Hannah Arendt (1906-1975)



Scaricare 39.5 Kb.
Pagina1/7
23.03.2019
Dimensione del file39.5 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7

Hannah Arendt (1906-1975)

«La libertà è l’essenza dell’individuo umano e la giustizia l’essenza della convivenza umana. Entrambe potranno sparire dalla faccia della terra solo con l’estinzione fisica della razza umana.» Hannah Arendt. La convinzione reggente: «La politica è la sfera dell’esistenza autentica, il luogo esclusivo e privilegiato dove all’uomo è dato realizzarsi in quanto uomo. Il privato, al contrario, è privazione di autenticità, ripetizione, routine.» (Flores D’Arcais Paolo 2006 Hannah Arendt. Esistenza e libertà, autenticità e politica, Fazi editore, Roma) L’evidente richiamo delle note affermazioni di Aristotele: «quindi chi non è in grado di entrare nella comunità o per la sua autosufficienza non ne sente il bisogno, non è parte dello stato, e di conseguenza è o bestia o dio. Per natura dunque c’è in tutti lo stimolo a costituire una siffatta comunità: chi per primo l’ha fondata è stato la causa dei maggiori beni. Infatti l’uomo che, se ha realizzato i suoi fini naturali, è il migliore degli animali, quando non ha né leggi né giustizia è il peggiore.» (Aristotele, Politica 1253a28-33)

0.1. Come un manifesto. “Undici tesi su Hannah Arendt”come le 11 tesi su Feuerbach.

0.2. Schema per introdurre 0.2.1.






Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale