Istituto Istruzione Secondaria Superiore “Enrico Medi” galatone (LE)



Scaricare 1 Mb.
Pagina12/65
29.03.2019
Dimensione del file1 Mb.
1   ...   8   9   10   11   12   13   14   15   ...   65
Conclusioni dell’esperienza

Quali conclusioni possono desumersi dall’esame dei dati misurati? E’ possibile individuare una legge matematica che leghi le grandezze misurate?

Questa parte dev'essere molto curata, perché molto importante. Essa rappresenta la trascrizione dei ragionamenti che si sono fatti, utilizzando i dati e la loro elaborazione, per raggiungere lo scopo dell’esperienza.

Attrezzatura di Laboratorio – la Vetreria

Le apparecchiature in vetro che costituiscono la vetreria sono generalmente in vetro resistente agli sbalzi di temperatura e soprattutto resistenti alle soluzioni acide e basiche (vetro pirex o vetro neutro)

Provette

Sono tubi in vetro con un estremità chiusa e arrotondata. Si usano per osservare l’andamento delle reazioni che coinvolgono piccole quantità di sostanze, sia a caldo che a freddo. Un tipo particolare sono le provette da centrifuga, con pareti più spesse e fondo conico.

Becher

Sono recipienti di forma cilindrica di varia capacità. Possono essere graduati e non e si utilizzano per prelevare e riscaldare dei liquidi anche all’ebollizione.

Beute

Sono recipienti di forma tronco conica. Possono essere graduate e non. Si utilizzano per riscaldare un liquido in modo da evitare perdite durante l’evaporazione poiché i vapori condensano sulle pareti e ricadono nella soluzione. Una variante è la beuta codata, caratterizzata da pareti più spesse, munita di un tubo laterale (coda) che generalmente viene collegato con una pompa. Queste beute si utilizzano per filtrare sotto vuoto.

Palloni

Sono recipienti caratterizzati da un fondo sferico e un collo abbastanza lungo. Si usano generalmente per riscaldare liquidi all’ebollizione e costituiscono parte dell’apparecchiatura che consente la distillazione.

Matracci

Sono recipienti di forma sferica, caratterizzati da fondo piatto e collo lungo. I matracci tarati sono muniti di un tappo e recano sul collo una tacca (tacca di taratura) che indica la portata del matraccio stesso. Servono alla preparazione di soluzioni a titolo noto.

Imbuti

Gli imbuti comuni sono di forma conica con gambo lungo o corto, si usano per travasare dei liquidi e per eseguire filtrazioni. Una variante degli imbuti è costituita dagli imbuti separatori che sono chiusi in alto per mezzo di un tappo e sul gambo presentano un rubinetto. Questi imbuti permettono di separare liquidi tra loro non miscibili.

Cilindri graduati

Sono contenitori cilindrici a base larga recanti una serie di incisioni (scala graduata) che consentono di rilevare il volume del liquido in esso contenuto.

Burette

Sono tubi cilindrici con una portata di 50 ml, graduati in decimi di ml. Consentono di misurare in modo accurato volumi di liquidi. Le burette terminano in basso con un rubinetto smerigliato e un beccuccio. Per facilitare la lettura dei volumi di liquido la parete interna della buretta, opposta a quella recante le incisioni, è munita di una striscia longitudinale blu. Le burette di usano in posizione verticale fissandole per mezzo di pinze a morsetto a un sostegno caratterizzato da un ampia base che conferisce al sistema buretta più sostegno una soddisfacente stabilità.

Pipette tarate o graduate



Le pipette sono tubi di vetro aperti aventi la base terminale inferiore a punta. Nelle pipette tarate si nota la presenza di una dilatazione centrale superiormente alla quale è incisa una tacca che determina l’altezza fino alla quale occorre aspirare il liquido per ottenere il volume indicato dalla pipetta. Nelle pipette graduata si nota la presenza di una scala graduata che permette di prelevare volumi diversi di liquidi. Per far risalire il liquido nella pipetta è necessario utilizzare un aspiratore




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   8   9   10   11   12   13   14   15   ...   65


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale