Giovanni pascoli



Scaricare 415.63 Kb.
Pagina7/7
01.06.2018
Dimensione del file415.63 Kb.
1   2   3   4   5   6   7

PON 2010/2011 Moduli attivati

C-1-FSE-2010-2575Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave

obiettivo C1 –C3 -B7- B9 per (ALUNNI DOCENTI E PERSONALE SCOLASTICO)

C-1-FSE-2010-2575

Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave

C-3-FSE-2010-491

Interventi di educazione ambientale, interculturale, sui diritti umani, sulla legalità e sul lavoro anche attraverso modalità di apprendimento 'informale'

D-1-FSE-2010-914

Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione

a.s. 2011/2012

ISTITUZIONE di una sezione Primavera nei rispettivi plessi sc. INFANZIA (Deledda- Vespucci)

Progetto sull’ALIMENTAZIONE “Crescere Felix” attuazione progetto regionale per gli alunni delle classi 4^ del C.D

Scuola selezionata per i 3giorni della scuola a Città della Scienza. presentazione del progetto CRESCERE FELIX

Partecipazione alla Rassegna teatrale PULCINELLAMENTE alunni classi V^ vincitori premio quale “Migliore Coreografia”

Partecipazione PON 2007/2013”Competenze per lo Sviluppo (FSE) ASSE II obiettivo H miglioramento delle performance delle istituzioni scolastiche –PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF-

Scuola selezionata Sperimentazione ministeriale VALES

Il C.D Pascoli è sede di esami orali di Lingua Inglese del TRINITY COLLEGE LONDON

Certificazione Polo Qualità UNI EN ISO 9004/09 6 giugno 2012



PON 2011/2012/2013 attivati

C-1

FSE-2011-1319










IL PC SI APRE AI NUMERI30h

27/02/12

31/05/2012




DIGITO ED IMPARO 50 h

06/02/2012

31/05/12




LET'S PLAY 30h

16/02/2012

31/05/2012

B7




Attivati 2013




D1




Attivati 2013





a.s.2012/2013

Progetto OROGEL “La frutta nella scuola” attivazione del progetto per tutti gli alunni del C.D.

Progetto di educazione Motoria alunni Pascoli Deledda

Partecipazione alla Rassegna teatrale PULCINELLAMENTE alunni classi V^ Vincitori del primo premio

Partecipazione PON 2007/2013”Competenze per lo Sviluppo (FSE) ASSE II obiettivo H miglioramento delle performance delle istituzioni scolastiche –PERCORSO SCUOLE PILOTA CAF-

VALES -percorso di autovalutazione.

Conclusione esperienza triennale ministeriale Cl@sse 2.0 Laboratorio della mente

- Attuazione Progetto Area a Rischio “Tutti i colori del Mondo”

Scuola selezionata per i 3giorni della scuola a Città della Scienza.

-Il C.D Pascoli è sede di esami orali di Lingua Inglese del TRINITY COLLEGE LONDON

-Il C.D Pascoli è sede di esami per la certificazione EIPASS (Patente Europea)

-Certificazione Polo Qualità UNI EN ISO 9004/09 conseguita 6 giugno 2013

Pubblicazione CERVELLANDIA libro “Protagonisti di una scuola che cambia” UIL


PON B7

MODULO n°1 30H

Formazione docenti + certificazione Trinity


Speak English


















D1

MODULI n° 2 30+30H + certificazione EIPASS

30H


Informaticamente 1







30H

Informaticamente 2;




PON B9

Modulo 1 30h

Formazione personale della scuola



Informiamo la scuola






A.S 2013/2014

-Il C.D Pascoli è sede di esami orali di Lingua Inglese del TRINITY COLLEGE LONDON

-Il C.D Pascoli è sede di esami per la certificazione EIPASS (Patente Europea)

-Partecipazione progetto “Indicazioni Nazionali misure di accompagnamento 2013-2014 Progetto scuole in rete (formazione docente )

-Percorso scuole Pilota Caf 2013/2014

Sperimentazione VALES 2° anno Autovalutazione e Valutazione esterna

-Adesione progetto Polo Qualità di Napoli certificazione conseguita 6/06/2014-
Partecipazione alla Rassegna teatrale PULCINELLAMENTE alunni classi V^ vincitori premio quale “Migliore Coreografia”

-Ampliamento offerta formativa: Progetto L2 Francese Plesso Deledda

-Progetto Continuità scuola infanzia- primaria- secondaria di 1°grado

Progetto OROGEL “La frutta nella scuola” attivazione del progetto per tutti gli alunni del C.D.-PON 2013-2014 (Autorizzati)




PON B-1-FSE-2013-236

Interventi innovativi per la promozione delle competenze chiave, in particolare sulle discipline tecnico-scientifiche, matematica, lingua madre, lingue straniere, competenze civiche (legalità, ambiente ecc.).

n°1 Modulo

PON C1FSE-2013-1245

Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave

n°10 Moduli

PON D-1-FSE-2013-497

Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione

n°1 Modulo

a.s..2014-2015

Il C.D Pascoli è sede di esami orali di Lingua Inglese del TRINITY COLLEGE LONDON-

Progetto L2 attivato per gli alunni delle classi 5^ per il conseguimento della certificazione Trinity

Il C.D Pascoli è sede di esami per la certificazione EIPASS (Patente Europea)

-Adesione progetto Polo Qualità di Napoli certificazione conseguita 04/06/2015

Attivazione dello Sportello di Psicologia Familiare -Alimentazione (Informazioni per una sana e corretta alimentazione )

Presentazione Piano di miglioramento progetto Vales

Terzo anno della sperimentazione nel campo della valutazione: Progettazione e attuazione del Piano di miglioramento Progetto Vales -Ampliamento offerta formativa:

Progetto L2 Francese Plesso Deledda

Progetto Continuità scuola infanzia- primaria- secondaria di 1°grado Progetto OROGEL “La frutta nella scuola” attivazione del progetto per tutti gli alunni del C.D.

Progetto di educazione Motoria alunni Pascoli Deledda

Partecipazione alla Rassegna teatrale PULCINELLAMENTE alunni classi V^ vincitori 1° premio

Progetto protezione sorriso Progetto di prevenzione odontoiatrica ed ortodontica Con il contributo delle famiglie:

Attivazione CAMPO ESTIVO a tempo pieno per tutti gli alunni del Circolo Didattico (sede centrale)-Associazione Flabiluna

Percorsi di psicomotricità funzionale - associazione di Psicologia Familiare

Lezioni di ballo

Lezioni di pianoforte

Lezioni di chitarra- KaraoKanto di Officina Sonora


Attivazione PON Vales 2014/2015










B 1

Interventi innovativi per la promozione delle competenze chiave, in particolare sulle discipline tecnico-scientifiche, matematica, lingua madre, lingue straniere, competenze civiche (legalità, ambiente ecc.). Titolo del progetto TUTTI AL TRAGUARDO

B-1-FSE-2014-19

1 Modulo


C 1

Interventi per lo sviluppo delle competenze chiave

TUTTI AL TRAGUARDO:

ITALIANO PER ALUNNI 1-2 50h

MATEMATICA per alunni 1-2 30h




C-1-FSE-2014-1177

4 Moduli


D 1

Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione

TUTTI AL TRAGUARDO:LIM LIM 30h



D-1-FSE-2014-18

1 Modulo


REGOLAMENTI


PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

Art 3 D.P.R. 21 Novembre 2007

Visto  L’art 3 del D.P.R. 235/2007

Visto il piano dell’Offerta Formativa

Vista la Carta dei Servizi

 Preso atto che:

 

La Scuola è l’istituzione che ha il compito, in attuazione dei principi sanciti dagli articoli 3 e 34 della Costituzione, di offrire a tutti i cittadini: pari opportunità formative ed educative, il pieno sviluppo di ogni individuo e la crescita armonica e produttiva della società.



Tutte le sue componenti Dirigente, insegnanti, alunni, collaboratori scolastici, personale amministrativo, concorrono, grazie all’impegno, lo studio, il confronto democratico, al rispetto del regolamento interno, alla realizzazione degli obiettivi formativi individuati dal Collegio  dei Docenti, in coerenza con le esigenze e le aspettative del territorio.

Con questo “patto” le famiglie assumono l’impegno di rispondere direttamente dell’operato dei figli, nell’ambito di una definizione più dettagliata e condivisa dei diritti e dei doveri verso la Scuola.

Il Genitore/Affidatario e il Dirigente Scolastico

sottoscrivono il seguente Patto Educativo di corresponsabilità

Con il quale

 

LA SCUOLA SI IMPEGNA A:



 

·      creare un clima sereno e corretto, favorendo lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze, la maturazione dei comportamenti e dei valori, il sostegno nelle diverse abilità, l’accompagnamento nelle situazioni di disagio, la lotta ad ogni forma di pregiudizio e di emarginazione;

·      realizzare i curricoli disciplinari e le scelte progettuali, metodologiche e pedagogiche elaborate nel Piano dell’Offerta Formativa.

·      procedere alle attività di verifica e di valutazione in modo congruo rispetto ai programmi e ai ritmi di apprendimento, chiarendone le modalità ed i risultati;

·      comunicare costantemente con le famiglie, in merito ai risultati, alle difficoltà, ai progressi nelle discipline di studio oltre che ad aspetti inerenti il comportamento e la condotta;

·      prestare ascolto, attenzione, assiduità e riservatezza ai problemi degli alunni, così da ricercare ogni possibile sinergia con le famiglie.

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A:

 

·      instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettando la loro libertà di insegnamento e la loro competenza valutativa;



·      tenersi aggiornata su impegni, scadenze, iniziative scolastiche, controllando costantemente le comunicazioni scuola-famiglia (circolari cartacee diario);

·      partecipare alle riunioni previste, in particolare quelle dell’inizio dell’anno, nel corso delle quali vengono illustrati il P.O.F., il Regolamento della scuola, le attività che saranno svolte nell’anno;

·      Rispettare gli  orari di ingresso e di uscita ( le uscite anticipate saranno consentite per seri ed urgenti motivi previa autorizzazione formale del D.S.)

·      Giustificare i ritardi e le assenze (le assenze per malattia superiore a 5 giorni devono essere giustificate con certificato del medico curante)

·      Uso della divisa scolastica (solo nei periodi più caldi, ultimo mese di lezione, sarà consentito indossare gonna o pantaloni scuri con “polo” bianca)

·      Verificare attraverso un contatto frequente con i docenti che l’alunno rispetti le regole della scuola  da considerarsi come mancanze disciplinari:

    -presentarsi alle lezioni ripetutamente sprovvisti del materiale scolastico ;

    -portare a scuola oggetti o materiali pericolosi;

·          -uso di cellulari e/o giochi elettronici durante le attività (è previsto il ritiro temporaneo   dell’oggetto   che sarà consegnato alla famiglia )

    -il mancato rispetto dei locali, arredi e oggetti personali o comuni    offendere con parole, gesti, o azioni il personale scolastico o i compagni;

     -ogni altro comportamento che sia ritenuto gravemente scorretto dall’equipe degli insegnanti   

·   intervenire, con coscienza e responsabilità, rispetto ad eventuali danni provocati dal figlio a carico di persone,  arredi, materiale didattico, anche con il recupero e il risarcimento del danno.

·        Informare le docenti di eventuali patologie o di intolleranze alimentari, si richiede che venga fornito fotocopia di un certificato medico da consegnare all’ufficio mensa e/o alle docenti. Le famiglie dei bambini che per motivi religiosi non possono assumere determinati cibi sono pregati di consegnare una dichiarazione scritta degli alimenti da evitare.

·        Gli insegnanti non sono autorizzati a  somministrare alcun tipo di farmaco. Per i farmaci salvavita è obbligatorio portare certificato medico e l’autorizzazione della famiglia.

·        Le feste a scuola sono un momento di aggregazione e di allegria: è possibile festeggiare con dolci,salatini, bibite…..L’unico vincolo è che siano confezionati.

·        Discutere, presentare e condividere con i propri figli il Patto Educativo sottoscritto con l’istituzione scolastica.

 

AVVISI E RECLAMI



 

In base alla gravità e/o alla frequenza delle mancanze saranno applicati i seguenti interventi educativi.

a-richiamo verbale;

b-comunicazione scritta da parte degli insegnanti dell’equipe alla famiglia;

c- convocazione da parte del Dirigente Scolastico;

d-si possono produrre reclami, il ricevente è obbligato all’accertamento o verifica circa le circostanze segnalate e ad informare le parti sugli esiti degli accertamenti.

 INOLTRE:

Ai sensi del DLG. 196 /2003 si autorizza la pubblicazione di immagini del /la figlio/a sul sito della scuola o in filmati e testi esclusivamente per motivi coerenti con il programma didattico- educativo di Istituto (es FOTO di classe nel giornale telematico; cartelloni per manifestazioni scolastiche)

Il genitore, presa visione delle regole che la scuola ritiene fondamentali per una corretta convivenza civile, sottoscrive, condividendone gli obiettivi e gli impegni, il presente Patto educativo di corresponsabilità insieme con il Dirigente scolastico, copia del quale è parte integrante del Regolamento d’Istituto.

 Regolamento per le visite guidate


La scuola considera le uscite didattiche e le visite guidate parte integrante e qualificante dell’Offerta Formativa e momento privilegiato di conoscenza, comunicazione e socializzazione.

Le uscite didattiche e le visite guidate collegano l’esperienza scolastica all’ambiente esterno nei suoi aspetti fisici, umani, culturali e produttivi in forma di :



  • Lezione all’aperto

  • Partecipazione ad attività teatrali

  • Partecipazione ad attività collegate con l’educazione ambientale

  • Partecipazione ad attività collegate a manifestazioni culturali.

Per uscite didattiche sul territorio si intende quelle uscite che si effettuano nell’arco di una sola giornata, per una durata non superiore all’orario scolastico giornaliero, nell’ambito del territorio del Comune.

Per visite guidate si intende le uscite che si effettuano nell’arco di una sola giornata, per una durata uguale o superiore all’orario scolastico, al di fuori del territorio del Comune.

Il presente regolamento si applica su tutti gli alunni del Circolo Didattico “G. Pascoli di Grumo Nevano e dovrà essere reso noto e diffuso agli alunni, ai genitori,al personale docente e non docente.

Il Consiglio di classe e di interclasse elabora annualmente le proposte, sulla base delle specifiche esigenze didattiche ed educative della classe.

Il Collegio dei Docenti elabora ed esamina annualmente il Piano delle Uscite, che raccoglie le proposte di visite guidate. Approva il Piano delle Uscite dopo averne verificata la coerenza con il Piano dell’Offerta Formativa.

Le famiglie vengono informate, esprimono il consenso e l’autorizzazione in forma scritta alla partecipazione del figlio e sostengono economicamente il costo dell’uscita.

Il Consiglio di Circolo verifica l’applicabilità e l’efficacia del presente regolamento che determina i criteri e le linee generali per la programmazione e l’attuazione delle iniziative proposte, delibera annualmente il Piano delle Uscite presentato e approvato dal Collegio dei Docenti verificandone la congruenza.

Il D. S. controlla le condizioni di effettuazione delle singole uscite per quanto riguarda le garanzie formali, le condizioni della sicurezza delle persone, l’affidamento delle responsabilità, il rispetto delle norme, le compatibilità finanziarie, dispone gli atti amministrativi necessari all’effettuazione delle uscite.

Il docente referente:


  • Raccoglie tutti gli elementi e le informazioni per la compilazione del modulo delle uscite.

  • Definisce puntualmente gli itinerari, raccoglie le informazioni e provvede ad effettuare le prenotazioni necessarie riguardanti le uscite.

  • Verifica che le uscite siano state deliberate dal Consiglio di Circolo.

  • Sigla e consegna il modulo compilato in tutte le sue parti in Segreteria per l’autorizzazione del Dirigente Scolastico(almeno 20gg. prima dell’effettuazione della visita).

  • Inoltra richiesta scritta di prenotazione pullman (con congruo anticipo) indicando: numero di alunni, numero di accompagnatori, orario di partenza, luogo di partenza e orario previsto di rientro.

  • Ritira le quote di partecipazione, sostenute dai genitori, di ogni classe per consentire ed effettuare i dovuti pagamenti per le varie destinazioni e per il trasporto, almeno una settimana prima della data prevista per l’uscita.

E’ fatto divieto di effettuare visite guidate nell’ultimo mese delle lezioni.

Le uscite didattiche e le visite guidate, essendo esperienze integranti la proposta formativa della scuola, hanno la stessa valenza delle altre attività scolastiche, la non partecipazione è un’eventualità eccezionale e obbliga gli alunni a frequentare regolarmente la scuola. Un’uscita programmata potrà non essere autorizzata dal D. S. se almeno i 2/3 degli alunni della classe non vi partecipa. Per ogni singola visita guidata va acquisito uno specifico consenso scritto dei genitori e sarà cura dei docenti informare preventivamente le famiglie sullo svolgimento dell’uscita. Per ogni uscita dovrà essere individuato un docente responsabile.


Per le proposte di uscita si devono rispettare le seguenti condizioni:

  • Elenco nominativo degli alunni partecipanti

  • Dichiarazione di consenso delle famiglie

  • Elenco degli accompagnatori con l’assunzione dell’obbligo di vigilanza.

La partecipazione alle uscite rimane limitata agli alunni e al relativo personale, non è consentita la partecipazione dei genitori, fatta eccezione per i Rappresentanti di Classe e per situazioni particolari dovute a condizioni personali degli alunni. Gli accompagnatori devono essere non meno di uno ogni 15 alunni partecipanti, fermo restando che può essere autorizzato dal Dirigente Scolastico l’eventuale elevazione di un’unità degli accompagnatori fino ad un massimo di 3 unità complessivamente per classe.

Tutti i partecipanti alle uscite devono essere garantiti da polizza assicurativa contro gli infortuni. In sostanza il docente che accompagna gli alunni nel corso delle uscite didattiche, deve tener conto che continuano a gravare su di esso le medesime responsabilità che incombono nel normale svolgimento delle lezioni.

Per quanto riguarda l’autotrasporto, si porrà particolare attenzione nella scelta della ditta, al fine di garantire la massima sicurezza, che dovrà produrre completa documentazione, attestante tutti i requisiti prescritti dalla legge in relazione all’automezzo usato.

Il presente regolamento entra in vigore il giorno della sua approvazione da parte del Consiglio di Circolo e scade il 31 agosto 2012. Dopo tale data è prorogato tacitamente fino all’ approvazione di un nuovo Regolamento.



 



Progetto d’istituto
Rapporti con le famiglie
Con il potenziamento dell’offerta formativa



1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale