Il settecento



Scaricare 40.35 Kb.
17.11.2017
Dimensione del file40.35 Kb.

IL SETTECENTO. Nel 1700 vi sono tre forme d'arte diversa che esistono nello stesso tempo in luoghi diversi: il Vedutismo, il Rococò e il Neoclassicismo.
Il Vedutismo nasce a Venezia e si espande nelle città italiane più importanti: Firenze e Roma.

Nasce grazie all’invenzione della camera ottica, che facilità il disegno grazie al ricalco.

Lo scopo della pittura è quello di vendere i dipinti ai turisti e pubblicizzare una Venezia che sta decadendo a causa dello spostamento del commercio verso l'America.

Pittori importanti. Francesco Guardi e Canaletto.


Il Rococò è la continuazione del Barocco anche durante il 1700, ma diventa esagerato, eccessivo e viene utilizzato nelle residenze reali e chiese, per ostentare la ricchezza.
Il Neoclassicismo è uno stile nato nel 1700 in epoca illuminista. Le idee neoclassiche combaciano con quelle illuministe e vengono diffuse per mezzo della stampa. In questo periodo è molto importante la cultura e il sapere (enciclopedia). Si moltiplicano le scuole e l'arte viene considerata un metodo educativo che migliora le generazioni successive.

Il Neoclassicismo propone lo stile classico che intanto emerge dagli scavi di Ercolano e Pompei (città sommerse dalla lava durante l'esplosione vulcanica del 79. d. C. del Vesuvio).



  • Nasce la voglia di scavare dappertutto (Egitto e Grecia).

  • Nascono leggi per la tutela dei reperti archeologici.

  • Nasce il collezionismo e gli artigiani e le industrie ripropongono i modelli degli oggetti ritrovati a Pompei.

  • Nasce il senso della storia. Si usano i vestiti dell’epoca in cui si vuole contestualizzare il dipinto.

  • Viene quindi riproposta e classificata l’arte classica.

  • Vengono scritti i trattati sull’architettura e il primo libro della Storia dell'arte e degli stili.

  • Si allestiscono musei d'arte vicino alle scuole d'arte affinché gli allievi abbiano la possibilità di imparare l'arte copiando l'arte.

ANTONIO CANOVA



  • Nasce a Possagno (Treviso) nel 1757. Muore nel 1822.

  • Esegue i bozzetti in creta.

  • Gli allievi realizzano la statua.

  • Lui, poi, interviene alla fine, la rifinisce nei minimi particolari, con estrema accuratezza.

  • Inoltre levigava alla perfezione la superficie.

  • Usava il latte d'asina per lucidare il marmo e dare un aspetto rosato.

OPERE

  • Napoleone come Marte Pacificatore.

  • Paolina Borghese come Venere Vincitrice.

  • Ebe (coppiera degli Dei)

  • Le Tre Grazie

  • Teseo sul Minotauro


Il Romanticismo (inizio 1800)
L’arte nel Romanticismo vuole esprimere i SENTIMENTI.

Investe tutte le arti meno l'architettura (si ripropone il gotico).



  1. Si oppone al neoclassicismo, il quale, si ispirava alla mitologia, alla storia e all’arte classica.

  2. Quindi si dipingono fatti di cronaca accaduti e recenti.

  3. Nascono gli studiosi medievalisti (rivalutano, classificano e apprezzano il medioevo).

  4. Si esalta la fantasia e la libertà creativa dell'artista (caratteristiche anche degli artisti medioevali).

  5. I pittori si ispirano a due personaggi del medioevo Dante e Shakespeare, dipingendo scene tratte dalle loro opere.

  6. In Architettura si copia l’arte gotica perché è quella che rende di più l’idea del trascendente, dello spirituale, del divino.

  7. Nel romanticismo lo spirituale è nei sentimenti dell’uomo, mentre nel medioevo c’è la religione.

pittura

  1. IL PAESAGGIO esprime i sentimenti dell’uomo.

L’uomo è misero ed impotente di fronte alla natura (cattiva).

I Macchiaioli [Realismo Italiano, Pittori toscani]

  • Termine dispregiativo dato da un giornalista a questo gruppo di pittori locali.

  • I pittori adottano questo termine poiché li rappresenta nel loro modo di catturare l'essenziale attraverso i contrasti di colori.

  • Si incontrano al “caffè Michelangelo” per decidere la nuova arte.

  • Diego Martelli (critico d’arte, ispiratore del gruppo).

  • I pittori sono impegnati politicamente: Partecipano alla guerra.

  • Vengono delineate alcune regole:

    1. Ci si oppone all’accademia: usando il nero e non facendo riferimento al disegno.

    2. Amano la vicinanza delle zone scure con quelle chiare: l’occhio comprende lo stesso.

  • Maggior esponente Giovanni Fattori (utilizzava sovente un muro per creare l'ombra).

  • Temi: scene campestri, lavoro dell’uomo, animali, soldati.


Architettura tra il 1800 e 1900. Nuove tipologie di edifici.

    • Nascono le strutture portanti in metallo coperte da vetri.

    • Acquista importanza l’ingegnere.

    • Mole Antonelliana, Tour Eiffel, Mercati coperti, Esposizioni universali, Grattacieli Chicago, Stazioni ferroviarie.

    • Nascono a Parigi, sotto Napoleone III i boulevard e le città cominciano ad illuminarsi di notte (prima illuminazione a gas e poi elettrica). Nascono i locali per uscire e divertirsi alla sera: caffè, teatrini con cantanti, ballerine di cancan, ecc..

Impressionismo (primo periodo dopo l’avvento della fotografia che ha per scopo il dipingere cio’ che la fotografia non può fare ).

    • 1874 esposizione “Impression soleil levant” di Monet nello studio di Nadar.

    • I pittori si incontrano al Caffè Guerbois, anche con Cezanne e Manet, per discutere e definire il nuovo stile. (Dopo 8 mostre il gruppo si scioglie nel 1886 poiché ogni artista prosegue la propria attività con il proprio stile ed i propri interessi).

    • Il termine “Impressionisti” è un termine negativo, coniato da un giornalista dell’epoca: Leroy.

    • Gli impressionisti utilizzano questo termine, poichè per loro è positivo.

    • Nascono i colori ad olio in tubetto.

      • si dipinge “en plain air”

      • non si disegna più prima di dipingere

      • non si mescolano i colori ma si accostano sulla tela vicini, utilizzando la sintesi additiva (Maxwell, Chevreul).

      • Si rifiuta la pittura di storia e la rappresentazione del soggetto.

      • L’impressionismo non dipende da che cosa si dipinge ma da come

      • Solitamente non si usa il nero, le ombre sono colorate

      • Si dipinge l’atmosfera (prospettiva aerea di Leonardo).

      • Vi è interesse per il movimento, procurato dagli effetti dell’acqua (laghetti, mare, stagni, pioggia, neve..) e dalla luce.

      • Viene utilizzata la macchina fotografica solo per le inquadrature, che determinano nuovi modi, anche inconsueti, di vedere un’immagine.


Art Nouveau o Stile Liberty


    • Il termine Art Nouveau cambia a seconda del paese europeo in cui si sviluppa, ma il significato del termine è: Arte nuova, giovane, moderna, rifiuto del passato e dell’arte antica (per loro vecchia e non adatta ai giovani che hanno voglia di cose nuove).

    • Nasce a Parigi dagli ultimi 20 anni del 1800 fino alla prima guerra mondiale.

    • Si sviluppa rapidamente grazie alla diffusione dei giornali di moda.

    • Grande benessere economico per la classe borghese: sono gli anni della Belle Epoque.

    • E’ un’arte che si rivolge a tutti. Tutti possono avere oggetti di stile Liberty, ma con materiali diversi secondo il ceto sociale e le proprie possibilità.

    • E’ un’arte che utilizza le arti decorative minori: gioielli, carte da parati, arredamento, arredamento urbano, stoffe, abiti, ferro battuto, lampade (tiffany).


Caratteristiche:

      • Uso di forme vegetali stilizzate, di fiori e colori ispirati all’arte giapponese.

      • Uso di linee libere e sinuose come ad esempio quella a “colpo di frusta”

      • Ci si ispira all’arte antica là dove la linea è protagonista: Gotico ed elementi moreschi.

      • Le architetture necessitano di un “progettista globale” (edifici sono un risultato della fusione tra pittura, scultura e architettura).



        • Gaudì : architetto. Casa Milà, Casa Batlò, Villa e parco Guell e Sagrada Famiglia a Barcellona.



Cubismo

    • Nasce nel 1907 (data dell’esposizone delle “DEMOISELLES D’AVIGNON”)

    • con due artisti, che in città diverse maturano le stesse idee e lo stesso modo di dipingere:

    • Picasso (SPAGNA), Braque (FRANCIA).

Ambroise Vollard, mercante d’arte, mette in contatto i 2 artisti.

    • È un’arte prevalentemente pittorica.

    • Viene introdotto in pittura il concetto di quarta dimensione: il tempo.

    • L’introduzione del tempo ha come conseguenza la visione simultanea.

    • I pittori cubisti prendono spunto da Cezanne che amava geometrizzare le forme e che pensava che la pittura fosse un processo mentale dovuto alla rielaborazione delle immagini da parte del cervello.

    • Il cubismo si divide in due periodi:

      • il cubismo analitico (1907-1912), caratterizzato dall’utilizzo della visione simultanea;

      • il cubismo sintetico (1912-1914), caratterizzato dalla sintesi del procedimento della visione simultanea, frantumando ulteriormente le immagini e introducendo l’uso di nuove tecniche: quella del papier collée (incollaggio di materiali) e delle tecniche miste.

temi sono le nature morte, paesaggi e soggetti.

I colori sono smorti e scuri nel cubismo analitico, nel cubismo sintetico si ripristina il colore.


PABLO PICASSO (Malaga 1881- 1973)


  • bambino prodigio.

  • padre docente all’accademia belle arti, Pablo cambia cognome da RUITZ a Picasso (cognome della madre).

  • Periodo Blu: muore il suo amico Casagemas periodo triste.

  • Periodo Rosa: periodo migliore, ancora temi malinconici. Circo, acrobati, saltimbanchi, giocolieri, gente emarginata.

  • Periodo cubista.

  • Crisi artistica: Che cos’è l’arte? L’arte è istinto.

  • Periodo dove fa quello che sente (ceramiche, sculture..)

  • Ama la polvere che si posa. (segno del tempo che passa).

  • Unico che espone al museo del Louvre di Parigi da vivo.

  • Unico che diventa ricco e famoso da giovane.

GUERNICA (bombardamento città Spagnola) 1937




  • Opera in stile cubista in Bianco e nero, poiché la guerra non può avere colore.

  • Simboli: soldato morto, fiore in mano. Cavallo esprime il dolore del popolo; toro: popolo spagnolo; luce elettrica e lampada olio rappresentano la luce della verità che prevale sulla menzogna.

PRIMITIVISMO è una filosofia dell’inizio del secolo 1900.

  • Colonialismo favorisce la vendita di opere e manufatti africani.

  • Il primitivismo è creato e capito dalla gente colta, la quale vede nelle popolazioni che vivono in modo primitivo, un sistema di vita e di espressione artistica valida.

  • Il primitivismo è l'apprezzare le opere africane poiché espressione libera e non vincolata dell'uomo che non rappresenta ma esprime liberamente la sua spiritualità.


Futurismo (Italia)

    • 1909 manifesto di Filippo Tommaso Marinetti (Poeta ed ispiratore del gruppo)

    • L’Italia è protagonista di questo nuovo movimento culturale.

    • Gli artisti si propongono a Parigi con una mostra e pubblicano le loro idee sul “le figaro”.

    • Il futurismo interessa non solo la pittura scultura e architettura ma anche: poesia, musica, teatro, danza.

    • Viene esaltato il progresso e la velocità tramite il dinamismo delle immagini.

    • Amano la guerra e odiano tutto ciò che rappresenta la cultura.

    • PITTURA: si utilizza la cronofotografia per rappresentare il movimento. Qualsiasi cosa è degna di essere rappresentata, tuttavia i temi soliti sono: auto, città, treni, fabbriche e persone. Autori: Balla, Boccioni.

    • SCULTURA: Solo Boccioni si cimenta a rappresentare il movimento in scultura. Ricordiamo “forme uniche di continuità nello spazio”.

    • ARCHITETTURA: Antonio Sant’Elia inventa e progetta edifici irrealizzabili dal punto di vista tecnologico. I suoi progetti sono avveniristici.


Astrattismo

    • Inizia nel 1911 con il primo acquerello astratto di Kandinsky: “senza titolo”.

    • Vietato rappresentare la realtà.

    • Si cercano analogie fra i vari linguaggi delle arti: vengono messi a confronto testi letterari, poesie con spartiti musicali ed immagini (cromatismo, tonalità).

    • La grafica infantile diventa oggetto di studio per psicologi e artisti.

    • Gli artisti pensano che sia necessario un “viaggio purificatore” per poter eseguire dipinti astratti. Il viaggio purificatore fa riacquistare la capacità di esprimere i propri sentimenti. I bambini lo fanno già naturalmente.

    • L’astrattismo quindi vuole dipingere le emozioni interiori, attraverso segni, forme e colori, comunicando in colui che guarda delle sensazioni, senza descrivere nulla.

    • La Musica è la più astratta delle arti, quindi la si utilizza per dipingere.

    • Viene ripreso il concetto greco secondo il quale la musica è in grado di mettere in comunicazione l'uomo con gli Dei, inoltre la musica è evocativa, può far comparire anime dei morti (Orfeo ed Euridice). Gli studi musicali di inizio secolo parlano del potere che la musica ha di rievocare il momento in cui la si è ascoltata per la prima volta, facendo rivivere le stesse emozioni, sia positive che negative.

    • Il maggior esponente è Kandinskij che scrive un trattato: “lo spirituale nell’arte”.

    • Kandinskij è amico di Schoenberg (pianista che ha inventato la musica dodecafonica, scrive il trattato).

    • L’astrattismo si divide in due stili principali:

    • L’astrattismo lirico (colorazione libera a suon di musica) esprime i sentimenti.

    • L’astrattismo geometrico si esprime con forme geometriche e lo studio preciso dell’accostamento fra forme e colori (vedi: lo spirituale nell’arte). Non serve per esprimere i sentimenti. Non serve la musica.


Action Painting (pittura d’azione).

    • Nasce in Europa e negli Stati Uniti alla fine della II guerra mondiale, verso la fine degli anni 40.

    • Il maggior esponente è Jackson Pollok

    • la tecnica utilizzata è il dripping.(sgocciolamento).

  • Pennello

  • Bastoncino

  • Direttamente dalla latta

    • La tela è molto grande, viene posta sul pavimento e i colori sono ad olio o smalti e vernici.

    • Con la Action Painting si elimina il cavalletto e l’uso della pittura tradizionale.

    • Il dripping si esegue camminando dentro l’opera o sgocciolando da una scala.

    • Il significato della action painting va ricercato nella novità di utilizzare la tela e di approcciare alla pittura. Non più tela e cavalletto ma tela sul pavimento dove vivere fisicamente l'opera che è il risultato della gestualità del braccio e dello spostamento del corpo.


Iperrealismo

    • Nasce negli Stati Uniti agli inizi degli anni 70.

    • Si sviluppa in pittura e scultura.

    • In pittura nascono i colori acrilici, molto brillanti e si usa l’aerografo. Si riproduce da fotografia.

    • In scultura viene messa a punto l’invenzione della vetroresina e le statue vengono realizzate così e poi vestite ed accessoriate come fossero persone vere.




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale