Il diritto all’educazione/istruzione per gli studenti disabili



Scaricare 0.91 Mb.
Pagina5/116
28.03.2019
Dimensione del file0.91 Mb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   116





Parte I

FASI E CONTENUTI DELLA RICERCA

AMBITO ORGANIZZATIVO


Il progetto si fonda sul contributo scientifico della metodologia della ricerca-azione che intende attivare un processo di cambiamento attraverso il contributo partecipato dei docenti. L’individuo da oggetto di studio diviene soggetto protagonista dell’analisi del proprio vissuto e quindi favorisce la creazione di nuove leve di motivazione all’agire. Nella nostra ricerca sono presenti le seguenti fasi:

  • Formazione dei gruppi;

  • Identificazione e classificazione dell’idea generale d’inclusione;

  • Ricognizione e descrizione dei dati della situazione che si vuole modificare in base ai dati emersi dal questionario;

  • Costruzione del piano generale di azione;

  • Attivazione piano di azione.


1.1 Il Gruppo di ricerca-azione della Rete di Todi

Il Gruppo di lavoro, composto da docenti di sostegno e docenti curricolari di italiano, latino, matematica e inglese, è rappresentativo di tutte le scuole che hanno partecipato alla rete. Il gruppo ha seguito un percorso di formazione per riflettere sul concetto di inclusione e su un modello di POF inclusivo. (cf Tabella 1) Come modalità di lavoro il gruppo si è diviso in tre sottogruppi ciascuno con un responsabile con il compito di coordinare le attività nelle rispettive scuole. Il gruppo della Scuola primaria comprensivo anche dei docenti della Scuola dell’infanzia, il gruppo della Scuola secondaria di primo grado che comprendeva docenti di Todi e di Marsciano, Il gruppo delle scuole secondarie di secondo grado. Il primo gruppo ha lavorato sulla raccolta della normativa, sull’organizzazione scolastica e sul protocollo di accoglienza. Il secondo gruppo ha rivisitato gli strumenti didattici già in uso e ne ha creati di nuovi, nell’ottica dell’inclusione: protocollo di accoglienza, scheda di osservazione, programmazione di classe, PEI, scheda monitoraggio PEI, relazione finale, fascicolo personale e ‘Progetto- Ponte’. Il terzo gruppo ha analizzato la normativa per le scuole superiori e gli accordi operativi di programma, sottoscritti nel novembre 2008 dai comuni dell’ambito territoriale n. 4, dall’azienda sanitaria locale n. 2 e dal distretto sanitario n. 3 della Media Valle del Tevere, nonché dalle dirigenze scolastiche dell’ambito territoriale 4. Tutto il gruppo di progetto si è riunito con cadenza mensile per visionare e condividere il materiale prodotto. Si è creato fin dall’inizio un clima collaborativo e inclusivo che ha permesso i collegamenti fra i vari ordini di scuola. Nel tempo, all’interno di qualche gruppo si sono avvicendati docenti, pur rimanendo gli stessi coordinatori. Se da un lato questo può aver comportato qualche instabilità, dall’altro ha rappresentato occasione di diffusione del lavoro anche ad altri docenti allargando il campo d’azione.
Tabella 1. Quadro sinottico delle risposte fornite dai docenti delle varie scuole coinvolte, utile ai fini della valutazione della qualità dell’integrazione scolastica.








Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   116


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale