Gustave Courbet – “L’onda”- 1869. Olio su tela 63x88cm. Collezione privata



Scaricare 0.99 Mb.
Pagina1/5
21.12.2019
Dimensione del file0.99 Mb.
  1   2   3   4   5







Gustave Courbet – “L’onda”- 1869. Olio su tela 63x88cm. Collezione privata

Il mare è un tema molto frequente nella pittura di paesaggio. Esso riflette generalmente i colori del cielo, ma i suoi colori possono cambiare in relazione alle caratteristiche ed alla profondità del fondale; nell’acqua, poi, essi si arricchiscono di mutevoli riflessi determinati dal continuo movimento delle onde. Il mare può essere calmo, addirittura piatto, oppure leggermente increspato, percorso da morbide onde o, ancora, agitato o burrascoso. Gli artisti hanno cercato di riprodurre il fascino del mare sin dai tempi lontani e lo hanno rappresentato nei modi più vari. Le cosiddette “marine”, cioè i quadri che ritraevano il mare, le navi e a volte le case del porto, hanno costituito un “genere” della pittura del Seicento e del Settecento che, specialmente in Olanda, ha avuto un notevole successo. Nei secoli precedenti, il mare era apparso molto di rado nelle opere pittoriche, soltanto come fondale azzurro per scene di carattere storico, religioso e mitologico. Nel corso del XIX secolo, grazie ad una nuova concezione della natura e al genio di alcuni artisti, il paesaggio guadagna pari dignità dei generi pittorici da sempre considerati “maggiori”. All’interno di questo mutamento il MARE dall’essere completamente ignorato nel corso della Storia dell’Arte, assume un ruolo importante nelle tele dell’Ottocento.






Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale