Istituto di istruzione superiore



Scaricare 1.32 Mb.
Pagina1/6
03.06.2018
Dimensione del file1.32 Mb.
  1   2   3   4   5   6

e:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpge:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpge:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpg

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORElogo mini

Leonardo da Vinci”



35137 Padova – Via S. Giovanni di Verdara, 36

Tel: 049/8724155 – Fax: 049/8724196 –e-mail: pdis02700t@istruzione.it

PIANO DELL’OFFERTA

FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015/2016e:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpg

e:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpg

PIANO DELL’OFFERTA

FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015/2016
Informazioni generali

Premessa al piano dell’offerta formativa

il Contesto Didattico-Educativo nel territorio
Presentazione dell’Istituto 6
Caratteristiche dell’utenza – Analisi dei bisogni

Linee di indirizzo

Principi fondanti

Strategia
Scelte Organizzative 8
Risorse umane

Organigramma

Funzionigramma

Formazione e aggiornamento. Criteri e azioni specifiche

Scelte Formative 11

Istituto Tecnico Settore Economico: Indirizzo Turismo

Istituto Professionale Settore Servizi: Indirizzo dei Servizi Commerciali

Istituto Professionale Settore Servizi: Indirizzo dei Servizi Socio-Sanitari

Educazione degli adulti

Attività alternative all’ora di I.R.C.
Scelte Metodologiche 19
Apprendimenti in termini di competenze

Misurazione degli apprendimenti e strumenti di verifica

Criteri per la formulazione dei giudizi – valutazione

Valutazione studenti stranieri neo-arrivati

Recupero dei debiti scolastici

Giudizio sospeso

Credito formativo

Viaggi d’istruzione e scambi culturali
Punti di forza e progetti
Rapporti con l’esterno 24
Rapporti scuola – famiglia

Rapporti con il territorio

Comitato Tecnico Scientifico

Noi per il bene comune e la cittadinanza attiva

Rete territoriale per la prevenzione della violenza degli /sugli adolescenti

Orientamento, motivazione e successo formativo 25
Orientamento

Accoglienza

Spazio ascolto

Percorsi di integrazione tra Istruzione e Formazione – Certificazione crediti

Ben-essere e:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpge:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpge:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpge:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpg

Il carcere entra a scuola e la scuola entra in carcere

Istruzione domiciliare

Il giornalino scolastico

Promozione della lettura
Valorizzazione delle competenze 27
Progetti FSE, Alternanza scuola-lavoro, Stages e Tirocini

Progetto “Plinio

Andare a scuola nel territorio – Dal percorso di orientamento professionale formativo al riconoscimento di competenze”


Inclusione sociale e scolastica 29
Alunni stranieri

Porte Aperte”

Rete Progetto Pace”

Rete Più Opportunità per Più Culture

Rete progetto di Ricerca-Azione per una Cultura della Mediazione Interculturale”


Alunni con disabilità

Pensatemi adulto / Eidos”



Pre – accoglienza

Alternanza scuola – lavoro alunni disabili

Accordo di rete CTI6 per l’integrazione di alunni con disabilità
Alunni con disturbi specifici di apprendimento

Dallo svantaggio al successo formativo
Ampliamento dell’offerta formativa 33

Léo InternaT/Cional”



Certificazioni linguistiche

Scambi linguistico-culturali

Progetti europei:

Move for the Future – English by Doing” “Erasmus Plus - Let’s go” “Progetto Certilingua”



Attività motorie e sportive

Sport per tutti secondo ciascuno”



Centro sportivo scolastico

Autovalutazione di Istituto – Regolamento di Istituto – Reclami 35



Autovalutazione di Istituto

Regolamento d’Istituto

Procedura dei reclami

Allegati 38e:\pof2012bis\sfondi\sfondoblu.jpg
Modulo scelta I.R.C.

Modulo attività alternative all’ora di I.R.C.

Certificato competenze di base

Richiesta di servizio scolastico domiciliare

Regolamento d’Istituto

N.B. IL SOMMARIO NON E’ AGGIORNATO

INFORMAZIONI GENERALI
Denominazione: Istituto di Istruzione Superiore “ Leonardo da Vinci”

Percorsi di studio Istituto Tecnico Settore Economico

Indirizzo Turismo

Istituto Professionale Settore Servizi

Indirizzo Servizi Commerciali (corso diurno e corso serale)

Indirizzo Servizi Socio Sanitari (corso diurno e corso serale)

Sede Centrale: Via S. Giovanni di Verdara, 36 – Padova

Telefono : 049/8724155 Fax: 049/8724196

Sito internet : www.leodavinci.gov.it e-mail: pdis02700t@istruzione.it

Sede Succursale di Via Wiel: Via Wiel, 19 – Padova

Telefono : 049/9819138 Fax : 049/9819163

Sede Succursale di Via Machiavelli: Via Machiavelli, – Padova

Telefono : 049/9819044 Fax: 049/9819137

Colloqui col Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico, Luca D’Alpaos, riceve su appuntamento.



Segreteria

La segreteria è aperta al pubblico




Dal Lunedì al sabato

dalle 10.45 alle 13.00

Lunedì e mercoledì

dalle 15.00 alle 17.00


Biblioteca

La biblioteca è aperta agli studenti



Lunedì

dalle 10.00 alle 12.00

Martedì

dalle 10.00 alle 12.00

Mercoledì

dalle 10.00 alle 12.00

Giovedì

dalle 10.00 alle 12.00

Venerdì

dalle 10.00 alle 12.00



Orario delle lezioni

Corso Diurno Orario Antimeridiano (tutte le classi)

1ª ora

2ª ora

3ª ora

Intervallo

4ª ora

5ª ora

6ª ora

7.55 -9.00

9.00 -9.55

9.55 -10.50

10.50 -11.10

11.10 -12.05

12.05 -13.00

13.00 -13.50



Corso Diurno Orario Pomeridiano (tutte le classi)

Intervallo

7ª ora

8ª ora

13.50 -14.10

14.10 -15.05

15.05 -16.00



Corso Serale


1ª ora

2ª ora

3ª ora

Intervallo

4ª ora

5ª ora

19.25 -20.15

20.15 -21.05

21.05 -21.55

21.55 -22.00

22.00 -22.50

22.50 -23.40

PREMESSA AL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA
Il Piano dell'Offerta Formativa dell’Istituto “Leonardo da Vinci” è un progetto educativo, formativo e professionalizzante che ha come scopo il successo formativo di ogni studente.

La progettazione si articola nel rispetto della specificità dell’Istituto e dei reali bisogni degli alunni e viene attentamente monitorata negli obiettivi e negli esiti del processo educativo per permettere l’intervento pronto ed efficace nelle situazioni di difficoltà e disagio.

Il documento completo del Piano dell’Offerta Formativa è soggetto a modifiche e ogni anno si arricchisce di idee e progetti coerenti con gli indirizzi di studio e i percorsi formativi, per garantire agli studenti un ampliamento delle conoscenze e l’acquisizione di competenze spendibili nel mondo del lavoro.
IL CONTESTO DIDATTICO-EDUCATIVO NEL TERRITORIO

PRESENTAZIONE DELL’ISTITUTO

L’Istituto Statale d’Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci” di Padova è un Ente di Formazione Professionale, accreditato dalla Regione Veneto dall’anno scolastico 2008/2009 per la Formazione Superiore e l’Orientamento. Prerogativa dell’Istituto è una costante attenzione alle urgenze del mondo del lavoro, proiettato verso l’innovazione e la formazione mirata. Per rispondere a queste necessità, l’Istituto forma e qualifica specifiche professionalità nel settore commerciale, turistico e dei servizi sociali, rappresentando un importante canale occupazionale.


Caratteristiche dell’utenza – Analisi dei bisogni
La composizione eterogenea degli studenti avanza istanze formative diverse che vanno dal desiderio di concludere gli studi nel minor tempo possibile, acquisendo competenze che consentano un rapido impiego nel mondo del lavoro, all’aspirazione a percorsi che diano la possibilità di raggiungere mete elevate.

Inoltre, la necessità sociale di innalzare il livello culturale complessivo della popolazione, che ha trovato puntuale riscontro nella legge 9/99 sull’obbligo scolastico e nella legge 144/99, introduce l’ulteriore obbligo di attività formative da svolgersi nell’istruzione scolastica, nella formazione professionale e nell’esercizio dell’apprendistato sino al diciottesimo anno di età, nonché nella educazione/formazione permanente degli adulti.

I più frequenti problemi, ad un'attenta analisi, sono:


  • abilità di base eterogenee e mancanza di un metodo di studio

  • difficoltà di apprendimento

  • disturbi specifici di apprendimento

  • disagio per difficoltà di relazione con compagni e insegnanti

  • insuccesso e ri-motivazione delle scelte scolastiche

  • inclusione degli alunni con disabilità

  • integrazione degli alunni stranieri

  • pendolarismo


LINEE DI INDIRIZZO
Per rispondere alle richieste formative dell’utenza, diversificando le scelte e i percorsi didattici in base alle caratteristiche personali e alle esigenze degli alunni, il progetto d’istituto intende:

  • organizzare l’accoglienza, l’inserimento e la personalizzazione dei percorsi di studio degli studenti

  • contrastare le varie forme di disagio giovanile e favorire lo star bene con se stessi e con gli altri

  • progettare percorsi di valorizzazione delle varie forme di diversità

  • favorire l’integrazione culturale attraverso vari e diversificati linguaggi, valorizzando nel contempo la cultura del paese d’origine degli alunni non italofoni

  • attuare percorsi mirati di orientamento e di riorientamento

  • promuovere la didattica laboratoriale e del laboratorio d’impresa

  • privilegiare l’acquisizione di competenze professionalizzanti

  • offrire alle imprese studenti preparati per qualificare il mercato del lavoro

  • correlarsi con il territorio in un legame di sviluppo

  • favorire l’educazione degli adulti

  • incrementare le collaborazioni con le scuole, gli Enti di formazione, le Imprese, le Associazioni e gli Enti territoriali

  • partecipare a progetti nazionali ed europei.

PRINCIPI FONDANTI

Nel rispetto del Regolamento dell'Autonomia (DPR 275/99) e in relazione al quadro europeo di riferimento delle competenze sociali e civiche l’Istituto mira sostanzialmente, attraverso un sistema di opportunità educative, al miglioramento dell’offerta formativa con l'obiettivo di innalzare il livello di scolarità e il tasso di successo scolastico. Agli alunni e alle loro famiglie viene, pertanto, garantita una produttività culturale in termini di educazione, formazione e proiezione nel mondo del lavoro, alla luce delle reali possibilità e risorse del territorio. Queste linee d’indirizzo deliberate dal Consiglio di Istituto (delibera n.5/5 del 19/12/2013), trovano fondamento nei seguenti principi:



  • Uguaglianza: il servizio scolastico garantisce il pieno e armonico sviluppo della persona, nel rispetto della coscienza morale e civile degli alunni, promuove il libero accesso di tutti all’istituzione scolastica rispettando le differenze e rifiutando ogni forma di discriminazione che possa derivare da diversità riguardanti l’etnia, la lingua, il sesso, le condizioni psico-fisiche e socio-economiche, la religione e le opinioni politiche.

  • Partecipazione attiva e democratica alla vita dell’Istituto: nel rispetto delle regole della convivenza e della comunità, le diverse componenti scolastiche sono incoraggiate a partecipare, con autonomia di iniziativa e giudizio, a un lavoro educativo e didattico concertato.

  • Trasparenza: le scelte e gli atti dell’Istituto sono  improntati a criteri di equità, obiettività e chiarezza, in modo che dagli atti prodotti siano agevolmente ricavabili gli obiettivi che li hanno determinati e le procedure che sono state attuate, e che ogni studente sia informato sugli obiettivi che deve raggiungere e in che modo sarà misurato il loro raggiungimento.

  • Promozione della persona concepita nel rispetto e nella valorizzazione nei suoi aspetti psico-fisici, socio-affettivi, culturali e professionali.

  • Accoglienza degli studenti e inclusione: la scuola s’impegna, con opportuni e adeguati atteggiamenti ed azioni di tutti gli operatori del servizio, a favorire l’accoglienza dei genitori e degli alunni, l’inserimento e l’integrazione di questi ultimi, con particolare riguardo alla fase di ingresso, alle classi iniziali e alle situazioni di rilevante necessità. Garantisce anche agli studenti delle classi terminali un'adeguata attività di orientamento, sia per la prosecuzione degli studi all'università, sia per un possibile inserimento nel mondo del lavoro. Particolare impegno è prestato per la soluzione delle problematiche relative agli studenti disabili, agli allievi con DSA (disturbi specifici di apprendimento), agli alunni lavoratori e agli stranier.i

  • Promozione e crescita sociale: particolare importanza ha lo sviluppo di abilità comunicative e sociali di ciascun alunno perché possa assumere un comportamento improntato sulla solidarietà verso i soggetti in difficoltà ed il prossimo, evidenziando anche, ove si presenti la necessità, la capacità di risolvere conflitti.

  • Miglioramento della qualità dell’istruzione e della formazione: i docenti collegialmente e a livello personale predispongono percorsi formativi che tengono conto dei ritmi di apprendimento dei singoli e dei gruppi, adottano strategie finalizzate al conseguimento del successo formativo di ogni studente.


STRATEGIA
Interagire con la realtà d’impresa territoriale per crescere e migliorare”
La strategia trova concretezza nelle seguenti scelte specifiche dei percorsi formativi dell’Istituto:

  • far emergere le potenzialità e gli interessi degli studenti che cercano in questa scuola una risposta ai bisogni formativi di autonomia e di integrazione

  • privilegiare il fare”, quale elemento valoriale per la costruzione di solide competenze professionali

  • utilizzare forme diversificate di didattica laboratoriale, dando rilevante spazio alle esperienze di impresa

  • promuovere l’acquisizione di un ampio ventaglio di conoscenze, competenze e capacità operative spendibili nel mondo del lavoro e indispensabili per la prosecuzione degli studi

  • formare figure professionali adeguate alle richieste di un mercato del lavoro in continua evoluzione, per un concreto inserimento lavorativo

  • promuovere l’alternanza scuola-lavoro come metodologia strategica di apprendimento

  • far leva sulle esperienze d’impresa per rafforzare l’autostima, prendendo coscienza del proprio valore, della propria identità individuale e incrementando il senso di responsabilità






SCELTE ORGANIZZATIVE
Risorse umane
La direzione dell'Istituto è affidata al Dirigente scolastico, affiancato da due collaboratori, di cui uno con funzioni vicarie, da due responsabili delle sedi succursali,

da un docente coordinatore del corso serale.

Nell'anno scolastico 2014-2015 i docenti in servizio erano 126;

il personale A.T.A. è costituito da un direttore dei Servizi Generali e Amministrativi, 9 Assistenti amministrativi, 2 Assistenti tecnici, 15 Collaboratori scolastici.



Organigramma


ORGANIGRAMMA DI ISTITUTO

Vedi pagina successiva.


FUNZIONIGRAMMA D’ISTITUTO

Anno scolastico 2014-2015

Ruolo

Soggetto

Funzioni

Durata

Norme

DIRIGENTE SCOLASTICO

Luca D’Alpaos

Responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Legale rappresentante dell’istituzione scolastica. Assicura la gestione unitaria. Assicura la qualità dei processi formativi e l’attuazione del diritto di apprendimento. Titolare delle relazioni sindacali.

Incarico triennale 2014-17

D.Lgs. 59 del 6/03/98

DSGA

Sig.ra Clotilde Francato

Sovrintende ai servizi amministrativi e generali coordinando il relativo personale.

Si affianca al Dirigente scolastico nella concreta gestione amministrativa e contabile dell’Istituto.

E’ funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili.


T.I.




VICARIO DSGA

Sig.ra Anna Bassetto

Supporto del DSGA.

Sostituzione del DSGA assente.



T.I.




COLLABORATORE VICARIO DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa F. Marchetto

Sostituzione del Dirigente assente.

Collaborazione con il Dirigente per alcuni aspetti organizzativi. Sostituzione , su delega, del Dirigente in specifiche riunioni.

Cura dei rapporti con i genitori degli studenti, in sostituzione del Dirigente. Verifica, controllo.


Incarico annuale




COLLABORATORE COORDINATORE DELLA SEDE SUCCURSALE

VIA WIEL


Prof.ssa I. Pennacchia

Coordinamento sede succursale

Segnalazione alla Dirigenza di problemi di natura organizzativa-didattica e intervento, in caso di urgenza, per la loro risoluzione.

Cura di alcuni aspetti organizzativi.


COLLABORATORE COORDINATORE DELLA SEDE SUCCURSALE

VIA MACHIAVELLI



Prof.ssa L. Farina

Coordinamento sede succursale.

Segnalazione alla Dirigenza di problemi di natura organizzativa-didattica e intervento, in caso di urgenza, per la loro risoluzione.

Cura di alcuni aspetti organizzativi.


COORDINATORE DEL CORSO SERALE

Prof. L. Martinoli

Sostituzione del Dirigente assente.

Predisposizione dell’orario delle lezioni.

Gestione dei rapporti tra studenti e docenti.

Predisposizione sostituzione docenti assenti.



COLLABORATORE DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa S. Bettin

Sostituzione docente vicario.

Cura di alcuni aspetti organizzativi.

Predisposizione sostituzione docenti assent.i

Sostituzione , su delega, del Dirigente in specifiche riunioni.

Verifica, controllo.


F. S. PER L’ORIENTAMENTO

Prof.ssa M. Marin

Progettazione- Organizzazione Coordinamento-Orientamento

Monitoraggio



Incarico annuale

CCNL 98/01 art. 37

F. S. PER L’INTEGRAZIONE DEGLI. ALUNNI CON DISABILITA’

Prof.ssa

M L. Pestrichella



Progettazione-Organizzazione

Coordinamento-Orientamento

Integrazione-Monitoraggio


Incarico annuale

CCNL 98/01 art. 37

F. S. PER LA VALORIZZAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI

(Socio Sanitario)



Prof.ssa

P. Di Prun Barbasetti

Prof.ssa G. Porcari


Progettazione-Organizzazione

Coordinamento-Monitoraggio



Incarico annuale

CCNL 98/01 art. 37

F. S. PER LA VALORIZZAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI

(Commerciale)



Prof.ssa D.Mardollo

Progettazione-Organizzazione

Coordinamento-Monitoraggio



Incarico annuale

CCNL 98/01 art. 37

F.S. “BEN-ESSERE”

Prof. F. Maragotto

Progettazione-Organizzazione

Coordinamento-Monitoraggio



Incarico annuale

CCNL 98/01 art. 37


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale