I temi dell’economia politica. Come si può definire l’economia politica?



Scaricare 21.88 Kb.
26.01.2018
Dimensione del file21.88 Kb.

D1I temi dell’economia politica.

  1. Come si può definire l’economia politica?

Economia indaga su tanti aspetti delle relazioni economiche.

L’economia politica è la disciplina che studia come aumentare la ricchezza nazionale.

Che cosa si intende per ricchezza nazionale?

La ricchezza nazionale è data dalla quantità e dalla qualità di beni e di servizi di cui possono godere i cittadini di uno Stato per soddisfare i propri bisogni.

Ricco è chi ha molto denaro? Il possesso del denaro si può identificare con la ricchezza solo in via mediata in quanto con il denaro possiamo comperare i beni e servizi che arricchiscono la nostra vita. Ma il denaro da solo non serve a nulla.



Ricco è un termine che viene dal longobardo rihhi che significa potente.

Che cosa significa letteralmente “economia”?

Economia è un termine che deriva dalla parola greca oikonomìa; composta da oikos (casa) e nòmos (regola).

L’economia nel significato originario del termine, è l’insi,eme delle regole utili per la buona amministrazione della casa.



Economia politica invece è un’espressione che deriva dall’unione di oikonomía e polis (città, Stato) e indica l’estensione alla città (e più in generale allo Stato) delle regole della buona amministrazione.

Qual è la differenza tra microeconomia e macroeconomia?

Microeconomia è chiamata quella parte dell’economia che concentra la propria attenzione sul singolo operatore (produttore, consumatore, risparmiatore ecc.)

Macroeconomia è chiamata, invece, quella parte della economia politica che concentra la propria attenzione sul sistema economico nel suo complesso analizzando gli effetti prodotti dall’andamento degli investimenti, dei consumi, del risparmio, della spesa pubblica, del prelievo fiscale e così via.

1b. Che cosa sono I bisogni, I beni e i servizi?

I bisogni sono quelle necessità umane che producono uno stato di tensione se non vengono soddisfatte.



Gli economisti dividono i bisogni in due categorie:

  • bisogni primari sono quelli la cui urgente soddisfazione è necessaria per la sopravvivenza stessa dell’uomo.(mangiare, bere, ripararsi dal freddo)

  • bisogni secondari sono quelli la cui soddisfazione rende più confortevole la vita (il bisogno di mangiare gelati, bere bibite frizzanti, ripararsi dal freddo con un pullover di ottima fattura, il bisogno di leggere libri, di ascoltare la musica)

Come si possono soddisfare i bisogni?

I bisogni possono essere soddisfatti, in funzione della loro natura, con beni o con servizi.

I beni sono tutte le cose capaci di soddisfare i nostri bisogni, dall’aria che respiriamo al panino al prosciutto.

Beni economici sono quelle cose che, essendo disponibili in quantità limitata, o dovendo essere prodotte, assumono un prezzo.

Servizi sono chiamate le attività che soddisfano i bisogni.


  1. Qual è la differenza tra reddito e patrimonio?

Ci sono Paesi, in Africa, o anche in Asia, che possiedono ampie riserve di materie prime, ma ci sono tra i più poveri del mondo.

Com’è possibile?



La ricchezza di un Paese può essere considerata in due modi: come patrimonio e come reddito. Patrimonio chiamiamo un insieme di beni.

Reddito chiamiamo un flusso di ricchezza che si rinnova continuamente.

Molti Paesi hanno un grande patrimonio costituito per lo più dalle risorse naturali .Altri Paesi, come l’Italia, non hanno un grande patrimonio in termini di risorse naturali, ma le loro imprese producono beni e servizi che generano un notevole reddito, cioè un notevole flusso di ricchezza. È meglio avere un grande patrimonio o un grande reddito?



Il patrimonio, se viene bene utilizzato, è fonte di reddito. Pensiamo a ciò che ricavano i Paesi arabi dalla estrazione e vendita del petrolio. Altre volte il patrimonio non riesce a produrre reddito sufficientemente elevato perché chi lo possiede non ha la capacità o la possibilità di utilizzarlo.

Indubbiamente le materie prime sono importanti. Il sistema produttivo di un Paese, se vuole battere la concorrenza internazionale, deve impegnare molto denaro nella ricerca scientifica e tecnologica. La materia prima più preziosa è il cervello.



Qual è la differenza tra ricerca scientifica e ricerca tecnologica?

La scienza scopre le leggi della natura. La tecnologia inventa le possibili applicazioni pratiche delle scoperte scientifiche. La scienza alimenta питает la tecnologia e la tecnologia alimenta питает la produzione производство. La ricerca scientifica è divisa su due parti: ricerca di base e ricerca applicata исследование примененное.



La ricerca di base è svolta dai ricercatori senza alcuna finalità commerciale окончания коммерческого ma solo per amore di conoscenza. Generalmente è finanziata финансируется dallo Stato o da altri enti предприятия pubblici.

La ricerca applicata invece è un tipo di ricerca più mirato исследование более целевое ad una applicazione immediata (esempio tipico è la ricerca farmaceutica) ed è solitamente finanziata da grandi imprese финансируемая большими редприятиями con finalità commerciali с окончанием коммерческим. L’Italia investe nella ricerca solo l’1,1% del PIL e si trova in una posizione di forte ritardo rispetto agli altri Paesi industrializzati. Ai primi posti per la spesa si trovano Stati Uniti, Giappone, Cina, Germania, Francia, Gran Bretagna.

  1. Come si calcola il prodotto interno lordo?

I beni e i servizi sono generalmente prodotti dalle imprese предприятия. Cosi la ricchezza di un Paese si misura sommando tutto quanto viene prodotto dalle sue imprese in un certo arco di tempo (generalmente un anno).

Prodotto interno lordo (abbreviato in PIL) viene chiamata la somma di beni e di servizi prodotti in un anno in un Paese.

Che cosa vuol dire “al netto dei reimpieghi”?

Immaginiamo che nel nostro Paese produca il grano che è stato impiegato per produrre farina e la farina è stata impiegata per produrre mille merendine. Tolti dunque i reimpieghi изгибы, cosi il nostro Paese si è arricchito обготилось solo di mille merendine. E solo queste mille merendine fanno parte del nostro prodotto interno lordo. Nel calcolo del PIL vanno considerati solo i beni e i servizi finali.



Perché il prodotto è “lordo”?

I macchinari техника vanno cambiati periodicamente perché si usurano исользуются изнашиваютс o perché diventano obsoleti устаревшие. Ciò significa che una parte del prodotto interno dovrà essere destinata agli ammortamenti аммортизированны. Parliamo di prodotto interno lordo semplicemente perché, per comodità, lo calcoliamo al lordo degli ammortamenti. Talvolta la produzione nazionale viene indicata come PNL, cioè prodotto nazionale lordo. La differenza tra PNL e PIL sta in ciò:

il PNL misura la produzione realizzata sia nel nostro Paese che all’estero da soggetti residenti in Italia;

il PIL misura la produzione realizzata esclusivamente in Italia sia da soggetti residenti nel nostro Paese che da soggetti residenti all’estero.

Un PIL in aumento indica un miglioramento delle condizioni economiche del Paese. Maggiore produzione, infatti, significa maggiori investimenti, maggiore occupazione занятость e maggiore reddito distribuito alle famiglie.

Un PIL in diminuzione indica, al contrario, un peggioramento delle condizioni economiche.

Se volessimo calcolare il PIL dell’Italia come dovremmo fare? Il PIL è dato dalla somma di beni e servizi finali prodotti in un anno. Ma non c’è dubbio che se volessimo sommare cose come automobili, merendine, capi bovini, libri e altro, ci troveremmo in difficoltà. La решение è uno - dare a tutte queste cose un valore in euro corrispondente соответствующе al loro prezzo di vendita e fare poi la somma di tutti i valori. In Italia l’ammontare колличество del PIL viene periodicamente rilevato периодически оценивается dall’Istituto Centrale di Statistica (ISTAT). 3.b. l’aumento del PIL coincide sempre con l’aumento del benessere sociale?

Ci sono Paesi, soprattutto nelle aree in via di sviluppo, dove il PIL è in aumento ma la maggior ricchezza prodotta, invece di essere impiegata per sostenere i redditi delle famiglie o per accrescere i servizi sociali, viene male utilizzata o finisce nelle mani di una ristretta oligarchia. Quando ciò avviene non si può dire che l’aumento del PIL si traduca in una crescita del benessere collettivo.



Condizioni minime affinché in un Paese prodotto interno lordo e benessere sociale coincidano:

  • che il tasso di disoccupazione уровень безработицы sia molto basso;

  • che i cittadini dispongano распологают di un ragionevole reddito розумный доход;

  • che i servizi pubblici siano di buon livello;

  • che l’ambiente sia ben tutelato ухожено.

Solo così si può affermare che la crescita economica è fonte di benessere sociale.



©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale