisica migliora la sensibilità insulinica



  • 5: Aceto, Crostacei, Erbe e Spezie

  • 10: Avocado

  • 15: Agave (sciroppo), Alchechengi comune, Anacardo, Arachide, Asparagi, Bietola, Broccoli, Cavolfiore, Cavolini di Bruxelles, Cavolo, Cetriolo, Cetriolo sottaceto, Sottaceti, Cipolla, Crauti, Crusca, Erba brusca, Acetosa, Fagiolini, Fagioli, Cornetti, Farina di carrube, Finocchio, Funghi champignon, Germogli, Insalata, Lupino, Mandorla, Nocciola, Noce, Oliva, Peperoncino, Peperoni, Pesto, Pinoli, Pistacchio, Porri, Rabarbaro, Ravanello, Ribes nero, Scalogno, Sedano, Soia, Spinaci, Tofu, Zenzero, Zucchine

  • 20: Cacao in polvere, Carciofo, Ciliegie delle Antille, Acerole, Cioccolato fondente (>85% cacao), Cuore di palma, Fruttosio, Germoglio di babù, Melanzana, Ratatouille, Tamari, Succo di limone, Yogurt di soia

  • 25: Ciliegie, Cioccolato fondente (>70% cacao), Fagioli mungo (soia), Fagiolo nano, Farina di soia, Fragole, Hummus, Lampone, Mirtillo, More, Orzo perlato, Pasta di arachidi, Piselli secchi, Purea di mandorle integrali, Purea di nocciole intere, Ribes, Semi di zucca, Uva spina



  • 5: Aceto, Crostacei, Erbe e Spezie

  • 10: Avocado

  • 15: Agave (sciroppo), Alchechengi comune, Anacardo, Arachide, Asparagi, Bietola, Broccoli, Cavolfiore, Cavolini di Bruxelles, Cavolo, Cetriolo, Cetriolo sottaceto, Sottaceti, Cipolla, Crauti, Crusca, Erba brusca, Acetosa, Fagiolini, Fagioli, Cornetti, Farina di carrube, Finocchio, Funghi champignon, Germogli, Insalata, Lupino, Mandorla, Nocciola, Noce, Oliva, Peperoncino, Peperoni, Pesto, Pinoli, Pistacchio, Porri, Rabarbaro, Ravanello, Ribes nero, Scalogno, Sedano, Soia, Spinaci, Tofu, Zenzero, Zucchine

  • 20: Cacao in polvere, Carciofo, Ciliegie delle Antille, Acerole, Cioccolato fondente (>85% cacao), Cuore di palma, Fruttosio, Germoglio di babù, Melanzana, Ratatouille, Tamari, Succo di limone, Yogurt di soia

  • 25: Ciliegie, Cioccolato fondente (>70% cacao), Fagioli mungo (soia), Fagiolo nano, Farina di soia, Fragole, Hummus, Lampone, Mirtillo, More, Orzo perlato, Pasta di arachidi, Piselli secchi, Purea di mandorle integrali, Purea di nocciole intere, Ribes, Semi di zucca, Uva spina



30: Aglio, Albicocche, Barbabietola cruda, Carote crude, Ceci, Fagiolini, Formaggio fresco, ricotta**, Frutti canditi, Frutto della passione o maracuja, Latte di mandorla, Latte di soia, Latte d'avena, Latte fresco/in polvere**, Latte** (scremato e non), Lenticchie, Mandarino, Clementina, Marmellata senza zucchero, Pere, Pomodori, Pompelmo, Rape crude, Sassefrica, Scorzobianca

  • 30: Aglio, Albicocche, Barbabietola cruda, Carote crude, Ceci, Fagiolini, Formaggio fresco, ricotta**, Frutti canditi, Frutto della passione o maracuja, Latte di mandorla, Latte di soia, Latte d'avena, Latte fresco/in polvere**, Latte** (scremato e non), Lenticchie, Mandarino, Clementina, Marmellata senza zucchero, Pere, Pomodori, Pompelmo, Rape crude, Sassefrica, Scorzobianca

  • 35: Amaranto, Arancia, Azuki, Cannellini ,Cassoulet (piatto a base di carne e fagioli), Ceci in scatola, Fagioli borlotti, Fagioli neri, Fagioli rossi, Falafel (ceci), Farina di ceci, Fico fresco, Gelato di panna con fruttosio, Semi di girasole, Yogurth**, Lievito, Lievito di birra, Lino, Sesamo, Semi di Papavero, Mais ancestrale (indiano), Mela cotogna, Mela, Cannella, Graviola, Guanabana, Melagrana, Melograno, Composta di mele, Mele, Mele disidratate, Pane Esseno, Passata di pomodoro, Pesche, Peschenoci, Piselli freschi, Pomodori secchi, Prugne fresche, Purea di mandorle bianche, Quinoa, Riso selvatico, Salsa di pomodoro, Sedano rapa, Sedano di Verona crudo, Senape, Succo di pomodoro. Vermicelli di grano duro, Wasa™ fibra (24%), Yogurt di soia aromatizzato



  • Le cellule, durante le reazioni enzimatiche, la fosforilazione ossidativa e la difesa immunitaria, producono piccole quantità di radicali liberi, molecole che possiedono un elettrone spaiato sull'orbitale più esterno che le rende altamente instabili e particolarmente reattive

  • Inattivati da glutatione, vitamina A, vitamina C e vitamina E, quando sono prodotti i quantità eccessiva compromettono qualsiasi molecola, si autopropagano, danneggiano le membrane lipidiche, ossidano i gruppi laterali degli aminoacidi, mutano la struttura chimica delle basi azotate del DNA, causando invecchiamento cellulare e tumori













Alimenti ricchi di antiossidanti, capaci di neutralizzare i radicali liberi che il fegato produce durante il suo lavoro e che possono provocare infiammazioni, sono presenti nella frutta e nella verdura di stagione

  • Alimenti ricchi di antiossidanti, capaci di neutralizzare i radicali liberi che il fegato produce durante il suo lavoro e che possono provocare infiammazioni, sono presenti nella frutta e nella verdura di stagione

  • Alcune verdure, come catalogna, cicoria selvatica, insalata belga e radicchio rosso sono depurativi molto utili e, essendo amare, stimolano la secrezione della bile decongestionando il fegato e aiutando l’intestino. Ottimi anche il tarassaco, carciofi e ravanelli







Il pH è una scala di misura dell'acidità (H3O+) o della basicità (OH-) di una soluzione

  • Il pH è una scala di misura dell'acidità (H3O+) o della basicità (OH-) di una soluzione

  • L’accumulo di tossine di origine nutrizionale, ambientale, farmacologica, microbiologica, endogena, determina acidificazione del terreno biologico, accumulo di radicali liberi e una infiammazione cronica che può causare quasi tutte le malattie e aumenta i rischio d’insorgenza di tumori

  • È possibile prevenire e curare l’acidificazione dei tessuti con l’alimentazione

  • In generale i prodotti vegetali, frutta e verdura, sono alcalinizzanti



  • Molte sostanze nutritive agglutinano nelle persone che hanno alcuni gruppi sanguigni, ma non nelle altre

  • Questo è legato alla presenza di lectine, proteine presenti negli alimenti con caratteristiche simili a quelle degli antigeni dei gruppi sanguigni

  • Il latte, ad esempio, possiede lectine simili a quelle all’antigene B: se una persona di gruppo A ne beve produce anticorpi che lo agglutinano producendo, in svariati organi, microagglomerati che l’organismo deve eliminare

  • Esiste quindi una forte connessione fra sistema digestivo e sistema immunitario



L’incidenza di neoplasie è più alta nelle persone coi gruppi A e AB. Questo fenomeno potrebbe essere legato al locus ABO che si trova sulla banda q34 del cromosoma 9

  • L’incidenza di neoplasie è più alta nelle persone coi gruppi A e AB. Questo fenomeno potrebbe essere legato al locus ABO che si trova sulla banda q34 del cromosoma 9

  • Questo sarebbe da associare alle lectine presenti sulla superficie delle cellule tumorali, molto simili all’antigene A, quindi non aggredibili dagli anticorpi delle persone di gruppo A



Nella prevenzione dei tumori e nella cura delle persone malate di cancro, ho elaborato quattro schede alimentari che tengono in considerazione, insieme al gruppo sanguigno, indice glicemico, ORAC e pH degli alimenti

  • Nella prevenzione dei tumori e nella cura delle persone malate di cancro, ho elaborato quattro schede alimentari che tengono in considerazione, insieme al gruppo sanguigno, indice glicemico, ORAC e pH degli alimenti

  • Ulteriormente personalizzati mediante anamnesi energetica (colore, sapore, organo), visita medica e costituzione individuale, questi consigli alimentari diventano, insieme con il counseling che le persone ricevono nel mio studio, la base di tutti i trattamenti



  • Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente

  • agnello, manzo, vitello, fegato, montone, coniglio: 1 volta alla settimana

  • aringa fresca, merluzzo, sogliola, salmone, sardina, sgombro, trota, dentice, pesce spada: 3 volte alla settimana

  • piselli, fagioli, fagiolini dall’occhio: 3 volte alla settimana

  • aglio, alghe, bietole, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cicoria, cipolle, finocchi, lattuga, olive verdi, peperoni rossi, porri, radicchio, rape, ravanelli, rucola, scarola, sedano, spinaci, zucchini: 5 volte alla settimana

  • albicocche, ananas, banane, cachi, castagne, ciliegie, fichi, lamponi, limoni, mele, mirtilli, nocciole, noci, pere, pesche, pinoli, pompelmo, prugne, ribes nero, semi di sesamo, di girasole e di zucca: 4 volte alla settimana

  • centrifugati e succhi di ananas, carota, ciliegia, mirtilli, prugna, sedano: 2 volte al giorno

  • carruba, cioccolato > 85%, cumino, curcuma, curry, erba cipollina, laminaria, menta, pepe di Cayenna, peperoncino rosso, salvia, senape, tamari, zafferano

  • infusi di gelso, luppolo, menta piperita, olmo, pepe di Cayenna, rosa canina, tarassaco, tiglio, zenzero

  • acqua minerale naturale, acqua di soda, acqua di seltz

  • olio extravergine di oliva a bassa acidità spremuto a freddo, olio di semi di lino, olio di vinacciolo



 Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente da sinistra a destra

  •  Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente da sinistra a destra

  • Merluzzo, salmone, sardina, sgombro, trota, cernia, coregone, ombrina, pagello, palombo, pesce persico, pesce spada, ricciola, spigola, storione, tonno,: 120-180 g, 3 volte alla settimana

  • Pollo, tacchino: 100-150 g, 2 volte alla settimana

  • Latte di soia, formaggio di soia, mozzarella magra, ricotta magra, yogurt alla frutta e magro: formaggi 50 g, 2-3 volte alla settimana; yogurt: 120-180 g, 2 volte alla settimana

  • Olio extravergine di oliva e di lino

  • Uva, mirtilli, albicocche, ciliegie, cachi, fichi, lamponi, lime, limoni, mandorle, melagrana, mele, more, nocciole, pesche, fragole, pinoli, pompelmo, prugne, ribes, castagne, ananas, noci, semi di girasole, di papavero, di sesamo e zucca: 1 frutto, 6-8 pezzi, 100-150 g, 3-4 volte alla settimana

  • Piselli, fagioli, fagiolini, fagiolini dall’occhio, fave, soia rossa, lenticchie: 80 g secchi, 4-5 volte alla settimana

  • Farina d’avena, farro, grano saraceno, orzo, tagliatelle di farro. Farina o riso: 70 g crudi, 3-4 volte alla settimana; pasta: 70 g cruda, 3 volte alla settimana

  • Spinaci, sedano, carote, zucchini, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles, rape, lattuga, cicoria, indivia, porri, cipolle, broccoli, cetrioli, asparagi, aglio, carciofi, cime di rapa, coste, cumino, erbette, finocchi, olive verdi, prezzemolo, radicchio, rafano, rapanelli, rucola, scalogno, scarola, verdura a foglia verde, verza. Crudi: 60 g puliti, 3-5 volte alla settimana; cotti: 60 g, 4-5 volte alla settimana

  • Acqua minerale naturale, centrifugati e succhi di mirtilli, sedano, carote, albicocche, ciliegie, mele, cetriolo, pompelmo, prugne, uva, ananas. Acqua naturale: 250 g, 2-3 volte al giorno; acqua e limone: 250 g, al mattino; centrifugati e succhi: 250 g, 4-5 volte al giorno

  • Aglio, alloro, anice, basilico, bergamotto, cannella, cardamomo, carruba, chiodi di garofano, cioccolato, cumino, curcuma, curry, dragoncello, erba cipollina, estratto di mandorla, laminaria, maggiorana, malto d’orzo, melassa, menta, miso, origano, paprika, pepe della Giamaica o pimento, rafano, rosmarino, sale, salsa di soia, salvia, senape in polvere, tamari, tamarindo, vaniglia, zafferano, zenzero

  • Marmellata di frutta consentita, senape, sottaceti, verdure in agrodolce

  • Infusi di aloe, bardana, betulla, biancospino, camomilla, cardo mariano, echinacea, foglia di fragola, fieno greco, gelso, genziana, ginseng, luppolo, marrubio, menta, olmo, rosa canina, salvia, sambuco, senna, tarassaco, tè verde, tiglio, valeriana, verbena, zenzero

  • Caffè, tè verde, vino



Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente da sinistra a destra

  • Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente da sinistra a destra

  • agnello, manzo, vitello, cervo, coniglio, daino, montone, tacchino, fegato: 100-200 gr., 2-3 volte alla settimana

  • aringa fresca, merluzzo, sogliola, salmone, sardine, sgombro, trota, calamaro, capasanta, carpa, caviale, cernia, coregone, ombrina, luccio, nasello, pagello, palombo, pesce persico, pesce spada, storione, tonno: 150-200 gr.: 3-5 volte alla settimana

  • latte: 120-180 gr., 4-5 volte alla settimana, latticini: 60 gr., 3-5 volte alla settimana, yogurt: 120-180 gr., 2-4 volte alla settimana, uova: 1 uovo, 3-4 volte alla settimana

  • piselli, fagioli, fagiolini, fave, soia rossa: 80 gr. secchi. 2-3 volte alla settimana

  • crusca d’avena, farina d’avena, farina di frumento, farro, muesli: 70 gr. secchi, 2-4 volte alla settimana

  • cracker, grissini, pane, integrali: pochi, 1 volta alla settimana; dolci: 1 porzione, 1 volta alla settimana

  • pasta e altri cereali integrali: 70 gr. crudi, 3 volte alla settimana

  • spinaci, sedano, carote, zucchine, rape, melanzane, cicoria, indivia, lattuga, porri, cipolle, peperoni, broccoli, cavoli, asparagi, barbabietole, cetrioli, coste, crescione, erbette, finocchi, peperoncino, prezzemolo, radicchio, rafano, rucola, scalogno, scarola, tarassaco, verza, zenzero: 60 gr., 3-5 volte alla settimana

  • uva, mirtilli, banane, albicocche, ciliegie, pere, ananas, arancia, pesche, fragole, mele, bacche di sambuco, fichi, lamponi, lime, limoni, mandarini, more, pescanoce, pompelmo, prugne, ribes: 1 frutto o 150 gr., 3-4 volte alla settimana

  • burro di mandorle: 1 cucchiaio da tavola, 2-3 volte alla settimana, litchis, mandorle, noci: 6-8 pezzi, 2-5 volte alla settimana

  • centrifugati e succhi di acqua con limone, mirtilli, ciliegie, ananas, arancia, carote, cavolo, cetriolo, mele, pompelmo, prugne, sedano, verdura, uva: 250 gr., 2-3 volte al giorno

  • aceto, aglio, alloro, anice, basilico, bergamotto, capperi, cardamomo, carruba, chiodi di garofano, cioccolato amaro, coriandolo, cumino, curcuma, curry, dragoncello, erba cipollina, laminaria, maggiorana, menta, miso, noce moscata, origano, paprika, pepe, peperoncino, prezzemolo, rafano, rosmarino, sale marino integrale, salsa di soia, salvia, senape in polvere, tamarindo, timo, vaniglia, zafferano, zenzero

  • condimenti speziati, gelatina e marmellata di frutta consentita, maionese, salsa Worcester, senape, sottaceti, verdure in agrodolce

  • infusi di acetosa, achillea, bardana, betulla, biancospino, camomilla, corteccia di quercia, echinacea, erba di San Giovanni, erba gatta, foglie di fragola e di lampone, gelso, ginseng, liquirizia, marrubio, menta, olmo, pepe di Cayenna, prezzemolo, radice di liquirizia, rosa canina, salsapariglia, salvia, sambuco, tarassaco, tè verde, timo, valeriana, verbena, zenzero

  • caffè, tè, vino

  • olii extravergini spremuti a freddo di oliva, di vinacciolo, di lino: 1 cucchiaio da tavola, 7 volte alla settimana

  •  



 Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente da sinistra a destra

  •  Scegliere, in base al gusto, in ordine decrescente da sinistra a destra

  • agnello, coniglio, tacchino, fegato, fagiano, montone. Carni rosse 100-150 gr., 1 volta alla settimana; pollame 100-150 gr., 2 volte alla settimana

  • aringa, merluzzo, salmone, sardine, sgombro, trota, calamari, carpa, caviale, capesante, cernia, coregone, cozze, luccio, nasello, ombrina, pagello, palombo, pesce persico, pesce gatto, pesce spada, storione, tonno: 150-200 gr. 4-5 volte alla settimana

  • latte di capra, latte di mucca, kefir, siero di latte, yogurt, feta, formaggio fresco magro, formaggio di capra, formaggio di soia (tofu), mozzarella, ricotta, emmental, uova. Latte 100-200 gr. 4-6 volte alla settimana; formaggi 60 gr. 3-4 volte alla settimana; yogurt 100-200 gr. 3-4 volte alla settimana; 1 uovo 3-4 volte alla settimana

  • piselli, fagioli, fagiolini, fave, lenticchie, soia rossa: 80 gr. secchi, 2-3 volte alla settimana

  • crusca d’avena, crusca di frumento, farina d’avena, farina di frumento, farro, fiocchi di soia, germe di grano, miglio, orzo, semola di frumento: 70 gr. secchi, 2-3 volte alla settimana

  • pane ai cereali, pane di farro, pane di frumento integrale, pane di germe di grano, pane di soia, pane di sola segale, fiocchi di segale, miglio, dolci di crusca d’avena, dolci di crusca di frumento. Pane, cracker 1 fetta 1 volta alla settimana; dolci 1 porzione 1 volta alla settimana

  • pasta di grano tenero, pasta di semola di grano duro, farina d’avena, di farro, di frumento integrale, di germe di grano, d’orzo, di segale: 70 gr. crudi 3-4 volte alla settimana; farina o riso 70 gr. crudi 3-4 volte alla settimana

  • spinaci, carote, zucchine, cavolfiori, rape, melanzane, pomodori, cicoria, indivia, lattuga, radicchio, cipolle, funghi, cetrioli, broccoli, asparagi, aglio, cavolini di Bruxelles, cavoli, finocchi, foglie di senape, germogli di bambù, olive, porro, prezzemolo, rafano, rucola, scarola, tarassaco, verza, zenzero: 60 gr. crudi puliti o cotti, 3-5 volte alla settimana

  • mirtilli, albicocche, ciliegie, pere, ananas, fragole, fichi, lamponi, lime, limoni, mandarini, mele, more, pescanoce, pesche, prugne, ribes, uva: 1 frutto o 100-150 gr., 3-4 volte alla settimana

  • anacardi, arachidi, burro di arachidi, burro di mandorle, castagne, litchi cinesi, mandorle, noci, pinoli, pistacchi: 6-8 pezzi 4-5 volte alla settimana; burro vegetale: 1 cucchiaio da tavola 5-6 volte alla settimana

  • acqua con limone, acqua di selz e di soda, centrifugati e succhi di mirtillo, albicocca, carota, ciliegia, pera, ananas, cavolo, mele, papaia, pompelmo, prugne, sedano, uva, caffè, tè verde, vino: 250 gr. 2-3 volte al giorno, acqua naturale 1-1,5 litri al giorno

  • aglio, alloro, aneto, basilico, bergamotto, cannella, cardamomo, carruba, cerfoglio, chiodi di garofano, cioccolato, coriandolo, cumino, curcuma, curry, dragoncello, erba cipollina, fecola, laminaria, maggiorana, menta, miso, noce moscata. Paprika, prezzemolo, rafano, rosmarino, sale, salsa di soia, salvia, santoreggia, sciroppo d’acero, senape, tamari, tamarindo, timo, vaniglia, zafferano

  • gelatina e marmellata di frutta consentita, maionese, senape

  • infusi di acetosa, achillea, alfalfa, bardana, betulla, biancospino, camomilla, corteccia di quercia bianca, echinacea, foglie di fragola, di lampone e di rosmarino, gelso, ginseng, marrubio, menta, olmo, pepe di Cayenna, prezzemolo, radice di liquirizia, rosa canina, salvia, sambuco, tarassaco, tè verde, timo, valeriana, verbena, zenzero

  • olio extravergine di oliva spremuto a freddo, olio di lino, olio di semi di vinacciolo: 1 cucchiaio da tavola 6-8 volte alla settimana









  • È l’arte di aiutare ad aiutarsi, è l’addestramento all’arte dei rapporti umani

  • Capire la gente è il mestiere del counselor



Orienta la visione del malato di tumore all’accettazione del suo stato

  • Orienta la visione del malato di tumore all’accettazione del suo stato

  • Trasforma la sua sfiducia in fiducia in un’aspettativa di guarigione

  • Attiva le forze di autoguarigione e le fa salire alla coscienza

  • In questo modo il malato sente di aver trovato una forza che non credeva di possedere



Capecitabina

  • Capecitabina

  • 5-fluorouracile + acido folinico

  • FOLFIRI (acido folinico + 5-fluorouracile + irinotecan

  • FOLFOX (Acido folinico + 5-fluorouracile + Oxaliplatino)

  • XELOX (oxaliplatino + capecitabina)

  • Farmaci biologici: Bevacizumab e Cetuximab



Può essere eseguita:

  • Può essere eseguita:

  • nelle persone che desiderano prevenire il tumori

  • nelle persone alle quali è stato appena diagnosticato il tumore

  • nelle persone che sono sottoposte ai trattamenti tradizionali

  • nelle persone i cui trattamenti tradizionali sono terminati

  • nelle persone affette da neoplasie localmente avanzate

  • nelle persone affette da recidive locali

  • nelle persone affette da neoplasie in fase metastatica



disintossicazione

  • disintossicazione

  • potenziamento dell’energia difensiva

  • potenziamento dell’immunità

  • difesa dallo stress (modulazione neurologica compensativa del sistema orto e parasimpatico)



Terapia preventiva:

  • Terapia preventiva:

  • Alimentazione vegana o vegetariana

  • Movimento

  • Drenanti

  • Immunomodulanti (SAT-terapia, vischio)



Terapia complementare ai trattamenti convenzionali:

  • Terapia complementare ai trattamenti convenzionali:

  • Alimentazione e movimento

  • Drenanti

  • Immunomodulanti

  • Omeomesoterapia



Terapia al termine dei trattamenti convenzionali:

  • Terapia al termine dei trattamenti convenzionali:

  • Alimentazione e movimento

  • Immunomodulanti



Terapia in fase avanzata:

  • Terapia in fase avanzata:

  • Alimentazione e movimento

  • Drenanti

  • Immunomodulanti

  • Omeomesoterapia

  • Terapia del dolore





































































Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale