Il travaso L bambino è libero di travasare I diversi materiali e di sperimentare diversi attrezzi



Scaricare 49.38 Kb.
14.11.2018
Dimensione del file49.38 Kb.

risultati immagini per il travaso al nido

il TRAVASO

l bambino è libero di travasare i diversi materiali e di sperimentare diversi attrezzi.




TITOLO


Il travaso

PERIODO

Da Ottobre a Dicembre


MOTIVAZIONI PEDAGOGICHE DIDATTICHE

"Nell’ambiente gaio e ammobiliato proporzionatamente al bambino, esistono oggetti che permettono col loro uso di raggiungere uno scopo determinato, come sarebbero, per esempio certi semplici telai coi quali il bambino può apprendere ad abbottonare, ad allacciare, ad agganciare, annodare, ecc…”


Giocando al travaso i bambini allenano la motricità fine, ovvero la competenza relativa ai movimenti della mano e del polso. Questa si sviluppa gradualmente durante i primi anni di vita.

Proprio per favorire tale progressività, i giochi di travaso vengono proposti al bambino/a in maniera propedeutica, attraverso l'inserimento di strumenti e di materiali che richiedono un grado crescente di precisione.


L'obiettivo primario del gioco dei travasi al nido è quello di far sperimentare ai piccoli, toccando con mano, materiali di diversa forma, colore e consistenza in modo che interiorizzino concetti astratti in maniera per loro naturale. Il tatto e la vista, la capacità oculo-manuale di coordinare i movimenti sono alla base di questa attività




OBIETTIVO SPECIFICO

  • migliorare il coordinamento oculo-manuale,

  • imparare a conoscere le relazioni con lo spazio e il rapporto tra contenente e contenuto,

  • collegare causa ed effetto, sperimentare la profondità, la capienza, il peso e la consistenza dei corpi, scoprire rumori e suoni diversi

  • Sviluppare la motricità fine della mano

  • Utilizzare materiali comuni e d'uso quotidiano per manipolare

  • Sviluppare la creatività


MODALITA’ D’INTERVENTO

L'educatrice provvederà a presentare il materiale al bambino mostrando come si usa e ripetendo il travaso più volte; per es. se si prendono i fagioli, si prende il cucchiaio e si inizia a travasare il riso soffiato dalla ciotola piena a quella vuota e poi si ridispone il materiale come era all’inizio e si ricomincia.

Il bambino scuoterà i barattoli, sposterà i semi da una scatola all’altra o semplicemente immergerà le mani nei contenitori con impegno ed interesse cercherà di infilare semi e pasta nell’imbuto o li osserverà cadere e rimbalzare mentre li travasa.





MATERIALI

  • Travasi con l’acqua

Alla sezione primavera vengono predisposte delle bacinelle con contenitori di recupero per le attività di travaso: bottiglie, bicchieri, imbuti, tazze, vaschette.
Ai bambini vengono messi abiti comodi e idonei, che possono essere tolti con facilità…tutto deve essere facilmente maneggiabile e sicuro per garantire sicurezza ed esperienze gratificanti. I bambini si dedicano ai travasi con grande entusiasmo e sperimentano una legge fondamentale dei corpi liquidi, cioè pur avendo un volume proprio, prendono la forma del recipiente che li contengono.


Travasare la sabbia e la farina con gli imbuti e con una vaschetta relativamente ampia che possa contenere tutto l’occorrente per il travaso: bicchierini, tazzine, pentoline, imbuti, palette, cucchiai….
Nella preparazione dell’attività di travaso un ruolo significativo assumono gli oggetti che fungono da contenitore e quelli che possono essere contenuti.

  • materiali: sabbia, farina, farina di mais, mais

Come contenitori: scatole, borse, barattoli, secchielli, imbuti, vasi, tazze, bicchieri, bottiglie etc.



  • Travasi con la pasta

I travasi con la pasta sono sempre di grande gradimento per i piccini!!! Si propone loro un elemento “conosciuto” da manipolare a loro piacimento!!! 

  • Travasi con le scatole e altro

I  contenitori non si riempiono soltanto di materiali come farina e sabbia…ci sono possibilità di inserimento e di incastro che favoriscono un gioco nettamente esplorativo: come scatole di dimensioni diverse per riempire, svuotare, scuotere, far cadere.
Si mettono poi a disposizione del bambino materiali che li sollecitano a confrontare dimensioni, a sperimentare incastri a scoprire che il più grande non entra nel più piccolo.
Scatole di legno e di cartone robusto in una serie che va dal grande al piccolo, bicchieri di plastica di dimensioni diverse etc.. 



VERIFICA E VALUTAZIONE

documentazione fotografica e scritta delle esperienze fatte



Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale