Indicatori



Scaricare 22.73 Kb.
06.12.2017
Dimensione del file22.73 Kb.

INDICATORI


AREA COGNITIVA

L’alunno presenta (far riferimento alla diagnosi funzionale)

Modalità di operare : ha bisogno di materiale concreto o rappresentato; è in grado di fare operazioni logiche anche in termini astratti.

Modalità d’uso delle competenze : completo o parziale – solo nello stesso ambito in cui la competenza è stata acquisita; necessita di un richiamo verbale o visivo della circostanza in cui la competenza è stata acquisita, seguendo in modo meccanico un modello.

Modalità di acquisizione ed uso delle competenze in ambito disciplinare : solo se legate ad un vissuto affettivo..
AREA AFFETTIVO-RELAZIONALE

Immagine di sé : autostima familiare (l’alunno si percepisce uguale agli altri….), autostima scolastica (si sottovaluta o sopravvaluta rispetto al rendimento ed in quali attività), autostima sociale (si sente parte del gruppo, assume un atteggiamento da leader o gregario )

Rapporti con gli altri :

Coetanei : rispetta gli altri, partecipa/collabora in piccoli o grandi gruppi, prende iniziativa in modo autonomo, interagisce spontaneamente; ricerca la compagnia dei compagni; rifiuta i rapporti.

Insegnanti e adulti in genere : con gli insegnanti ha un rapporto di dipendenza anche affettiva, ricerca il contatto fisico, ha bisogno di stimolazioni e di rassicurazioni …

Modalità di reazione a persone nuove e / o situazioni nuove.

AREA COMUNICATIVO - LINGUISTICA

Mezzi privilegiati : verbali, mimico- gestuale, comunicazione non verbale, contatto oculare; uso della parola-frase.

Contenuti : esperienze personali, esperienze di persone familiari, esperienze di persone estranee, fatti di cronaca (di cui sente parlare in casa, alla televisione ,… ), esprimere la propria opinione.

Modalità d’intervento : coerenti/non coerenti al contesto, intervenire spontaneamente, interviene solo se sollecitato, non interviene mai.

Comprensione :

Verbale : a livello relazionale, a livello scolastico (Per entrambi i livelli dire se c’è chiarezza esecutiva, logica nella produzione, uso di frasi corrette/non corrette nella struttura, uso di parola-frase, specificare se l’argomento incide sulla qualità della produzione.)

Scritta : a livello relazionale, a livello scolastico (come sopra)

Produzione :

Verbale : a livello relazionale, a livello scolastico (Per entrambi i livelli dire se c’è chiarezza esecutiva, logica nella produzione, uso di frasi corrette/non corrette nella struttura, uso di parola-frase, specificare se l’argomento incide sulla qualità della produzione.)

Scritta : scrive autonomamente frasi che abbiano un senso logico.

Uso comunicativo : dire se utilizza il codice linguistico, scritto o verbale, per : esprimere bisogni, esprimere i propri stati d’animo, per mettersi in relazione.
AREA SENSORIALE PERCETTIVA

Funzionalità visiva : integra, parziale (descrivere il disturbo e dire se usa ausili correttivi), assente.

Funzionalità uditiva : (come sopra)
AREA MOTORIO-PRASSICA

Motricità globale : finalizzata (se si muove in modo logico manifestando uno scopo), precisa e coordinata (se l’esecuzione del movimento è precisa e coordinata), difficoltosa (specificare le difficoltà eventualmente in relazione a particolari circostanze o stati d’animo).

Motricità fine : precisa o grossolana (nel seguire i contorni di una figura, nel ritagliare,…)

Prassie semplici : se è in grado di compiere autonomamente movimenti implicanti una sola azione (infilarsi la giacca , prendere il diario dalla cartella,…)

Prassie composte : se è in grado di compiere autonomamente movimenti implicanti più azioni (vestirsi, riordinare lo zaino,…)

AREA NEUROPSICOLOGICA

Capacità d’astrazione (far riferimento alla diagnosi funzionale)

Capacità di generalizzazione (far riferimento alla diagnosi funzionale)

Capacità di deduzione (far riferimento alla diagnosi funzionale).

Capacità mnesiche : memoria breve termine; memoria a lungo termine.

Memoria Uditiva : ricorda meglio ciò che ascolta.

Memoria Visiva : ricorda di più se supportato da disegni, foto, filmati ecc..

Capacità attentive : continua (segue con attenzione costante), discontinua (segue saltuariamente - specificare i tempi e se l’attenzione è legata è legata a particolari circostanze o attività-), assente (è molto spesso distratto – specificare quali sono le più frequenti cause di distrazione). Si registra un incremento dei tempi d’attenzione : durante attività particolari- quali?-, quando è seguito individualmente dall’insegnante, nel gruppo…

Organizzazione spazio- temporale : rapporti topologici (riconosce sopra, sopra, dietro alto,…), lateralizzazione (riconosce destra e sinistra su di sé, sugli altri…), orientamento nel tempo: (distingue prima/ dopo in riferimento al proprio vissuto… conosce il calendario, l’orologio e le loro strutture, usa il diario,…), si sposta in modo autonomo nella scuola,…

AREA AUTONOMIA

Autonomia personale :



  • Igiene

  • Abbigliamento

  • Controllo sfinterico

  • Spostamenti

  • Riconoscimento dei pericoli

pulizia e cura personale e delle proprie cose, sa / non sa vestirsi, sa / non sa allacciare le scarpe; si reca da solo ai servizi, sa /non sa organizzare il materiale scolastico, conosce l’ambiente scolastico (distingue i vari ambienti della scuola), autonomia negli spostamenti (nella scuola, a casa, nel paese o quartiere); sa / non sa riconoscere i pericoli.

Autonomia sociale : usa il denaro, usa l’orologio, usa il telefono, conosce i principali servizi della comunità e la loro funzione (bar, farmacia, banca, negozi,ecc.) usa mezzi pubblici.

Autonomia operativa (organizzazione rispetto a compito) : porta a termine consegne molto semplici / complesse che richiedono brevi /lunghi tempi di esecuzione, necessita di frequenti sollecitazioni, necessita della costante presenza dell’adulto.

AREA APPRENDIMENTO CURRICOLARE

Gioco e grafismo : svolge un lavoro /gioco in modo da raggiungere un fine, riproduce segni grafici (ricopia i segni dell’alfabeto e delle cifre numeriche), disegno (stereotipati, fatti/non fatti spontaneamente, segue un tema assegnato, scopo comunicativo)

Lettura : legge le singole lettere (stampato maiuscolo/minuscolo), legge sillabe semplici (formate da due sole lettere), complesse; legge singole parole mono /bi/tri e polisillabiche, legge testi semplici (indicare le caratteristiche le caratteristiche 1° o 2 ° ciclo di scuola elementare, con caratteri grandi,…) riconosce globalmente singole parole ad alta frequenza d’uso (il proprio nome, insegne,…), qualità della lettura (lenta, imprecisa, sillabata, indicare gli errori ricorrenti ), comprendere globalmente testi semplici.

Scrittura : Copia servile, scrive singole sillabe (semplici, complesse), scrive singole parole mono/bi/tri o polisillabiche contenenti /non contenenti suoni complessi (autonomamente o sotto dettatura, lenta, sillabata), qualità della scrittura (specificare le caratteristiche : chiara, grande, pesante,…), scrive singole frasi di senso compiuto, produce semplici testi (più frasi legate consequenzialmente), produce testi coerenti alla traccia, usa la punteggiatura, tipo di errori (omissione, inversione di lettere o sillabe, troncamento, sostituzione di lettere o sillabe,…)

Calcolo :pre-requisiti del calcolo (quantità, grandezze, seriazione, classificazione,…), numeri (li riconosce e li associa alle quantità – specificare la modalità di associazione-), numera in modo meccanico o consapevole fino a …;

è / non è in grado di trovare precedente e conseguente in senso crescente e/o decrescente; calcola materialmente (con materiale concreto o rappresentato), conosce ed utilizza le quattro operazioni (su materiale concreto, rappresentato, con i simboli, calcolo mentale,…), risolve problemi (in termini concreti legati /non legati al proprio vissuto, in termini astratti), figure geometriche, (specificare quali e se conosce le caratteristiche distintive).

Uso delle competenze acquisite : è/non è in grado di trasferire le conoscenze in suo possesso a contesti diversi da quelli in cui sono stati acquisiti.



Apprendimenti curriculari : La programmazione prevederà : semplificazioni (scelta di contenuti più semplici) o riduzione (eliminazione di parte del programma e perseguimento di obiettivi più semplici) o apprendimenti differenziati (la programmazione è diversa da quella curriculare).

N.B. La scelta può essere diversa nelle differenti discipline o aree disciplinari.




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale