Il diritto all’educazione/istruzione per gli studenti disabili



Scaricare 0.91 Mb.
Pagina3/116
28.03.2019
Dimensione del file0.91 Mb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   116
Introduzione

Il presente lavoro offre alla Scuola e alle famiglie in modo sintetico, ma facilmente comprensibile, i risultati di buone prassi di integrazione scolastica nelle varie scuole della Rete, sostenute dalla normativa in vigore.

È frutto del metodo formativo di ricerca-azione promosso dal progetto ministeriale “I care” e fondato su reti educative territoriali e sviluppato dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Umbria.

Il Gruppo di lavoro ha realizzato un progetto di continuità orizzontale e verticale per accompagnare il passaggio da un ordine di scuola ad un altro, con adeguati supporti e con la necessaria flessibilità che l’autonomia scolastica rende oggi possibile. Nel passaggio da una scuola all’altra, sono importanti tutte le informazioni fornite dalla famiglia, dagli insegnanti, dai medici e dagli operatori che conoscono l’alunno, tali da garantire un reale percorso di inclusione scolastica, poiché è certamente significativo poter attivare incontri e avviare progetti in continuità tra ordini di scuola diversi e tra la scuola e il territorio.

È fondamentale, infatti, che la documentazione didattica prodotta in un ordine di scuola possa seguire lo studente nei vari passaggi, anche per sopperire, almeno in parte, al turnover degli insegnanti, andando a costituire un vero e–portfolio. Ciò, come previsto dalla progettazione, sarà favorito anche dall’apposita creazione di un archivio digitale dedicato, con le più ampie garanzie per il rispetto della privacy e del segreto professionale, regolato con apposito accordo di programma tra le istituzioni scolastiche che lo condividono.

Nei primi mesi dell’anno scolastico è possibile che l’insegnante di sostegno dell’anno precedente segua in un primo momento il passaggio nella nuova scuola. Potranno così essere attivati percorsi di orientamento e progetti-ponte tra i vari ordini di scuola.

I protocolli e i modelli, elaborati dal Gruppo di ricerca-azione e condivisi tra le scuole della rete, potranno essere strumenti validi per garantire a tutti percorsi scolastici di qualità e realmente inclusivi.

Marcello Rinaldi

Dirigente Scolastico Scuola capofila




Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   116


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale