Influenza espressionismo



Scaricare 9.64 Kb.
22.12.2017
Dimensione del file9.64 Kb.




Vita

Tecnica

Opere

Astrattismo

Si forma un gruppo a Monaco di Baviera (Der Blaue Reiter – Il cavaliere azzurro). All’interno Kandinskij. Prima mostra 1911 – Seconda mostra 1912

Figure che non rimandano alla realtà.

Influenza espressionismo.

Contro l’accademia.

Rappresentazione interiorità.



Kandinskij.

Kandinskij

Russo,nato a Mosca. Laureato in giurisprudenza, ma sceglie la pittura. Nel 1896 viveva a Monaco, rientrato dopo 1 G.M. in Russia. Fa una riorganizzazione musei russi. Va in Germania e poi diventa un attivo insegnante nella Scuola d’Arte e Mestieri Bauhaus. Si trasferirà in Francia. Mentre crea opere astratte parallelamente crea opere che hanno caratteri figurativi.

Si stacca dal reale.

Le sue opere creano emozioni, anche musica, melodia  novità pittura e musica

Rappresenta emozioni legate alla musica, che è l’arte più astratta che sa rappresentare l’interiorità, anche attraverso il ritmo  RITMO PITTORICO

Mette i suoi pensieri in volumi: La spiritualità dell’arte e Linea superficie(come elementi possono tradurre sensazioni). Emozioni attraverso sensazioni attraverso il linguaggio musicale.

Influenzato dall’arte russa e dalle storie e tradizioni popolari del Medioevo russo.

MUSICA: arte che rappresenta l’interiorità.



La varietà della vita;

Senza titolo.



Razionalismo

1920. Si sviluppa in Germania dopo la 1 G.M. Si cerca di superare l’arte precedente che era legata alla decorazione. Si cerca di migliorare l’architettura, si rifanno alla Federazione Tedesca Del Lavoro (laboratorio di idee) e a William Morris  provare ad aggiungere un rinnovamento estetico alla produzione industriale.

Peter Behrens – Fabbrica di Turbine AEG



Cercare una nuova estetica con l’abolizione dell’ornamento.

  • Necessità in questo periodo di costruire nuovi edifici ed urbanistica (progettazione del territorio).

LA FORMA SEGUE LA FUNZIONE.

Si progetta dal cucchiaio alla città: progettare tutto, fa parte della rivoluzione dei razionalisti.

Prima era importante la decorazione ma ora la funzione


Cercare di uniformare tanti elementi che possono essere prodotti industrialmente: STANDARDIZZAZIONE.

Progetti che tentano di razionalizzare la produzione.




Bauhaus;

Ludwing Mies van der Rohe; Marcel Breuer; Walter Gropius;

Le Corbusier.


Bauhaus

Casa del costruire.

Scuola di arte e mestieri che si sviluppa in Germania. Prima sede a Weimar, costruita nel 1919. Il primo dirigente è Walter GROPIUS. Kandinskij ed Itten (teorico del cerchio cromatico) insegnano qui.



Scuola dell’avanguardia: alunni seguono corsi teorici di 6 mesi a cui seguivano laboratori.

Scuola che viene mal vista, professori accusati di essere comunisti, verrà spostata successivamente a Dessau. Molti artisti con lo scoppio della Guerra Mondiale si spostano negli U.S.A, dando grande impulso all’architettura americana.



Obiettivo: migliorare produzione di tipo industriale.

Vari indirizzi: Design, Arti Grafiche, Tessuti.. Lavorano anche metallo.



SI VA ALL’ESSENZA DELLA FORMA

ESSENZIALITA’ DEL PRODOTTO

Tolte le decorazioni

E’ importante il design industriale.


Ludwing Mies van der Rohe (Poltrona Barcellona); Marcel Breuer (Poltrona Vasilij); Walter Gropius (La sede del Bauhaus).


Le Corbusier

Charles-Edouard Jeanneret. 1887-1965. Origine Svizzera, ma vive in Francia. Famoso come architetto. Formazione non studi accademici, viaggi in Italia (nelle più importanti città, Ravenna, Venezia, Firenze, Pavia..) crea schizzi su opere d’arte che visita. Formazione sull’arte antica. Formazione sul posto, non studi teorici. Si avvicina all’architettura, andrà a Parigi. Si avvicina al design. Non è laureato, ma lavora in uno studio di architettura e si occupa anche di urbanistica.

E’ pittore, si avvicina al cubismo, si basa sull’essenzialità delle forme. I volumi sono molto essenziali, sintetizzati.

Approccio molto innovativo.

E’ sempre all’interno del razionalismo.

I cardini della sua architettura:



- LES PILOTIS (pilastri con sezione circolare);

-PIANTA LIBERA (possibile perché la struttura è a TRAVI-PILASTRO e CALCESTRUZZO)

-FINESTRE A NASTRO (perché non ci sono i muri portanti)

-FACCIATA LIBERA (svincolata dalla struttura)

-TETTO-GIARDINO.



Villa Savoye; Unità di abitazione.




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale