Il titolo della tesi



Scaricare 61.16 Kb.
30.12.2017
Dimensione del file61.16 Kb.



il corso di laurea


Il titolo della tesi


Laureanda/o

Nome Cognome

Relatore

Prof. Nome Cognome

Correlatori

Prof.Nome Cognome




Dott., Arch., Ing.

Abstract


Ecco esempi di incipit: “questa tesi studia blablabla”, oppure “in questo lavoro si è analizzato blabla”.

Tenere presente che l’abstract deve riassumere le fasi nodali della tesi, seguendo un filo logico ideale che comprende l’Obiettivo della tesi ossia lo scopo del lavoro, Il Metodo adottato, i Risultati e le Conclusioni alle quali si è giunti.

La cosa importante da tenere presente, è il taglio da dare all’abstract della tesi: lo scopo non è, come nell’Introduzione della tesi, quello attirare chi la legge, ma quello di fornire un’immagine precisa del lavoro svolto. È uno dei modi di descrivere un documento per diffondere l’informazione, ma è anche un utile esercizio di sintesi.

Si suggerisce uno stile di scrittura breve, chiaro e conciso, non trascurando però di esplicitare, la prima volta che vengono usate all’interno dell’abstract, le parole che formano abbreviazioni, sigle e acronimi, specificando poi la sigla tra parentesi. NdR (nota del Redattore).

La lunghezza dell’abstract può variare fino a un massimo di 500 parole: per contarle (in Word), selezionare la parte di testo da controllare e usare il comando “Conteggio parole”.

Solitamente l’abstract non contiene tabelle, grafici, formule; è tuttavia consentito, in questo caso, includere una figura rappresentativa (vedi Figura 1) e citare qualche voce di bibliografia.



Figura Modellino in cielo artificiale




Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale