Introduzione: la spiegazione dei termini



Scaricare 275.6 Kb.
Pagina9/37
14.02.2020
Dimensione del file275.6 Kb.
1   ...   5   6   7   8   9   10   11   12   ...   37
Cap. 9: Conclusioni

Come ricorda il biologo molecolare Vittorio Sgaramella, «di errori Darwin certamente ne ha fatti, sia per negligenza, sia per incomprensione. (…) Tra gli errori di negligenza, il più serio consiste nel fatto che egli, solerte scrittore, ma pigro lettore (almeno secondo il suo biografo Howard), pare non avesse neppure aperto il manoscritto inviatogli da Gregor Mendel. Comunque, anche se l’avesse fatto, non avrebbe capito le famose tre leggi, come non le capì l’intera comunità scientifica per 3-4 decenni a seguire. Darwin, quindi, ignorava la genetica e spiegava la biodiversità soprattutto come un prodotto delle variazioni dell’ambiente. Oggi, però, sappiamo che i genomi cambiano anche in ambienti costanti. Sappiamo, inoltre, che i genomi sono fatti per la maggior parte di DNA instabili, che mutano in modo sia casuale, sia programmato, ma mai finalizzato (neppure i virus mutano “a loro vantaggio”, come si lascia scappare




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   5   6   7   8   9   10   11   12   ...   37


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale