Istituto Istruzione Secondaria Superiore “Enrico Medi” galatone (LE)



Scaricare 1 Mb.
Pagina32/65
29.03.2019
Dimensione del file1 Mb.
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   65
2Na + 2H2O2NaOH + H2

Come noto, l'idrossido è riconoscibile per aggiunta di alcune gocce di fenolftaleina.


1.7 - Dissociazione dell'ossido di mercurio II

Si pone una piccola quantità di ossido di mercurio II in un tubicino da saggio; si riscalda intensamente al bunsen. Si notano, dopo pochi secondi, un cambiamento di colore dell' ossido dal rosso al nero e la formazione, sulle pareti superiori del tubicino, di un anello di goccioline di mercurio, secondo la reazione:



          calore

2HgO 2Hg + O2

Il mercurio, dopo essersi vaporizzato, si condensa sulle pareti del tubo che sono a temperatura più bassa, mentre non è evidenziabile lo scarso sviluppo di ossigeno.
La respirazione produce CO2

Gli studenti imparano che la respirazione produce le stesse sostanze ottenute dalla combustione diuna candela




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   65


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale