Istituto Magistrale "Luigi Mercantini"



Scaricare 2.77 Mb.
Pagina21/50
14.11.2018
Dimensione del file2.77 Mb.
1   ...   17   18   19   20   21   22   23   24   ...   50

4. Valutazione sommativa


La valutazione sommativa scaturisce come sintesi di una serie di controlli e misurazioni del processo di apprendimento e di osservazioni generali sull’allievo, costituendo una sorta di bilancio complessivo che ne evidenzia la crescita culturale e umana.

Il voto unico delle singole prove e di fine trimestre/pentamestre viene espresso in decimi e non è soltanto la risultanza della media delle singole prove di verifica, ma esprime anche “la tendenza” rispetto ai diversi obiettivi, i quali assumeranno un peso diverso a seconda delle prove in oggetto e dell’alunno in esame.

La valutazione finale tiene conto delle varie prove effettuate, delle capacità intellettuali, delle abilità produttive e critiche, nonché dell’impegno, della partecipazione, del metodo di studio e della progressione formativa e culturale senza tuttavia prescindere dal raggiungimento degli obiettivi minimi prefissati nell’ambito di ciascuna disciplina.

 

5. Gli strumenti della valutazione


Gli strumenti di valutazione devono avere alcune proprietà quali la misurazione oggettiva, ossia indipendente dalla valutazione soggettiva dell’insegnante, e l’individuazione degli obiettivi specifici che si vogliono misurare. Nell’ambito della prima riunione per discipline, sulla base della programmazione di classe e curricolare, sono definite le griglie di misurazione/valutazione (strumenti) in relazione agli obiettivi cognitivi indicati nel capitolo terzo di questa parte.

In generale, le prove saranno predisposte secondo le seguenti tipologie:



  1. le prove non strutturate

Le interrogazioni e in generale tutte le verifiche tradizionali prevedono una misurazione dipendente dall’insegnante. Queste verifiche, tuttavia, possono assumere una certa “oggettività” mediante l’uso di una “griglia di correzione” con espressi i criteri da applicare nel momento della valutazione.

  1. le prove strutturate

Le prove strutturate stimolano gli allievi a fornire risposte più mirate e garantiscono un maggiore livello di oggettività. Esse necessitano di una griglia che esprima i criteri di assegnazione dei punti.

6. I criteri di misurazione/valutazione degli apprendimenti

CRITERI DI VALUTAZIONE BIENNIO-TRIENNIO

Griglia di corrispondenza livelli di misurazione/valutazione degli apprendimenti


Voto /10

CONOSCENZE


COMPETENZE

CAPACITA’

1

Non espresse

Non evidenziate

Non attivate

2

Molto frammentarie

Non riesce ad utilizzare le scarse conoscenze

Non sa rielaborare

3

Frammentarie e piuttosto lacunose

Non applica le conoscenze minime anche se guidato. Si esprime in modo scorretto ed improprio

Gravemente compromesse dalla scarsità delle informazioni

4

Lacunose e parziali

Applica le conoscenze minime se guidato. Si esprime in modo improprio

Controllo poco razionale delle proprie acquisizioni

5

Limitate e superficiali

Applica le conoscenze con imperfezione, si esprime in modo impreciso, compie analisi parziali

Gestisce con difficoltà situazioni semplici

6

Sufficienti rispetto agli obiettivi minimi ma non approfondite

Applica le conoscenze senza commettere errori sostanziali. Si esprime in modo semplice ma corretto. Sa individuare elementi di base e li sa mettere in relazione

Rielabora sufficientemente le informazioni e gestisce situazioni semplici.

7

Ha acquisito contenuti sostanziali con alcuni riferimenti interdisciplinari o trasversali

Applica autonomamente le conoscenze anche a problemi più complessi ma con imperfezioni.. Espone in modo corretto e linguisticamente appropriato. Compie analisi coerenti.

Rielabora in modo corretto le informazioni e sa gestire le situazioni nuove.

8

Ha acquisito contenuti sostanziali con alcuni approfondimenti interdisciplinari o trasversali

Applica autonomamente le conoscenze anche a problemi più complessi. Espone con proprietà linguistica e compie analisi corrette

Rielabora in modo corretto e significativo

9

Organiche, articolate e con approfondimenti autonomi

Applica le conoscenze in modo corretto ed autonomo anche a problemi complessi. Espone in modo fluido ed utilizza linguaggi specifici. Compie analisi approfondite ed individua correlazioni precise

Rielabora in modo corretto, critico ed esercita un controllo intelligente delle proprie acquisizioni



10

Organiche, approfondite ed ampie

Applica le conoscenze in modo corretto ed autonomo, anche a problemi complessi e trova da solo soluzioni migliori. Espone in modo fluido utilizzando un lessico ricco ed appropriato

Sa rielaborare correttamente ed approfondire in modo autonomo e critico situazioni complesse con originalità e creatività. Ha attuato il processo di interiorizzazione


Raccordo con le istituzioni territoriali
Principi fondamentali
Didattica curricolare ed extracurricolare
Obiettivi e competenze disciplinari
Istituto tecnico-settore tecnologico
Griglia di corrispondenza livelli di misurazione/valutazione della condotta biennio e triennio
Gli allegati capitolo primo
Doveri del personale amministrativo
Trasparenza nella didattica
Indicazioni indicazioni generali
Parte generale (a cura del coordinatore di classe e del consiglio di classe)
Decreto di costituzione del gruppo di lavoro d’istituto (g.l.h)
Articolo 5 interventi didattici individualizzati e personalizzati


1   ...   17   18   19   20   21   22   23   24   ...   50


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale