Il decadentismo verso la crisi



Scaricare 190 Kb.
Pagina38/55
29.03.2019
Dimensione del file190 Kb.
1   ...   34   35   36   37   38   39   40   41   ...   55
Salvatore QUASIMODO

La vita

Nasce a Modica (Ragusa) nel 1901. Il padre è capostazione nelle ferrovie. Si diploma all'istituto tecnico e, nel 1919, si trasferisce a Roma dove frequenta la facoltà di ingegneria. Abbandona presto gli studi per guadagnarsi da vivere come impiegato. Studia il latino e il greco e, nel 1929, prende contatti, a Firenze, tramite Elio Vittorini, con Montale e l'ambiente di Solaria.


Nel 1940, "per chiara fama", diventa docente di letteratura italiana al conservatorio G. Verdi di Milano. 
Nel 1959 riceve il premio Nobel per la letteratura. Raggiunge una vasta notorietà. L'alloro dell'accademia svedese gli giunge come riconoscimento del suo nuovo corso poetico, caratterizzato da un caldo impegno civile e umano e da un'accessibilità, che la sua prima produzione non possedeva.
Muore a Napoli, in seguito ad emorragia cerebrale, nel 1968.

Opere

Acque e terre (1930); Oboe sommerso (1932); Erato ed Apollion (1936); Ed è subito sera (1942); Giorno dopo giorno (1947); La terra impareggiabile (1958; Tutte le poesie (1960)



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   34   35   36   37   38   39   40   41   ...   55


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale