Il decadentismo verso la crisi


d. il superomismo di Nietzsche



Scaricare 190 Kb.
Pagina8/55
29.03.2019
Dimensione del file190 Kb.
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   55
d. il superomismo di Nietzsche
La filosofia di Nietzsche si inserisce, come gli atteggiamenti decadenti esaminati, nel più vasto movimento di reazione antipositivistica e di polemica contro la tirannia della ragione scientifica.
Contro l'angusto conformismo dei principi democratico-egualitari e contro la banale fiducia nel progresso che avviliscono le più vive componenti della personalità umana e livellano tutti, Nietzsche innalza con accenti lirici la sua protesta esaltando invece la forza, l'amore sessuale, la gioia di vivere e , all'apice di tutto, lo spirito agonistico e la volontà di potenza. Sono queste le precipue componenti di quello che egli chiama "lo spirito dionisiaco".
Il momento dionisiaco si realizzerà nel superuomo che, vanificando ogni remora e condizionamento, realizzerà pienamente un nuovo esemplare di umanità, al di là della morale comune con i suoi concetti di bene e di male, di pietà per i falliti e per i deboli, destinati in questa lotta a soccombere.
La quale morale comune, poi, per Nietzsche, non è che una forma di mascheramento, di menzogna, di falsa coscienza, che presenta come valori morali, chiamandoli pietà e altruismo, la debolezza e l'affievolirsi della gioia dionisiaca del vivere. Si tratta secondo Nietzsche dei frutti avvelenati prodotti dalla predicazione cristiana.
La posizione del filosofo tedesco è apertamente antidemocratica. La polemica contro il livellamento democratico e il conseguente culto per l'uomo d'eccezione, porta ad auspicare l'avvento di un governo forte, di una politica di acceso nazionalismo.
Nietzsche introduce poi nuovi motivi nel decadentismo e cioè l'attivismo, il vitalismo, la ricerca del rischio e dell'esperienza di vita al di là del bene e del male. A prima vista sembra trattarsi di una contraddizione con quegli aspetti del decadentismo già trattati e in parte lo è, ma medesima è la radice, il punto di partenza: il distacco dell'artista dalla società, la sua solitudine che, disprezzando gli altri, o si incupisce nella disperazione  o si esalta nella sperimentazione di una vita ferina e faunesca.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   55


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale