Il diritto all’educazione/istruzione per gli studenti disabili



Scaricare 0.91 Mb.
Pagina111/116
28.03.2019
Dimensione del file0.91 Mb.
1   ...   108   109   110   111   112   113   114   115   116
LA COMMISSIONE L.104/92 valuta il minore e provvede a produrre il Verbale di

accertamento Handicap con relativa modulazione di gravità.
6. UNITA’ MULTIDISCIPLINARE DI VALUTAZIONE MINORI (UMVEE) (DGR n.441/04)


  • Strumento interistituzionale di valutazione, svolge attività di coordinamento e valutazione della progettualità nell’area dell’età evolutiva. Svolge supporto e valutazione dei progetti complessi, verifica e valuta l’appropriatezza del progetto globale individuale.


ISTITUZIONE SCOLASTICA (SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA, SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO)


  • Informa la famiglia delle rilevate particolari difficoltà di apprendimento e/o relazionali e la consiglia di contattare i Servizi Territoriali dell’Azienda USL n. 2 (MMG, Pediatri di libera scelta, SREE, CSM, CdS).

  • Invita la famiglia a contattare i servizi Territoriali dell’Azienda USL per attivare le pratiche necessarie all’aggiornamento della documentazione dell’alunno disabile, al passaggio tra un ordine di scuola e l’altro.

  • Provvede a trasmettere all’Ufficio Scolastico regionale la documentazione relativa agli alunni disabili per l’assegnazione degli organici e gli eventuali provvedimenti di competenza. GLH di Istituto finalizzato a programmare, verificare, adottare strategie di integrazione nelle varie situazioni di cui è parte integrante la famiglia.

  • Collabora con gli operatori dei competenti Servizi Territoriali e la famiglia alla stesura del Profilo Dinamico Funzionale e del Piano Educativo Individualizzato.

  • Programma di norma tre incontri annuali, per la stesura e la verifica intermedia e conclusiva del Piano Educativo Individualizzato ai quali dovranno partecipare: l’equipe dei Servizi dell’Eta’ Evolutiva (SREE e CSM), assistenti sociali Comuni/Asl, l’Educatore dell’A.T. n..4. gli insegnanti di classe, il Dirigente Scolastico o un suo rappresentante e la famiglia.

  • Collabora con i Servizi Sociali e Sanitari Territoriali per l’individuazione di interventi volti alla realizzazione di specifici progetti individuali e/o d’Istituto.

  • Cura la raccolta della documentazione di ogni esperienza scolastica ed axtrascolastica dell’alunno in un fascicolo personale, che lo accompagna al passaggio dei vari ordini di scuola, in un processo di continuità istituzionale, didattica e pedagogica.

  • Provvede tramite il Dirigente Scolastico, nell’ambito degli autonomi poteri di direzione, coordinamento e valorizzazione delle risorse umane, alla nomina di Collaboratori Scolastici con funzioni aggiuntive (per esigenze di particolare disagio e cura della persona) e assicura il diritto all’assistenza in collaborazione con ASL, Comune e Ambito, mediante ogni possibile forma di articolazione e organizzazione del lavoro.

  • Collabora con i Servizi socio – sanitari del distretto e con i servizi socio – assistenziali dei comuni dell’Ambito per la promozione e la organizzazione di progetti integrati di formazione e aggiornamento su tematiche relative alla disabilità






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   108   109   110   111   112   113   114   115   116


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale