Istituto comprensivo tremestieri di messina scuola primaria



Scaricare 341.95 Kb.
Pagina1/7
24.11.2017
Dimensione del file341.95 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7



ISTITUTO COMPRENSIVO TREMESTIERI di MESSINA
SCUOLA PRIMARIA

PROGETTAZIONE DISCIPLINARE


PER LA CLASSE TERZA

ANNO SCOLASTICO 2017 - 2018



_________________________________________



ITALIANO CLASSE III

MODULO FORMATIVO N.1 TEMPI PREVISTI:OTTOBRE-NOVEMBRE




OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

COMPETENZE


ASCOLTO E PARLATO

-Comprendere l’argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe.


-Ascoltare testi narrativi,espositivi,mostrando di saperne cogliere il senso globale e riesporli in modo comprensibile a chi ascolta.
-Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, conversazione, discussione), rispettando i turni di parola.
-Raccontare storie personali o fantastiche rispettando l’ordine cronologico

ed esplicitando le informazioni necessarie perchè il racconto sia chiaro.




- La comunicazione e i suoi elementi.



-Partecipa a scambi comunicativi(conversazione,

discussione di classe o di gruppo)con compagni e insegnanti, rispettando il turno e operando un ascolto attivo.
-Comprende le informazioni di un testo letto o ascoltato e le espone rendendole chiare a chi ascolta.


LETTURA

-Padroneggiare la lettura strumentale(di decifrazione),sia nella modalità ad alta voce,curando l’espressione,sia in quella silenziosa.


-Leggere testi (narrativi,descrittivi,informativi),cogliendo l’argomento di

cui si parla e individuando le informazioni principali e le loro relazioni.



-La descrizione.

-I testi descrittivo- narrativi.

-Gli elementi fondamentali del testi descrittivi e descrittivo- narrativi.



-Padroneggia la lettura strumentale nella modalità ad alta voce.


-Legge testi di genere diverso individuandone le informazioni e le relazioni.



SCRITTURA

-Acquisire le capacità manuali percettive e cognitive necessarie per

l’apprendimento della scrittura.


-Scrivere sotto dettatura curando in modo particolare l’ortografia.
-Produrre semplici testi funzionali,narrativi e descrittivi,legati a scopi concreti(per utilità personale,per comunicare con altri,per ricordare,ecc.)e connessi con situazioni quotidiane(contesto scolastico e/o familiare).
-Comunicare con frasi semplici e compiute,strutturate in brevi testi che rispettino le convenzioni ortografiche e di interpunzione.


-Il testo descrittivo.

-Il testo descrittivo-narrativo.



-Utilizza la lingua come strumento di comunicazione.


.Manipola semplici testi anche in modo creativo.


ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO

.Ampliare il patrimonio lessicale conosciuto attraverso attività di lettura e interazione comunicativa.
-Comprendere in brevi testi il significato di parole note,basandosi sia sul contesto,sia sulla conoscenza intuitiva delle famiglie di parole.
-Usare in modo appropriato le parole man.,mano apprese.

-Ricerca,conoscenza e uso di parole nuove.





.

-Arricchisce il lessico usato mediante l’uso di parole ed espressioni lette sui testi.



ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSIONE SUGLI USI DELLA LINGUA

-Confrontare testi per coglierne alcune caratteristiche specifiche (ad es. maggiore o minore efficacia comunicativa, differenze tra testo orale e testo scritto, ecc.).


-Riconoscere se una frase è o no completa, costituita cioè dagli elementi essenziali (soggetto, verbo, complementi necessari).
-Prestare attenzione alla grafia delle parole nei testi e applicare le conoscenze ortografiche nella propria produzione scritta.

-L’alfabeto..

-Le convenzioni ortografiche:

-Digrammi e suoni complessi

-Le doppie.

-La divisione in sillabe.

-L’apostrofo.

-L’accento.

-Monosillabi accentati.

-È oppure E.

-C’è - c’era - c’erano-ci sono.

-Ho-hai -ha –hanno.

-I nomi generici.

-Nomi di persona,animale,cosa.

-Nomi di genere maschile o femminile.

-Nomi di numero plurale o singolare.

-I sinonimi.

-Gli omonimi.

-Articolo determinativo.

-Articolo indeterminativo.

-La frase.


-Applica le conoscenze ortografiche nella

produzione scritta.
.Riconosce in una frase gli elementi morfosintattici.


METODOLOGIE E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

ATTIVITA’

STRUMENTI DI VERIFICA

-Didattica frontale.

-Attività svolte con l’intero gruppo-classe,in piccoli gruppi, in coppia,,individuali.

-Attività di tutoring.


1^ Fascia

-Scambi comunicativi all’interno della classe rispettando le regole relazionali.

-Conversazioni guidate.

-Narrazione di esperienze vissute.

-Ascolto,comprensione e riesposizione di testi letti

dall’insegnante,

-Osservazione di oggetti,animali,luoghi,persone.

-Ascolto,lettura,analisi di testi descrittivi/narrativi per individuarne le caratteristiche.

-Riconoscimento dei dati sensoriali presenti in un

testo descrittivo.

-Tabulazione dei dati relativi.

-Lettura silenziosa e ad alta voce.

-Riordino di sequenze narrative.

-Questionari relative a un testo letto o ascoltato.

-Produzione scritta di semplici descrizioni.

-Produzione scritta di testi descrittivo-narrativi.

-Riordino di parole secondo l’ordine alfabetico.

-Uso del vocabolario.

-Divisione in sillabe.

-Esercitazioni ortografiche.

-Analisi e classificazione delle parti variabili del discorso.

-Riconoscimento di frasi in un testo.




2^ Fascia

-Utilizzo di diverse modalità comunicative.

-Narrazione di esperienze vissute.

-Domande guida per la comprensione di un testo descrittivo/ narrativo.

-Completamento di testi.

-Produzione di brevi testi descrittivi/narrativi,partendo da uno schema.

-Esercitazioni ortografiche.

-Analisi delle parti variabili del discorso.

-Riconoscimento di frasi in un testo.


-Prove orali.

-Prove strutturate.

-Questionari V/F.

-Questionari con risposte a scelta multipla.

-Questionari a risposta aperta.


OBIETTIVI MINIMI: (per alunni con BES)

ASCOLTO E PARLATO -Rispettare i turni di intervento in uno scambio comunicativo

LETTURA -Padroneggiare la lettura strumentale.

SCRITTURA -Scrivere sotto dettatura in modo ortograficamente corretto.

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO -Capire le parole apprese.

ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSIONI SULL’USO DELLA LINGUA -Conoscere le principali convenzioni ortografiche.





ITALIANO CLASSE III



MODULO FORMATIVO N.2 TEMPI PREVISTI:DICEMBRE-GENNAIO


OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

COMPETENZE


ASCOLTO E PARLATO

-Comprendere l’argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati

in classe.
-Ascoltare testi narrativi ed espositivi,mostrando di saperne cogliere il senso

globale e riesporli in modo comprensibile a chi ascolta.


-Prendere la parola negli scambi comunicativi(dialogo,conversazione, discussione),rispettando i turni di parola.
-Raccontare storie personali o fantastiche,rispettando l’ordine cronologico ed

esplicitando informazioni necessarie perché il racconto sia chiaro.



-Regole di ascolto.


-Partecipa a scambi comunicativi operando

un ascolto attivo e rispettando le regole di comunicazione.
-Comprende le informazioni di un testo ascoltato e le espone rendendole chiare a chi le ascolta


LETTURA

-Padroneggiare la lettura strumentale (di decifrazione),sia nella modalità ad alta voce,curandone l’espressione,sia in quella silenziosa.


-Leggere testi(narrativi,descrittivi,informativi),cogliendone l’argomento di cui si parla e individuando le informazioni principali e le loro relazioni.
-Leggere semplici e brevi testi letterari,sia poetici,sia narrativi,mostrando di

saperne cogliere il senso globale.



-Fiabe, favole, mite e leggende.

-Gli elementi peculiari dei testi presi in esame.


-Legge testi di genere diverso individuandone le informazioni e le relazioni.


-Legge brevi testi poetici e narrativi cogliendone il significato.


SCRITTURA

-Scrivere sotto dettatura curando in modo particolare l’ortografia.


-Produrre semplici testi funzionali,narrativi e descrittivi legati a scopi concreti

(per utilità personale,per comunicare con gli altri,per ricordare,ecc.)connessi

con situazioni quotidiane(contesto scolastico e/o familiare).
-Comunicare con frasi semplici e compiute ,strutturate in brevi testi che ri-

spettino le convenzioni ortografiche e di interpunzione.



-Fiabe, favole, miti e leggende.

-Manipolazione /completamento del testo.

-Sintesi deltesto


-Utilizza la lingua come strumento di comunicazione


.Manipola semplici testi anche in modo creativo.


ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO

-Ampliare il patrimonio lessicale conosciuto,attraverso attività di lettura e di

Interazione comunicativa.


-Comprendere in brevi testi il significato di parole non note basandosi sia sul

contesto,sia sulla conoscenza intuitiva delle famiglie di parole.


-Usare in modo appropriato le parole man, mano apprese.

-Famiglie di parole.

-Uso del vocabolario.

-Arricchisce il lessico usato mediante l’uso di parole ed espressioni lette sui testi.





ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSIONE SUGLI USI DELLA LINGUA

-Riconosce se una frase è o no completa,costituita cioè dagli elementi es-

senziali (soggetto,verbo,complementi necessari).
-Individuare e riconoscere le convenzioni ortografiche e sintattiche di base.


-Le esclamazioni

-La punteggiatura.

-Discorso diretto e indiretto.

-Le onomatopee.

-Nomi primitivi, derivati, composti,collettivi.

-I nomi alterati.

-I falsi alterati.

-Nomi concreti /astratti.

-Il soggetto.

-Il predicato verbale/nominale

-Il gruppo del soggetto e del predicato.




-Applica le conoscenze ortografiche nella

produzione scritta.
-Riconosce in una frase gli elementi morfosintattici.



METODOLOGIE E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

ATTIVITÀ

STRUMENTI DI VERIFICA

-Didattica frontale

-Apprendimento individuale e cooperativo.

-Attività svolte con l’intero gruppo-classe,in piccoli gruppi, in coppia,,individuali.

-Attività di tutoring.

-Attività di problem solving.


1^ Fascia

-Le regole della comunicazione.

-Ascolto,lettura,analisi di testi narrativi per individuarne le caratteristiche.

-Riesposizione del testo letto.

-Suddivisione di storie in sequenze.

-Manipolazione/completamento di testi.

-Questionari.

-Produzione di semplici testi narrativi (fiabe, favole, miti, leggende).

-Attività di sintesi scritta dei testi letti.

-Analisi e classificazione delle parti variabili del discorso.

-Esercitazioni ortografiche.

-Divisione della frase in sintagmi.

-Individuazione della Frase Minima e delle Espansioni.


2^ Fascia

-Le regole della comunicazione.

-Lettura espressiva di testi.

-Riesposizione guidata dei testi letti.

-Produzione di semplici testi narrativi mediante l’uso di schemi.

-Analisi delle parti variabili del discorso.

-Esercitazioni ortografiche.

-Individuazione di sintagmi nella frase.

Riconoscimento di Soggetto, Predicato Verbale e Espansioni.

-Prove orali.

-Prove strutturate.

-Questionari V/F.

-Questionari con risposte a scelta multipla.

-Questionari a risposta aperta.




VERIFICHE

OBIETTIVI MINIMI: (per alunni con BES)

ASCOLOTO E PARLATO -Partecipare a scambi comunicativi rispettando le regole di comunicazione.

LETTURA -Padroneggiare la lettura nella modalità ad alta voce.

SCRITTURA -Produrre semplici testi per comunicare.

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO -Ampliare il patrimonio lessicale attraverso la lettura.

ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSIONE SULLA LINGUA -Riconoscere in una frase i principali elementi morfosintattici.









ITALIANO CLASSE III

MODULO FORMATIVO N.3 TEMPI PREVISTI:FEBBRAIO-MARZO






OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

COMPETENZE


ASCOLTO E PARLATO

-Comprendere l’argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe.


-Ascoltare testi narrativi,espositivi,mostrando di saperne cogliere il

senso globale e riesporli in modo comprensibile a chi ascolta.


-Prendere la parola negli scambi comunicativi(dialogo,conversazione,discus-sione),rispettando i turni di parola.
-Comprendere e dare semplici istruzioni su un gioco o un’attività conosciuta.
-Raccontare storie personali o fantastiche rispettando l’ordine cronologico ed esplicitando le informazioni necessarie perchè il racconto sia chiaro.

-Elementi e regole della comunicazione.



-Partecipa a scambi comunicativi operando un ascolto attivo e rispettando le regole di comunicazione.


-Comprende le informazioni di un testo ascoltato e le espone rendendole chiare a chi le ascolta

LETTURA

-Padroneggiare la lettura strumentale(di decifrazione),sia nella modalità ad alta voce,curandone l’espressione,sia in quella silenziosa.


-Leggere testi (narrativi,descrittivi,informativi)cogliendo l’argomento di cui si parla e individuando le informazioni principali e le loro relazioni).
-Leggere semplici e brevi testi letterari,sia poetici, sia narrativi

,mostrando di saperne cogliere il senso globale.


-Leggere semplici testi di divulgazione per ricavarne informazioni utili ad ampliare conoscenze su temi noti,

-Il testo poetico.


-Legge testi di genere diverso individuandone le informazioni e le relazioni.


-Legge brevi testi poetici e narrativi cogliendone il significato.


SCRITTURA

-Scrivere sotto dettatura,curando in modo particolare l’ortografia.


-Produrre semplici testi funzionali,narrativi,descrittivi legati a scopi concreti(per comunicare con altri,per ricordare,ecc.)e connessi con situazioni quotidiane(contesto scolastico e/ o familiare).
-Comunicare con frasi semplici e compiute ,strutturate in brevi testi che rispettino le convenzioni ortografiche e di interpunzione.

-Il testo poetico.


-Utilizza la lingua come strumento di comunicazione.


- Manipola semplici testi anche in modo creativo.


ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO

-Ampliare il patrimonio lessicale conosciuto,attraverso attività di lettura e di interazioni comunicative.
-Comprendere in brevi testi il significato di parole non note basandosi sia sulcontesto,sia sulla conoscenza intuitiva di famiglie di parole.
-Usare in modo appropriato le parole man,mano apprese.

-Il significato di parole in rapporto al contesto.

-Uso del vocabolario.

-Arricchisce il lessico usato, mediante ricerche su parole ed espressioni.





ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSIONE SUGLI USI DELLA LINGUA

-Riconosce se una frase è o no completa,costituita cioè dagli elementi essenziali(soggetto,verbo, complementi necessari).


-Individuare e riconoscere le convenzioni ortografiche e sintattiche di base.

-L’aggettivo qualificativo e i suoi gradi.

-Gli aggettivi possessivi.

-I pronomi personali.

-Il verbo

-Espansione diretta /Espansioni indirette.


-Applica le conoscenze ortografiche nella produzione scritta.


-Riconosce in una frase gli elementi morfosintattici.

METODOLOGIE E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

ATTIVITA’

STRUMENTI DI VERIFICA

-Didattica frontale.

-Apprendimento individuale e cooperativo.

.Attività svolte con l’intero gruppo-classe,in piccoli gruppi, in coppia,,individuali.

-Attività di tutoring.

-Attività di problemsolving.


1^Fascia

-Ascolto di poesie, conte e filastrocche

-Lettura ed analisi di conte, filastrocche e poesie.

-Memorizzazione di testi poetici.

-Individuazione di strofe,versi, rime,

-Risposte a domande relative a un testo poetico.

-Produzione di semplici testi poetici.

-Parafrasi di una poesia.

-Analisi delle parti variabili del discorso.

-Riconoscimento e classificazione di Espansioni della Frase Minima.

-Ricerca di parole presenti nei testi per l’arricchimento lessicale.


2^ Fascia

-Ascolto di poesie, conte e filastrocche. .-Memorizzazione di testi poetici.

-Individuazione di strofe, versi, rime,

-Risposte a domande,relative a un testo poetico.

- Analisi delle parti variabili del discorso--Riconoscimento di espansioni della frase minima.

-Ricerca di parole presenti nei testi per l’arricchimento lessicale.



-Prove orali.

-Prove strutturate.

-Questionari V/F.

-Questionari con risposte a scelta multipla.

-Questionari a risposta aperta.



OBIETTIVI MINIMI: (per alunni con BES)

ASCOLTO E PARLATO -Partecipare a scambi comunicativi,rispettando le regole di comunicazione.

-Cogliere gli elementi essenziali di un testo con l’aiuto di domande-guida.

LETTURA -Padroneggiare la lettura nella modalità ad alta voce.

-Comprendere le informazioni principali di un testo letto.

SCRITTURA -Produrre semplici testi per comunicare.

-Manipolare in vario modo un testo scritto.

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO -Ampliare il patrimonio lessicale conosciuto.

ELEMENTI DI GRAMMATICA E RIFLESSIONE SULL’USO DELLA LINGUA -Riconoscere in una frase i principali elementi morfosintattici.




Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale