Introduzione alla storia dell’arte



Scaricare 16.29 Kb.
12.11.2018
Dimensione del file16.29 Kb.

INTRODUZIONE ALLA STORIA DELL’ARTE
L’ARTE comunica messaggi, è un linguaggio. In particolare fino dai tempi più antichi l’essere umano ha usato le immagini per esprimersi.

Quando ciò che l’immagine deve esprimere si intreccia con la creatività di chi la realizza nasce l’OPERA D’ARTE che trasmette sensazioni e emozioni attraverso forme, colori, volumi e spazi. Quindi un’opera d’arte, a qualunque tempo o luogo appartenga, è innanzitutto una forma originale che nasce dalla creatività e sensibilità di un autore, ma è anche il riflesso delle vicende storiche, l’espressione della cultura e della religione, il risultato della situazione economica e politica che hanno caratterizzato la civiltà che le ha prodotte. Non solo: nell’opera d’arte c’è anche un messaggio universale che supera il tempo ed il luogo in cui viene creata.


La STORIA DELL’ARTE è quella disciplina che colloca nel tempo le opere artistiche visive prodotte nei secoli dalle varie civiltà: ne descrive le caratteristiche e le ordina in categorie.
Le categorie o generi artistici si dividono essenzialmente in: PITTURA,_SCULTURA,_ARCHITETTURA'>PITTURA, SCULTURA, ARCHITETTURA. Vi sono poi gli oggetti ed i manufatti che hanno avuto una funzione d’uso ( ceramiche, gioielli, mobili, vestiti ……. ) ed una valenza artistica che vanno riuniti sotto la denominazione di ARTI APPLICATE o ARTI MINORI. Strettamente connesse con la storia dell’arte tanto da coincidervi spesso sono anche la STORIA DELLA FOTOGRAFIA, DEL CINEMA, DELLA PUBBLICITA’ …..

PITTURA
Per PITTURA intendiamo la creazione di un’immagine bidimensionale figurativa ( cioè con un soggetto riconoscibile ) o astratta ( cioè priva di un soggetto riconoscibile ) attraverso l’uso di segni, forme e colori disposti su una superficie ( = supporto ).

Possiamo suddividere la pittura a secondo che sia collocata su un supporto mobile ( es. tela, tavola, etc. ) o supporto fisso ( es. muro o pavimento ).

Ogni materiale impiegato richiede una particolare tecnica di esecuzione e lavorazione che condiziona l’artista nel suo modo di esprimersi e determina l’aspetto finale della creazione.

Possiamo classificare le opere pittoriche anche per genere, raggruppandoli in base ai soggetti rappresentati ( ritratto, natura morta, paesaggio, dipinto allegorico, religioso, storico….).



SCULTURA
La principale caratteristica della scultura è quella di realizzare immagini tridimensionali attraverso l’impiego di strumenti adatti a scolpire, modellare, fondere ed assemblare la materia.

Possiamo dividere le sculture in due grandi categorie:



  1. a rilievo, cioè scolpite su di un pannello destinato a divenire lo sfondo dell’opera che viene vista frontalmente ( altorilievo, bassorilievo )

  2. a tutto tondo, cioè scolpite a 360°. Possiamo ammirare le sculture a tuttotondo da più punti di vista ( ATTENZIONE! NON È DETTO CHE POSSIAMO GIRARCI SEMPRE TUTTO INTORNO O VEDERLE ANCHE DIETRO! )

Anche per la scultura le diverse tecniche ed i materiali impiegati influenzano il risultato finale.

ARCHITETTURA
L’architettura è per definizione l’arte dello spazio, non solo perché collocata nello spazio ma soprattutto perché lo definisce e delimita (es. una stanza ).

Come una scultura anche un’opera architettonica è tridimensionale. Nel caso dell’architettura però il fruitore può entrare nell’opera, attraversarla, esaminarne l’aspetto sia dall’interno che dall’esterno. Le due parti a volte si corrispondono, altre volte sono realtà completamente diverse ( ad esempio dopo il rimaneggiamento di un edificio antico per usi differenti ). Poiché è impossibile la visione simultanea dell’insieme di un edificio, è solo attraverso l’uso della memoria che ricomponiamo nella nostra mente un’immagine unitaria.



L’architettura è nata dalla necessità dell’uomo preistorico di costruirsi un riparo. Ogni civiltà ha poi elaborato diverse forme architettoniche in base alle proprie esigenze e dei materiali disponibili.

DATI PRELIMINARI
Costituiscono le informazioni fondamentali indispensabili per identificare correttamente l’opera d’arte. Sono i seguenti:


PRESENTAZIONE PERSONALE

DATI PRELIMINARI OPERA D’ARTE




Nome

Titolo

Non sempre dato dall’autore, soprattutto in scultura ed architettura

Cognome

Autore

Può essere conosciuto od anonimo. In particolare in architettura l’autore è quasi sempre l’architetto che progetta l’edificio, ma raramente costruisce materialmente lo stesso.

Età

Datazione

Serve a collocare l’opera nel suo contesto storico e culturale.

Altezza, peso etc.

Dimensioni

La riproduzione fotografica non può rendere appieno l’impatto dell’opera nella realtà. Per la scultura molto spesso le dimensioni sono determinate dalla destinazione. Per l’architettura servono a stabilire il rapporto tra edifico, esseri umani ed ambiente.

Caratteristiche

Tecnica

Può influenzare l’aspetto finale.

Indirizzo

Collocazione

Oltre all’attuale, che indica dove si trova l’opera, è importante sapere la sua collocazione originaria per meglio comprenderne gli aspetti tecnici e le finalità.








Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale