Gustave Courbet – “L’onda”- 1869. Olio su tela 63x88cm. Collezione privata



Scaricare 0.99 Mb.
Pagina2/5
21.12.2019
Dimensione del file0.99 Mb.
1   2   3   4   5
IL MARE VISTO DALL’ARTISTA

JOSEPH MALLORD WILLIAM TURNER

L’artista Joseph Mallord William Turner (1775-1851) è un pittore ROMANTICO, egli concentra la sua attenzione nel paesaggio che domina la scena. Ciò che lo ha maggiormente interessato è l’aspetto grandioso e terribile della natura, la violenza dell’uragano. Il furore della tempesta, gli spettacoli “sublimi” e terrificanti di fronte ai quali l’uomo si sente piccolo e deve lottare per la sua sopravvivenza. Il paesaggio diventa così “uno stato d’animo“, un riflesso non soltanto di ciò che l’artista percepisce con gli occhi, ma soprattutto uno specchio dei sentimenti che prova, delle emozioni che lo agitano intimamente.



Tempesta di neve”1842 -olio su tela 122x91- Tate Gallery Londra

Il quadro “ Tempesta di neve” è uno degli esempi più noti della ricerca di Turner legata alla percezione della forza della natura. Lo scatenarsi di una tempesta di neve avviene in mare, travolgendo una nave che nel quadro appena si intravedene nel gran turbinio d’acqua che Turner rappresenta. Per dipingere questo quadro, Turner volle sperimentere la trepidazione che si prova su un vascello quando il mare è in tempesta. Si fece legare all’albero maestro per ben quattro ore, mentre l’imbarcazione sfidava le onde. Osservando il dipinto, sembra che l’artista abbia piantato il cavalletto nel mezzo dell’oceano, al centro di una spirale che spazza via tutto, abbatte alberi, spezza timoni e prue. In questa tela, Turner abbandona la rappresentazione figurativa per darsi ad una pittura di gesto che sfiora quasi l’astratto. Il quadro, troppo in anticipo sui gusti del tempo, non ricevette critiche entusiastiche. Per esso, come per altre tele del pittore, i critici inglesi parlarono di “pasticceria”, in quanto un quadro così fatto sembrava loro più un tavolo sporco di latte, farina, uova, cioccolato, ecc. che non ad una tela di un pittore.



Onde che si infrangono contro il vento” 1835- olio su tela, 58x88 cm. Londra, Tate Gallery-

Il titolo del quadro “Onde che si infrangono contro il vento”, è sufficiente a descrivere il soggetto: sotto la sferza del vento, le onde si sollevano, si infrangono l’una contro l’altra. La breve striscia marrone, in basso a destra, sembra raffigurare la costa. In quasi tutta l’opera, il colore è steso in diversi strati e diluito come nella tecnica dell’acquerello, all’artista bastano pochi tocchi finali di materia più densa per terminare il quadro. Turner raffigura una tempesta sull’Oceano, affidandosi soltanto ai colori: bianchi, grigi in diverse gradazioni, ocre chiarissimi. Le raffiche di vento si scontrano con la massa d’acqua, s’innalzano spruzzi altissimi che si uniscono quasi alle nuvole, come in una tromba d’aria in formazione.




Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale