Gestione: complesso coordinato di operazioni, tra loro complementari, compiute per IL raggiungimento di un fine comune



Scaricare 445 b.
28.03.2019
Dimensione del file445 b.



Gestione: complesso coordinato di operazioni, tra loro complementari, compiute per il raggiungimento di un fine comune

  • Gestione: complesso coordinato di operazioni, tra loro complementari, compiute per il raggiungimento di un fine comune

  • CARATTERISTICHE:

  • Ogni operazione è correlata nel tempo e nello spazio con altre operazioni;

  • Una operazione in sé considerata è priva di significato economico compiuto;

  • Il fine è il profitto;

  • La gestione è unica e unitaria nel tempo e nello spazio;

  • La separazione in periodi temporali è una “astrazione”.



OCCORRE “FRAMMENTARE” LA GESTIONE IN PERIODI INTERMEDI AL FINE DI VERIFICARE LA RICCHEZZA CREATA (REDDITO DI ESERCIZIO) E LA RICCHEZZA A DISPOSIZIONE (CAPITALE)

  • OCCORRE “FRAMMENTARE” LA GESTIONE IN PERIODI INTERMEDI AL FINE DI VERIFICARE LA RICCHEZZA CREATA (REDDITO DI ESERCIZIO) E LA RICCHEZZA A DISPOSIZIONE (CAPITALE)



Reddito: incremento (decremento) che subisce il capitale per effetto della gestione in un periodo amministrativo (12 mesi)

  • Reddito: incremento (decremento) che subisce il capitale per effetto della gestione in un periodo amministrativo (12 mesi)

  • SCOPI DELLA SUA INDIVIDUAZIONE:

  • Conoscenza degli andamenti economici;

  • Verifica del livello di remunerazione periodica del capitale;

  • Informazioni all’esterno;

  • Pagamento delle imposte ...



Assegnazione del reddito all’esercizio

  • Assegnazione del reddito all’esercizio

  • In quanto il suo valore è la risultante di un processo di valutazione degli andamenti futuri

  • Si ottiene quale differenza tra

  • RICAVI DI COMPETENZA – COSTI DI COMPETENZA

  • Nel rispetto del principio della prudenza







NB. I fattori produttivi non ancora “consumati” parteciperanno alle vendite dei futuri periodi. Pertanto, i costi sostenuti per la loro acquisizione non sono di competenza del periodo, ma devono essere “rinviati” al futuro

  • NB. I fattori produttivi non ancora “consumati” parteciperanno alle vendite dei futuri periodi. Pertanto, i costi sostenuti per la loro acquisizione non sono di competenza del periodo, ma devono essere “rinviati” al futuro





Le scritture di assestamento consentono di quantificare contemporaneamente la competenza dei componenti positivi e negativi del risultato economico d’esercizio e gli elementi del capitale di funzionamento.

  • Le scritture di assestamento consentono di quantificare contemporaneamente la competenza dei componenti positivi e negativi del risultato economico d’esercizio e gli elementi del capitale di funzionamento.





Generalmente una situazione contabile precede la redazione delle scritture di assestamento fornendo di dati di partenza, mentre un’altra situazione contabile segue la redazione delle scritture di assestamento fornendo i dati che faranno da supporto alla redazione del bilancio d’esercizio.

  • Generalmente una situazione contabile precede la redazione delle scritture di assestamento fornendo di dati di partenza, mentre un’altra situazione contabile segue la redazione delle scritture di assestamento fornendo i dati che faranno da supporto alla redazione del bilancio d’esercizio.

  • Le scritture di assestamento trasformano i valori di conto in valori di bilancio, cioè in valori che consentono l’assegnazione del reddito d’esercizio e del capitale di funzionamento



Le principali scritture di imputazione sono:

  • Le principali scritture di imputazione sono:

    • Ratei (attivi e passivi)
    • Fatture da emettere e da ricevere
    • Fondi rischi ed oneri (tra cui il FSC)
    • Accantonamento T.F.R.


Le principali scritture di rettifica sono:

  • Le principali scritture di rettifica sono:

    • Risconti (attivi e passivi)
    • Rimanenze di magazzino
    • Ammortamenti


G. Cavazzoni, L.M. Mari, Introduzione al bilancio di esercizio, Giappichelli, Torino, 2005;

  • G. Cavazzoni, L.M. Mari, Introduzione al bilancio di esercizio, Giappichelli, Torino, 2005;

  • G. Cavazzoni, L.M. Mari, Manuale di contabilità generale, Giappichelli, Torino, 2003;

  • OIC, Principio contabile n.11, Bilancio di esercizio. Finalità e postulati, 2005.





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale