Il diritto all’educazione/istruzione per gli studenti disabili


Attività delle regioni e delle province autonome



Scaricare 0.91 Mb.
Pagina71/116
28.03.2019
Dimensione del file0.91 Mb.
1   ...   67   68   69   70   71   72   73   74   ...   116
Attività delle regioni e delle province autonome

  1. Le regioni a statuto ordinario e speciale e le province autonome di Trento e di Bolzano provvedono a che le unità sanitarie e/o socio-sanitarie locali, nell’ambito dei servizi istituiti ai sensi e per le finalità di cui all’art. 14, primo comma, lettera e), della legge 23 dicembre 1978, n. 833, resi anche tramite strutture universitarie con le quali le regioni o le province stesse abbiano stipulato specifici protocolli d’intesa ai sensi dell’art. 6, comma 1, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, ovvero avvalendosi delle strutture di cui all’art. 26 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, operanti secondo le modalità richiamate nell’art. 38 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, assicurino l’intervento medico cognitivo sull’alunno in situazione di handicap, necessario per le finalità di cui agli articoli 12 e 13 della legge n. 104 del 1992, da articolarsi nella compilazione:

    1. di una diagnosi funzionale del soggetto;

    2. di un profilo dinamico funzionale dello stesso;

    3. per quanto di competenza, di un piano educativo individualizzato, destinato allo stesso alunno in situazione di handicap.




  • Condividi con i tuoi amici:
  • 1   ...   67   68   69   70   71   72   73   74   ...   116


    ©astratto.info 2019
    invia messaggio

        Pagina principale