Istituto Magistrale "Luigi Mercantini"



Scaricare 2.77 Mb.
Pagina18/50
14.11.2018
Dimensione del file2.77 Mb.
1   ...   14   15   16   17   18   19   20   21   ...   50

L’area di progetto


L’Area di Progetto è un progetto di ricerca che si sviluppa nel corso del triennio e si conclude nel 5° anno con un documento (a stampa, multimediale etc.) individuale o di gruppo sulla problematizzazione e valutazione critica di tematiche che coinvolgano in modo interdisciplinare le conoscenze e le competenze acquisite. Esse vengono individuate dal Consiglio di Classe o concordate dagli allievi con il docente coordinatore dell’attività. L'area di progetto è un'esperienza di didattica attiva realizzata per sviluppare negli studenti capacità operative di scelta, organizzative e relazionali.

Orizzonte culturale di riferimento

Partendo dalle precedenti finalità elaborate collegialmente e accogliendo l’invito ad abbandonare il tradizionale ruolo di trasmettitori di cultura per assumere il ruolo di produttori (almeno nell’Area di Progetto), su tutti i corsi si avvia un lavoro su un tema comune che unisce docenti e alunni in una concreta collaborazione interdisciplinare.

Gli alunni, coordinati dai docenti delle discipline coinvolte nel progetto, si cimentano in una autonoma attività di ricerca che metta in evidenza le loro capacità di problematizzare e esprimere giudizi. Volendo seguire una metodologia di ricerca il più possibile scientifica e al riparo dalla facile tentazione di assolutizzare tesi e di accoglierle acriticamente senza supporti verificabili, si è elaborata come guida dei percorsi la seguente struttura:


a) individuazione di un problema (che non è mera scelta di argomenti).

b) momento euristico nelle due forme di:




  1. RICERCA SUL CAMPO progettata e realizzata dalla intera classe

  2. RICERCA SUI TESTI per la realizzazione di percorsi di approfondimento individuali o di gruppo.

La ricerca sul campo segue l’itinerario metodologico tradizionale.

La ricerca sui testi segue un percorso flessibile così articolato:


  1. Presentazione del problema (sintetica rappresentazione del problema che l’alunno intende affrontare)

  2. Storicizzazione del problema (facoltativo)

  3. Raccolta di dati (raccolta di frammenti di testi o di riviste introdotti da schede che mettano in evidenza le tesi degli autori di riferimento e i percorsi scientifici seguiti per supportare le tesi)

  4. Implicazioni metodologiche e didattiche (implicazioni pedagogiche)

  5. Glossario (chiarimenti terminologici e prospettive teoriche di riferimento).

La precedente struttura vuole soltanto suggerire delle tappe da rispettare, ma il lavoro è flessibile e deve soltanto caratterizzarsi per il riconoscimento di un problema, per la ricerca bibliografica, per l’incontro personale con i testi che non forniscono necessariamente conclusioni, ma semmai rilanciano problemi ulteriori.

 

Capitolo secondo




Istituto “L. Mercantini”- Ripatransone

Gli indirizzi di studio

  1. Percorsi formativi


LICEO DELLE SCIENZE UMANE (L.S.U.)

Il Liceo Socio- psico-pedagogico, a partire dall’a. s. 2010/2011, confluisce nel Liceo delle Scienze Umane ( L.S.U.) e nel Liceo delle Scienze Umane ( L.S.U.) opzione Economico-sociale.



QUADRO ORARIO SETTIMANALE L.S.U.



PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI O DI PROSECUZIONE DEGLI STUDI
MONDO UNIVERSITÀ

Tutte le facoltà con particolare affinità:



  • Laurea in Scienze dell’Educazione (indirizzo “Educatori professionali extra scolastici”)

  • Corso di Laurea in Scienze della Formazione

  • Laurea in Psicologia

  • Specializzazione in Psicoterapia

  • Laurea in Sociologia

  • Laurea in Scienze politiche con indirizzo politico- sociale

  • Laurea in Filosofia

  • Laurea in Lettere

  • Laurea in Lingua e letteratura straniera

  • Laurea in Giurisprudenza

  • Laurea in Scienze politiche

  • Laurea in Economia

  • Laurea in Medicina e Chirurgia

MONDO LAVORO

  • Animatore professionale

  • Educatore professionale

  • Mediatore sociale

  • Mediatore interculturale

  • Assistente sociale

  • Psicologo

  • Sociologo

  • Professioni filosofico-umanistiche

  • Professioni giuridico-economiche

  • Professioni medico-sanitarie


LICEO SCIENTIFICO

OPZIONE SCIENZE APPLICATE
Il Liceo Scientifico-Tecnologico, a partire dall’a. s. 2010/2011, confluisce nel Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate.
QUADRO ORARIO SETTIMANALE

Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate


 

1° Anno

2° Anno

3° Anno

4° Anno

5° Anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua e cultura inglese

3

3

3

3

3

Storia e Geografia

3

3

 

 

 

Storia

 

 

2

2

2

Filosofia

 

 

2

2

2

Matematica

5

4

4

4

4

Informatica

2

2

2

2

2

Fisica

2

2

3

3

3

Scienze naturali*

3

4

5

5

5

Disegno e storia dell'arte

2

2

2

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione cattolica o Attività alternative

1

1

1

1

1

Totale ore

27

27

30

30

30

* Biologia, Chimica, Scienze della Terra
N.B. È previsto l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI O DI PROSECUZIONE DEGLI STUDI

MONDO UNIVERSITÀ

Tutte le facoltà con particolare affinità:



  • Laurea in Ingegneria

  • Laurea in Biologia

  • Laurea in Chimica

  • Laurea in Agraria

  • Laurea in Matematica e Fisica

  • Laurea in Farmacia e tecnologie farmaceutiche

  • Laurea in Veterinaria

  • Laurea in Medicina e Chirurgia

  • Laurea in Geologia

MONDO LAVORO

  • Tecnico di laboratorio, di ricerca e di controllo

  • Tecnico chimico, biologico, veterinario

  • Tecnico di laboratorio, di produzione e ricerca con processi biotecnologici

  • Tecnico ospedaliero paramedico

  • Divulgatore farmaceutico

  • Vigilanza, mantenimento e valorizzazione delle risorse naturali

  • Informatica industriale

  • Professioni medico-sanitarie

  • Professioni medico-scientifiche

Capitolo terzo




Istituto “Pericle Fazzini” di Grottammare

 
Gli indirizzi di studio



 



  1. Raccordo con le istituzioni territoriali
    Principi fondamentali
    Didattica curricolare ed extracurricolare
    Obiettivi e competenze disciplinari
    Istituto tecnico-settore tecnologico
    Griglia di corrispondenza livelli di misurazione/valutazione della condotta biennio e triennio
    Gli allegati capitolo primo
    Doveri del personale amministrativo
    Trasparenza nella didattica
    Indicazioni indicazioni generali
    Parte generale (a cura del coordinatore di classe e del consiglio di classe)
    Decreto di costituzione del gruppo di lavoro d’istituto (g.l.h)
    Articolo 5 interventi didattici individualizzati e personalizzati


1   ...   14   15   16   17   18   19   20   21   ...   50


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale