I beni pubblici sono I beni appartenenti allo stato o agli altri enti territoriali



Scaricare 19.5 Kb.
12.11.2018
Dimensione del file19.5 Kb.

I beni pubblici – scheda di riepilogo

I BENI PUBBLICI sono i BENI APPARTENENTI ALLO STATO O AGLI ALTRI ENTI TERRITORIALI.


Questi beni hanno un regime giuridico particolare che li differenzia da quello dei beni di proprietà privata e serve a garantire la loro perdurante destinazione a fini di interesse pubblico.
((Un regime giuridico particolare: che cosa vuol dire in questo caso ‘regime giuridico’? Usiamo l’espressione ‘regime giuridico di un bene’ per indicare l’insieme delle norme cui quel bene è soggetto e che definiscono, per esempio, di quale tipo di atti di disposizione o modi di acquisto può o meno essere oggetto, se può o non può essere alienato o dato in affitto, se può o non può essere espropriato, ecc.))
I BENI PUBBLICI sono distinti in due grandi categorie:


  • BENI DEMANIALI

a loro volta distinti in

  • Beni del demanio necessario

  • Beni del demanio eventuale




  • BENI PATRIMONIALI

distinti in

  • Beni patrimoniali indisponibili

  • Beni patrimoniali disponibili

Questa distinzione è fissata nel codice civile.


In generale va tenuto presente che i beni demaniali (necessari o eventuali) e patrimoniali indisponibili hanno in comune un vincolo di destinazione all’utilità pubblica;

mentre i beni patrimoniali disponibili sono semplici proprietà dello Stato o degli enti territoriali che da essi traggono utilità o redditi.


Il termine DEMANIO viene dal latino dominium, e significa ‘proprietà’. Il termine PATRIMONIO indica generalmente il complesso dei mezzi economici che appartengono a qualcuno. La distinzione tra le due categorie va compresa così: fanno parte del patrimonio tutti i beni che non sono demaniali.
La distinzione tra beni demaniali e beni patrimoniali, così come quella tra le loro sottocategorie, è una distinzione di origine storica (alcuni beni sono sempre stati pubblici, e fanno parte del demanio; altri che si sono aggiunti sono stati classificati come patrimoniali) e sistematica (per esempio: la distinzione tra demanio marittimo terrestre e aereo riflette la estensione della sovranità statale, che ha confini terrestri, marittimi e aerei, che ha fornito lo schema intorno a cui costruire la categoria dei beni demaniali necessari).
Quando si dice che una distinzione ha origini storiche e sistematiche si vuol dire che sarebbe inutile cercare di spiegarsela in termini logici e astratti (in effetti non si potrebbe spiegare molto bene a fil di logica perché un certo bene è demaniale e uno è patrimoniale), ma è possibile spiegarla solo tenendo conto della storia, da una parte, e dell’esigenza, molto forte nel diritto, di raggruppare, categorizzare, ordinare (‘sistematizzare’) situazioni simili tra loro per dare ad esse un ordine, dall’altra parte.

I beni pubblici sono un insieme che si è stratificato nel tempo, per effetto di fenomeni diversi, come per esempio il diverso ruolo assunto nel tempo dallo stato e dagli enti pubblici nella realizzazione di infrastrutture e nell’economia (il lido del mare è sempre esistito ed è sempre occorso sorvegliarlo perché non arrivassero le navi nemiche; le ferrovie e gli aeroporti sono stati realizzati in un tempo diverso, e così pure le case di edilizia popolare pubblica) e sono raggruppati in categorie che tendono a riunire beni di simili per l’origine storica e le funzioni assolte.


I BENI DEMANIALI SONO I BENI DELLO STATO E DEGLI ENTI TERRITORIALI (STATO REGIONE PROVINCE E COMUNI) DESTINATI ALL’USO DIRETTO O INDIRETTO DEI CITTADINI O ALLA DIFESA DELLA NAZIONE: IN GENERALE, SONO DESTINATI A SODDISFARE BISOGNI COLLETTIVI.
SONO SEMPRE BENI IMMOBILI O RACCOLTE DI BENI MOBILI (es.: una pinacoteca è una raccolta di dipinti, che sono beni mobili; un edificio è un bene immobile).


  • Il regime giuridico dei beni demaniali è il seguente: essi




  1. SONO INALIENABILI – NON USUCAPIBILI – NON ESPROPRIABILI – E NESSUNO PUO’ ACQUISIRE SU DI ESSI DIRITTI SE NON NEI LIMITI DELLE LEGGI CHE LI REGOLANO;

B) POSSONO ESSERE DATI IN LOCAZIONE O CONCESSIONE.




Sono inalienabili: non possono essere venduti.

Non sono usucapibili. L’usucapione è un modo di acquisto della proprietà, che consegue all’essere stati nel possesso indisturbato di un certo bene per un certo periodo fissato dalla legge, come se se ne fosse proprietari, mentre non lo si è. Se una persona coltiva per lunghissimo tempo un terreno demaniale, e ne raccoglie i frutti, non lo acquista per usucapione (mentre lo potrebbe acquistare se il fondo fosse privato).

Non sono espropriabili. Un bene privato può essere dichiarato di pubblica utilità, cioè dichiarato necessario per realizzare un’opera pubblica (esempio la costruzione di una strada), e espropriato, cioè il privato che ne è proprietario può essere privato del suo diritto su quel bene (salvo indennizzo). Questo non può accadere ai beni demaniali.

Nessuno può acquisire su di essi diritti. Se io per lungo tempo attraverso il fondo del vicino per raggiungere la strada comunale, posso acquistare, per effetto del decorso del tempo, un diritto di passaggio (sarebbe un diritto reale di servitù, reale perché inerente su una cosa, che è il fondo) su quel fondo, sicché se un domani il vicino vende il suo fondo, il mio diritto sarebbe opponibile al suo acquirente, potrei continuare a passare sul fondo anche una volta diventato proprietario di altre persone. Questo non può accadere sui beni demaniali.

Possono essere dati in locazione o concessione: es. il demanio marittimo, il lido del mare, può essere dato in concessione per realizzarvi stabilimenti balneari, dietro il pagamento di un canone all’ente che ne proprietario.
IL DEMANIO NECESSARIO E’ COMPOSTO DAI BENI CHE NON POSSONO CHE APPARTENERE ALLO STATO O AGLI ALTRI ENTI PUBBLICI TERRITORIALI (demanio marittimo idrico e militare).
IL DEMANIO EVENTUALE E’ COMPOSTO DA BENI CHE POTREBBERO ANCHE NON APPARTENERE ALLO STATO O ALTRI ENTI PUBBLICI TERRITORIALI MA CHE, SE APPARTENGONO A UNO DI QUESTI ENTI, HANNO LO STESSO REGIME DEI BENI DEMANIALI (sono inalienabili – non usucapibili – non espropriabili – e nessuno puo’ acquisire su di essi diritti). Appartengono al demanio eventuale le strade i porti gli aeroporti (demanio stradale, portuale, aeroportuale) gli acquedotti e i beni storici artistici e culturali.
I BENI PATRIMONIALI SONO TUTTI I BENI CHE APPARTENGONO A UN ENTE PUBBLICO (ANCHE NON TERRITORIALE) E CHE NON SONO SOGGETTI AL REGIME SPECIALE DEI BENI DEMANIALI.
I BENI PATRIMONIALI INDISPONIBILI SONO QUELLI SU DI ESSI GRAVA UN VINCOLO DI DESTINAZIONE, CHE PUO’ ESSERE MODIFICATO (= DI CUI E’ POSSIBILE DISPORRE) SOLO NEI MODI STABILITI DALLA LEGGE.

SONO INALIENABILI, A MENO CHE NON VENGANO SOTTRATTI ALLA LORO DESTINAZIONE.



Es. demanio forestale, miniere cave e torbiere se pubbliche, cose di interesse storico artistico ecc. ritrovate nel sottosiuolo, la dotazione della presidenza della repubblica, caserme armamenti navi da guerra, edifici destinati a sede di uffici pubblici e i loro arredi, i beni destinati a un pubblico servizio.
I BENI PATRIMONIALI DISPONIBILI SONO SEMPLICEMENTE I BENI CHE APPARTENGONO A UN ENTE PUBBLICO (PER ES., IL PARCO MACCHINE DI UNA AMBASCIATA) E SONO SOGGETTI ALLE STESSE NORME DEI BENI DI PROPRIETA’ PRIVATA.


NB. Lo Stato e gli altri enti territoriali possono possedere tutte queste categorie di beni (demaniali e patrimoniali).
Gli enti pubblici non territoriali (es. una università) possono possedere solo beni patrimoniali disponibili e una unica categoria di beni patrimoniali indisponibili, ovvero gli edifici destinati a pubblico servizio.
elenco: silvianiccolai -> files
files -> Diritto delle pari opportunità e non discriminazione sa – a a. 2012-2013 – Prof ssa S. Niccolai – materiali 3
files -> Istituzioni di diritto pubblico 2015-2016 Prof ssa Silvia Niccolai
files -> Istituzioni di diritto pubblico 2016-2017 Prof ssa Silvia Niccolai f
files -> Istituzioni di diritto pubblico ao a a. 2015-2016– Prof ssa Silvia Niccolai
files -> Istituzioni di diritto pubblico ao a a. 2015-2016 Prof ssa Silvia Niccolai
files -> Istituzioni di Diritto Pubblico ao a. a 2015-2016 Prof ssa S. Niccolai
files -> Istituzioni di diritto pubblico ao a a. 2015-2016 Prof ssa Silvia Niccolai
files -> Istituzioni di diritto pubblico ao a a. 2015-2016 Prof ssa Silvia Niccolai II modulo
files -> Errata corrige introduzione
files -> 1. Stato e diritto nelle democrazie costituzionali Legge e Costituzione


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale