Istituto Magistrale "Luigi Mercantini"



Scaricare 2.77 Mb.
Pagina29/50
14.11.2018
Dimensione del file2.77 Mb.
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   50

Macroarea artistica


I progetti della macroarea artistica mirano a promuovere l’uso di linguaggi alternativi che stimolano la creatività e favoriscono lo sviluppo armonioso della personalità degli studenti con particolare attenzione agli interessi dei giovani e alle loro più marcate aspirazioni. Infatti le iniziative di seguito indicate, in raccordo con qualificate agenzie del territorio, concorrono a completare la formazione degli studenti in un contesto in continua evoluzione.

Corso di Teatro: è prevista la prosecuzione del corso di teatro con l’obiettivo di migliorare le competenze comunicazionali, estetiche, psicologiche e pedagogiche.

Progetto FAI Apprendisti ciceroni. L’iniziativa si propone di sensibilizzare i giovani allo straordinario patrimonio culturale e paesaggistico del proprio territorio. Le classi selezionate saranno introdotte allo studio dell'opera proposta dalla Delegazione Fai dall’insegnante referente che, in un'ottica interdisciplinare, approfondirà gli aspetti relativi alla storia, all’arte, alla letteratura, alla natura, alla geografia. Le classi poi, sotto la guida della Delegazione, verificheranno sul campo la propria preparazione e organizzazione per procedere, nella Giornata FAI di Primavera e/o in giornate appositamente dedicate, all’illustrazione al pubblico dell'opera o del lavoro di ricerca svolto.

È prevista la partecipazione in orario mattutino a spettacoli teatrali e a manifestazioni artistiche ritenuti dai docenti interessanti e utili ai fini dell’azione didattica.



Progetto Arte Fazzini: incontro con le opere ed i luoghi d’arte.

  1. Macroarea delle scienze e delle nuove tecnologie

I progetti della suddetta macroarea mirano a promuovere l’uso di linguaggi tecnico-scientifici e a sviluppare competenze in linea con le raccomandazioni europee in materia di potenziamento del “capitale umano”, vera ricchezza della nuova economia. Infatti, essi privilegiano l’ambito tecnologico-scientifico in armonia con l’asse umanistico che gli indirizzi di studio del nostro Istituto comunque garantiscono. Tali percorsi rivestono valenza orientativa in quanto finalizzata alla prosecuzione degli studi o all’inserimento nel mondo del lavoro.

La necessità di promuovere un uso più diffuso delle nuove tecnologie nella normale attività delle classi, reso possibile dalla dotazione informatica di cui la scuola dispone nelle due sedi dell’Istituto (diversi laboratori scientifici, multimediali e informatici), si concretizza in un intervento a più livelli con attività differenziate per ogni fascia di classe.

Biennio: le attività prevedono una sistematica diffusione delle conoscenze informatiche attraverso un modulo programmato dal Consiglio di Classe all'interno dell'orario curricolare, che consenta agli studenti di acquisire alcuni moduli della certificazione ECDL (Patente Europea del Computer).

Triennio: le attività, anche extracurricolari, riguardano la possibilità, per gli studenti, di accedere a tutti i livelli della certificazione ECDL, di avere un accesso autonomo alle reti, di utilizzare programmi per la presentazione dei percorsi individuali per l'Esame di Stato.

L’Istituto, nella sua dotazione strumentale, annovera l’antenna parabolica per la visione di programmi stranieri, in videoconferenza e in rete nonché strumentazioni avanzate quali il G.P.S. portatile per le rilevazioni topografiche.

Si inscrivono nell’ambito dell’area i progetti di Meteorologia, Sperimentare le Scienze, il corso di Autocad 3D / Rendering, Stupirsi in Matematica - Mostra di Matematica fatta dai ragazzi.

Significativi sono stati i progetti Cl@ssi 2.0 e Scuol@ 2.0 con cui la nostra Scuola nell’a.s. precedente ha presentato la sua candidatura e nell’anno in corso ha avuto l’accesso alle azioni del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l’introduzione di strumenti tecnologici avanzati possa cambiare i processi di insegnamento e apprendimento e l’organizzazione stessa del lavoro nelle scuole. Inoltre, il progetto, attraverso un’analisi dei contenuti e dei materiali didattici prodotti dalle Scuole 2.0 vuole arrivare ad identificare metodologie efficaci per la loro progettazione e il loro uso (rif. Normativo: DPR 275/99 e, in particolare, art. 6).

Ulteriori obiettivi, alla conclusione del progetto, saranno quelli di confrontare le esperienze che saranno messe in atto dalle diverse scuole, testarne la replicabilità e la sostenibilità attraverso azioni di diffusione, valutare le competenze acquisite dagli allievi, anche rispetto ad altre metodologie e percorsi educativi.

L’azione Scuol@2.0 prevede il coinvolgimento di un intero istituto scolastico puntando alla trasformazione radicale di alcune dimensioni tradizionali del fare scuola. L’obiettivo è modificare l’ambiente di apprendimento, ove per ambiente non si intende più esclusivamente l’aula ma l’istituzionescolastica nella sua interezza.
Per gli studenti più meritevoli, è prevista la partecipazione a competizioni di profitto come le Olimpiadi della Matematica, della Fisica, delle Scienze Naturali, della Chimica, di Autocad, come anche il Progetto Iter, Progetto Cinque e ScienzAFirenze.

  1. Macroarea arricchimento culturale


I progetti di questa area mirano ad arricchire sensibilità e conoscenze, a promuovere il rispetto dell’habitat sociale e culturale e la coscienza del contesto di complessità in cui ci si trova radicati.

In particolare, i viaggi d’istruzione e le visite guidate, che obbediscono ai criteri generali indicati nella C.M. 291/92,



  1. si configurano come complementari della didattica delle varie discipline

  2. vengono proposti dai docenti nell’ambito dei consigli di classe e approvati dagli OO.CC.

  3. sono organizzati dalle apposite commissioni.

Per l’anno scolastico 2014/15, anche al fine di non gravare eccessivamente sui bilanci delle famiglie, per le classi 5^ si prevederà un viaggio d’istruzione in Italia o all’estero di max. 6 giorni e 1 /max 2 visite guidate. Per le classi 1^, 2^, 3^ e 4^ si prevederà un viaggio d’istruzione in Italia di max. 2 o 3 giorni e una visita guidata; in alternativa 3 visite guidate. Dovranno comunque essere privilegiate le mete economicamente più convenienti che consentono la più ampia partecipazione degli studenti.

Per quello che riguarda la scelta dei docenti accompagnatori, nel caso di proposte/candidature eccedenti quelle previste dalla norma (una ogni 15/18 studenti) dovranno essere seguiti i seguenti criteri:



  • criterio delle rotazioni dell’ incarico rispetto all’anno scolastico precedente;

  • criterio dell’anzianità di servizio nell’istituzione scolastica (in caso di parità rispetto al 1° criterio indicato).

Allo scopo di garantire il massimo dell’efficienza ed il rispetto del programma stabilito verrà individuato un docente a cui sarà assegnato l’incarico di coordinatore del viaggio; in tale veste il docente coordinatore stabilirà, in via permanente o di volta in volta in relazione al programma, la composizione dei gruppi di studenti assegnati specificatamente alla vigilanza di ciascun docente. Al rientro, lo stesso, sentiti gli altri docenti, provvederà a stilare la relazione finale sul Viaggio d’Istruzione.

Il Dirigente Scolastico, nell’ipotesi di comportamenti contrari ai doveri sanciti dall’art. 3 dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti, potrà sanzionare lo studente/gli studenti con il divieto di partecipare ai viaggi d’Istruzione/visite guidate/scambi culturali garantendo comunque l’accoglienza/assistenza nell’Istituzione scolastica per tutto il periodo della gita.



Il Consiglio di Classe, allargato a tutte le componenti, nell’ipotesi di comportamenti ripetuti e diffusi che non garantiscono il raggiungimento delle finalità previste dal viaggio d’istruzione, può considerare inopportuna l’effettuazione dello stesso viaggio d’istruzione per l’intera classe. La relativa delibera dovrà essere assunta entro i termini fissati dalle clausole contrattuali e comunque entro 30 gg. dalla data fissata per il viaggio d’istruzione. Progetti di maggiore rilevanza:

Progetto Matilde sulla mediazione civile e professionale per le nuove generazioni: nell’ambito dell’iniziativa sarà organizzata, in collaborazione con l’Istituto Internazionale di mediazione e arbitrato, il Punto giuridico e Punto Einaudi, una conferenza-dibattito finalizzata all’educazione alla risoluzione dei conflitti e alla promozione del dialogo sociale;

Progetto “Conosciamo le Istituzione”: promossa in sinergia dalla Presidenza del Consiglio Provinciale, dalla Prefettura di Ascoli Piceno e dall'Ufficio Scolastico Regionale vuole avvicinare le giovani generazioni ai meccanismi della vita democratica e alle Istituzioni locali, visitando direttamente i luoghi simbolo in cui si svolge la gestione amministrativa e l'azione di governo del territorio: la Sala del Consiglio Provinciale e il Salone "De Carolis" della Prefettura;

Progetto partecipazione bando di concorso “Articolo 9 della Costituzione. Cittadinanza attiva per valorizzare il patrimonio culturale della memoria storica a cento anni dalla Prima guerra mondiale”: si può crescere e formarsi senza la consapevolezza del valore della memoria storica, senza riflettere fuori dagli schemi “ufficiali” sul senso degli anniversari? Da qui l’importanza di interrogare il passato attraverso documenti e fonti note, ma anche di scoprirne di nuove, di andare alla ricerca dei “segni” del passato, materiali e immateriali, ancora presenti a volte nelle case, nei paesi, nelle città, nella memoria orale, nei tanti luoghi del presente. Tra le novità rilevanti di quest’anno la proposta alle scuole di produrre una ricerca documentata, sul tema del patrimonio della memoria storica, che possa essere utilizzata dagli studenti delle classi di terza media: saranno loro infatti i primi fruitori e i primi giudici nel concorso, un modo questo per valorizzare il lavoro dei più “vecchi” e la responsabilità dei più giovani all’interno di un’idea di “educazione tra pari”. Alla fine, un breve video o un breve documento radiofonico dovranno racchiudere la sintesi più efficace dei risultati: in premio anche la possibilità di farli circolare nei canali televisivi e nel mondo della comunicazione digitale;

Progetto “Il Quotidiano in classe”: grazie all’Osservatorio Permanente dei Giovani Editori, ogni classe che aderisce al progetto fruisce gratuitamente una volta a settimana di 20 copie di due testate diverse (di solito 10 del “Corriere della Sera”, 10 del “ Resto del Carlino”) e di 10 copie de “il Sole 24 ore” se si tratta di una quarta o quinta classe;

Progetto Laboratorio Cinefazzini. Capire la storia e la letteratura con il cinema (classi quarte e quinte). Attraverso la visione di sei film, si ripercorrono alcuni nodi tematici della storia e della letteratura degli ultimi 150 anni;

Progetto quotidianoinclasse.it: proposto dagli stessi studenti, la redazione sarà coordinata dai docenti delle classi coinvolte;

Progetto Recupero dell’antica tecnica di pittura dell’affresco: la Scuola propone un progetto relativo alle tecniche artistiche dell'affresco nell'ambito delle arti applicate. Il corso verrà articolato in 12 incontri di 2 h ciascuno. Gli studenti avranno l'opportunità di approcciarsi alla tecnica specifica mediante l'utilizzo di materiali professionali e procedure operative proprie della pratica artistica oggetto di approfondimento;

Progetto Educazione alla salute: conferenze con esperti, Enti e Associazioni su affettività, alimentazione, dipendenze, donazione, ambiente, utilizzo dei new media e social network. Le iniziative sono finalizzate alla diffusione di informazioni in grado di documentare e valorizzare le attività di prevenzione e promuovere sani stili di vita;

Piano quinquennale per l’esame da guida turistica finalizzato alla conoscenza del territorio;

Attenti alla truffa, Progetto il sole 24 ore, L’impronta economica teens, Scuola d'impresa, Partita doppia, Impresa in azione sono i progetti dell’area economico-aziendale finalizzati a rafforzare le conoscenze utili per comprendere la complessità, i meccanismi e le prospettive dell'economia imprenditoriale:

Attenti alla truffa informa i giovani su questa realtà: probabilmente, è impossibile elencare tutti i tipi di raggiri che vengono propinati da personaggi senza scrupoli ai giovani in cerca di lavoro, ma non è inutile individuare almeno quelli più diffusi.

Progetto il sole 24 ore in classe guida alla lettura dei quotidiani economici; i relativi concorsi stimolano i ragazzi alla imprenditorialità.

L’impronta economica teens introduce i ragazzi alle tematiche economiche e finanziarie avvicinandoli alla realtà sociale, professionale ed economica che li circonda. Si affrontano temi quali l’imprenditorialità e la gestione del proprio futuro economico attraverso il risparmio e la previdenza con un apprendimento di tipo esperienziale.

Scuola d'impresa attraverso un ciclo di lezioni pomeridiane con professori universitari, stimola i ragazzi allo start up d'impresa con un percorso formativo finalizzato al progetto del “fare impresa”.

Il progetto Partita doppia rafforza le conoscenze teoriche e pratiche di questa tecnica, fornendo una particolare competenza per la contabilità delle agenzie di viaggio, degli alberghi, dei tour operator e del settore turistico in generale.

Impresa in azione è un’attività strutturata con l’obiettivo di instillare negli alunni lo spirito dell’imprenditorialità, della creatività e della capacità di innovare attraverso la ricerca delle proprie attitudini suffragate da conoscenze e competenze desumibili dal percorso di studi e dal coinvolgimento di numerosi esperti del settore comunicazione, marketing strategico advertising e pubblicità.

Alcune classi come ogni anno saranno coinvolte nel Concorso Premio Riviera Delle Palme.





  1. Raccordo con le istituzioni territoriali
    Principi fondamentali
    Didattica curricolare ed extracurricolare
    Obiettivi e competenze disciplinari
    Istituto tecnico-settore tecnologico
    Griglia di corrispondenza livelli di misurazione/valutazione della condotta biennio e triennio
    Gli allegati capitolo primo
    Doveri del personale amministrativo
    Trasparenza nella didattica
    Indicazioni indicazioni generali
    Parte generale (a cura del coordinatore di classe e del consiglio di classe)
    Decreto di costituzione del gruppo di lavoro d’istituto (g.l.h)
    Articolo 5 interventi didattici individualizzati e personalizzati


1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   50


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale