Il cambiamento linguistica Generale, parte II



Scaricare 63.5 Kb.
26.11.2017
Dimensione del file63.5 Kb.


Il cambiamento linguistico

  • Linguistica Generale, parte II

  • a.a. 2006-2007


Classificazioni delle lingue

  • Tipologica (morfologica; sintattica: OV/VO)

  • Areale (leghe linguistiche)

  • Socio-politica (es. Linguasphere)

  • Genealogica (famiglie linguistiche)



Il metodo comparativo

  • Individuare corrispondenze sistematiche tra fonemi e morfemi di più lingue

  • Ipotizzare la forma originaria della lingua madre e ricostruire i cambiamenti che hanno portato ai diversi esiti

  • Modello dell’ “albero genealogico” vs. “teoria delle onde” (isoglosse)



Le principali famiglie linguistiche

  • Indoeuropea

  • Camito-semitica (afro-asiatica)

  • Uralica o ugro-finnica

  • Sino-tibetana

  • Nigerkordofaniana

  • Altaica

  • Lingue isolate: basco, giapponese, coreano

  • Famiglie amerindiane, austronesiana



La famiglia indoeuropea

  • Indo-iranico

  • Slavo (orientale, occidentale, meridionale)

  • Italico

  • Germanico (settentrionale, orientale, occidentale)

  • Celtico

  • Baltico

  • Ellenico

  • Armeno,albanese,ittita...



Fattori esterni di cambiamento

  • Migrazioni

  • Colonizzazioni

  • Sono fattori più o meno “catastrofici”, che possono portare al contatto/modificazione (situazioni di diglossia) o anche all’estinzione.



Fattori interni di cambiamento

  • Lo scorrere del tempo (passaggio da una generazione all’altra)

  • Il rimescolamento delle varietà diastratiche

  • Itaque cum maesti deliberaremus quonam genere praesentem evitaremus procellam, unus servus Agamemnonis interpellavit trepidantes… (Satyricon, 26.8)



Il cambiamento fonetico

  • Bilabiali Labiodent. Dentali Alveolari Alveopal. Palatali Velari

  • p/b t/d k/g

  • f /v s/z S

  • ts/ dz tS/ dJ

  • m n ˆ

  • r-l ¥

  • j w



Il cambiamento fonetico

  • nocte(m) notte

  • septe(m) sette

  • scripsi scrissi

  • damnu danno

  • Assimilazione di un segmento al segmento precedente o seguente



Il cambiamento fonetico

  • sponsa sposa sponsali

  • insula isola insulare

  • Semplificazione di nessi consonantici

  • ripa riva

  • caballum cavallo

  • episcopu vescovo episcopale

  • pauperu povero depauperare

  • Lenizione: da occlusiva a fricativa in posizione intervocalica



Il cambiamento fonetico

  • clamare chiamare acclamare

  • flore(m) fiore floreale

  • flamma fiamma

  • clarus chiaro

  • sclavu schiavo

  • Lenizione: da laterale a semi-vocale



Il cambiamento fonetico

  • calidus caldo

  • domina domna donna

  • speculu speclu specchio speculare

  • oculu oclu occhio oculare

  • nebula *nebla nebbia nebuloso

  • Sincope: caduta di vocale in sillaba post-tonica



Il cambiamento morfologico

  • Perdita di categorie flessive (es.: Caso) e creazione di nuove (es: modo condizionale)

  • Lupum vidit agnus

  • l’agnello vide il lupo

  • Agnus vidit lupum

  • Si loqueretur, diceret  se parlasse, direbbe



Il cambiamento morfologico

  • L’analogia tende a regolarizzare i paradigmi

  • - amabam > amava > amavo (amo)

  • - /E/, /O/ > /jE /, /wO / in sillaba aperta accentata

  • sièdo, sièdi, siède, sediàmo, sedète, sièdono

  • suòno, suòni, suòna, suoniàmo, suonàte, suònano



Il cambiamento morfologico

  • Grammaticalizzazione: un elemento inizialmente dotato di contenuto lessicale riduce/genericizza il suo significato e diventa una parola grammaticale (per rianalisi); viene generalizzato a tutti i contesti di un certo tipo (per analogia); in seguito può perdere indipendenza morfo-fonologica, trasformandosi in un clitico e in un affisso flessivo

  • parola lessicale > parola grammaticale > clitico > morfema flessivo



Il cambiamento morfologico

  • Il futuro in francese/italiano (H&T 1993, 42-44)

  • I. canta-bo (futuro latino sintetico)

  • habere+INF (perifrasi futurale)

  • De re publica nihil habeo ad te scribere ... (Cicerone)

  • II. [[cantare] habeo][cantare habeo] (rianalisi)

  • III. [cantare habeo]  cantar-ò  canterò

  • (grammaticalizzazione)

  • franc. Je vais chanter, ingl. I am going to (gonna) sing



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese (H&T 1993, 45-48)

  • I. Middle English: i verbi precedono la negazione

  • it aperteneth not to a wys man to... (c.1380, Chaucer)

  • can, may.. possono essere forma composta

  • Any man e whiche hadde mowJt to scapen e deth

  • can, may.. possono occorrere in sequenza

  • ...noJt to may will haue is of grete vertew



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese

  • II. Early Modern English: indebolimento della morfologia flessiva del verbo

  • Late ME/ENE Present Day English

  • I knowe I know

  • thou knowest you know

  • (s)he knoweth (s)he knows



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese

  • I verbi lessicali non precedono più la negazione e prendono l’ausiliare do in frase negativa

  • * John likes not Mary

  • John does not like Mary



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese

  • TP

  • NP T'

  • John T VP

  • like+s Neg V'

  • not V NP

  • Mary

  • Ipotesi: per l’indebolimento della morfologia flessiva, V non sale più a T



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese

  • TP

  • NP T'

  • John T VP

  • do+es Neg V'

  • not V NP

  • like Mary

  • La morfologia flessiva è portata dall’ausiliare do, un elemento funzionale inserito direttamente in T



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese (H&T 1993, 45-48)

  • I verbi modali tuttavia precedono la negazione e non prendono l’ausiliare do

  • John can not help Mary

  • * John does not can help Mary

  • Ipotesi: i verbi modali vengono ricategorizzati come elementi funzionali generati nella testa T, come l’ausiliare do (la grammaticalizzazione come fatto sintattico)



Il cambiamento sintattico

  • I modali in inglese

  • TP

  • NP T'

  • John T VP

  • can Neg V'

  • not V NP

  • help Mary



Il cambiamento semantico/lessicale

  • Restringimento del significato:

  • Lat. necare ‘uccidere’ annegare

  • Ampliamento del significato:

  • Lat. caballus ‘ronzino’  cavallo

  • Cambiamento per metafora:

  • Lat. testa ‘vaso di coccio’  testa

  • Cambiamento per metonimia:

  • Lat. bucca ‘guancia’  bocca



Il cambiamento semantico/lessicale

  • Innalzamento del significato:

  • Lat. minister ‘servo’ servo del re  ministro

  • Astrazione del significato:

  • Lat. capere ‘afferrare colle mani’  capire



Approfondimenti

  • Hopper & E. Traugott. 1993. Grammaticalization. Cambridge University Press.





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale