Il problema della caduta dei gravi in galileo



Scaricare 83 Kb.
Pagina3/8
03.01.2020
Dimensione del file83 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8
LO SVILUPPO DELLE IDEE NEL TARDO MEDIOEVO E L’ABBANDONO DELLE

POSIZIONI DI ARISTOTELE


Qualche cenno originale rispetto alle posizioni di Aristotele si ha in Ipparco (Il sec. AC), con la rimozione della necessità di una forza applicata in continuazione per mantenere il moto di un corpo.

Filopono ( V-VI sec. DC) considera la velocità dei corpi proporzionale alla differenza fra la forza motrice applicata e la resistenza opposta dal mezzo attraversato; parla inoltre di corpi che cadono nell'aria con piccole differenze di velocità e suggerisce una esperienza simile a quella attribuita a Galileo della caduta di due corpi di diversa natura da una torre.

Gli studi più significativi si hanno dal sec. XII in poi, con l’introduzione delle opere di Aristotele nelle università e in particolare con i commenti critici alla Fisica di Aristotele.





Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale