Ing. Anna mazzi



Scaricare 3.18 Mb.
Pagina23/62
18.10.2019
Dimensione del file3.18 Mb.
1   ...   19   20   21   22   23   24   25   26   ...   62

3.2 La qualità in azienda


L’azienda è inserita in un contesto dinamico in cui, anche a causa della crisi, risulta per i titolari sempre più importante avere un controllo sulle attività. Dunque da parte della direzione si è generata la convinzione che l’adesione alle norme ISO per la qualità per la gestione delle persone, dei materiali, delle informazioni e tutti gli altri soggetti interni ed esterni all’azienda, può essere uno strumento estremamente utile per avere un controllo aziendale, per puntare ad un miglioramento continuo e per mantenere un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Al tempo stesso l’ottenimento della certificazione, la realizzazione e attuazione di un sistema gestione qualità, rappresenta un ulteriore biglietto da visita per GIEMME FASHION SERVICE che fa della qualità del prodotto il suo primo fattore competitivo.



Prima dello tirocinio del sottoscritto, l’azienda era in buona parte priva di procedure, anche se uno dei titolari aveva raccolto diverso materiale di esempio ed articoli inerenti all’argomento. Con quelle basi di partenza e il codice ISO mi sono approcciato, in continua collaborazione con i titolari e con il responsabile Magazzino, alla creazione di alcune procedure. Ognuna di esse è stata scritta andando ad interloquire direttamente con i soggetti interessati e poi revisionata consultando personalmente la direzione in modo che il contenuto degli scritti bilanciasse i seguenti 3 aspetti:

  • I desideri degli operatori (praticità e semplicità delle operazioni che essi dovranno svolgere nel rispetto della procedura);

  • Le aspettative della direzione (obbiettivi di monitoraggio delle operazioni e miglioramento continuo delle attività aziendali);

  • Le direttive delle ISO.

Le procedure di cui mi sono occupato con relative istruzioni operative e modulistica riguardano:

  • Gestione dei clienti e degli ordini;

  • Gestione della progettazione;

  • Gestione dei fornitori e dell’approvvigionamento;

  • Gestione della produzione.

Le altre procedure obbligatorie per l’ottenimento della certificazione (inerenti a gestione del personale, gestione delle non conformità, gestione della documentazione ecc) sono state scritte direttamente da uno dei titolari e revisionate assieme nelle fasi finali. Al termine dello stage si è quindi generato un sistema gestione della qualità che sta già entrando in funzione. Al tempo stesso sono stati effettuati alcuni Audit con un consulente per la qualità per valutare le possibili modifiche in previsione di una futura certificazione.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   19   20   21   22   23   24   25   26   ...   62


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale