Il decadentismo verso la crisi



Scaricare 190 Kb.
Pagina45/55
29.03.2019
Dimensione del file190 Kb.
1   ...   41   42   43   44   45   46   47   48   ...   55
Primo LEVI

La vita
Di origini ebree, nasce a Torino il 31 luglio 1919. Il padre, Cesare, è un ingegnere elettronico, curioso di tutte le novità. La madre, Ester Luzzati, che ha diciassette anni meno del marito, discende da una famiglia di agiati mercanti.
Nel 1921 nasce Anna Maria, la sorella, cui lo scrittore resterà legato per tutta la vita.
Nell'infanzia, Primo è cagionevole di salute; per tale motivo termina le scuole elementari privatamente. Frequenta più tardi il ginnasio-liceo Massimo d'Azeglio. Coltiva un vivo interesse per le scienze e per la montagna. Ha difficoltà in italiano, materia nella quale verrà infatti rimandato. All'università si iscrive a Chimica, in cui si laurea col massimo dei voti e la lode.
Nel 1942, vinto da un tumore, muore il padre Cesare. Per sopravvenute difficoltà economiche Primo si trova un lavoro, dapprima in una cava d'amianto, poi, a Milano, presso un'azienda farmaceutica svizzera. Caduto il fascismo, ha contatti con la Resistenza; fatto prigioniero, viene deportato, nel febbraio del 1944, nel lager nazista di Auschwitz.. Ne uscirà, profondamente segnato dall'esperienza, raggiungendo casa nell'ottobre del 1945.
Trova impiego in una fabbrica di vernici vicino Torino. Scrive. Nel 1947 sposa Lucia Morpurgo. L'anno dopo nasce la figlia Lisa Lorenza. Nel 1957 nasce il figlio Renzo
Lo scrittore muore suicida, gettandosi nella tromba delle scale, in seguito a una depressione l'11 aprile 1987.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   41   42   43   44   45   46   47   48   ...   55


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale