Her work falls into three distinct aspects



Scaricare 37.5 Kb.
22.12.2017
Dimensione del file37.5 Kb.

PB.doc

Paola Beretta was born in La Spezia, North Italy. She now lives in Monsummano Terme in Central Tuscany. Her life has combined teaching, writing and art. She has exhibited in Florence (biennale), Venice ( centenary biennale), Padua, New York, Basel, Cancun, London and more recently in Rome, Palermo and Florence.

Her work falls into three distinct aspects.

In the first, her strong, dynamic temperament can be seen in the use of explosive, vivid colouration. Like the Fauves her techniques here, though individually expressed, show the influences of Post-cubism and Futurism.

In contrast other pictures show the sensual physicality of her character. Here softer, quieter colours are employed to create more diffused compositions. We see clearly defined, muscular figures in thoughtful, philosophical poses set against ambiguous backgrounds. There is a sense of abstract tenderness.

The third strand of her work expresses ironically the social and political contradictions and paradoxes inherent within our society. The physical structure of these pictures replicate the tensions inside modern day Life, confronting us with the eternal problems of existence.


Paul Dixon

Paola Beretta, nata a La Spezia, vive a Monsummano Terme in provincia di Pistoia. Nella sua vita ha combinato l’insegnamento con la pittura, per poi divenire autrice di un libro di narrativa, racconti, poesie. Oltre a varie personali ha esposto alla Biennale di Firenze, a quella di Venezia in occasione del centenario, a Padova, New York, Cancún, Basel, Londra e più recentemente di nuovo a Roma, Palermo e Firenze.

La sua opera mostra tre differenti aspetti. In primis il suo forte temperamento, il suo dinamismo si manifestano nell’uso di una vivace gamma cromatica. Pur individualmente espresse, si riconoscono qui influenze Fauves, del Post-cubismo, del Futurismo.

Altrove la sensualità del suo carattere diventa il motivo prevalente, i colori si fanno morbidi e tenui, le figure, chiaramente definite, si stagliano in atteggiamenti pensosi contro sfondi ambigui. Vi si respira un senso di tenerezza astratta, di meditazione filosofica.



Altre volte l’autrice vuole evidenziare, non senza ironia, contraddizioni e paradossi della nostra società, tensioni della vita moderna, confrontandoci con gli eterni problemi dell’esistenza per poterli trascendere.

Come autrice , ha pubblicato nel 2008 con A.Car “Da Quanto Tempo Non Mi Ascolti”, finalista al XXVIII Premio di Firenze e I Premio per la Narrativa a Tropea; alcune sue poesie sono state inserite nel “CORO”, antologia poetica pubblicata da Luna Nera.


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale