Istituto professionale statale per I servizi alberghieri e dellaristorazione



Scaricare 462.69 Kb.
Pagina3/5
14.11.2018
Dimensione del file462.69 Kb.
1   2   3   4   5




Lezione frontale

Confronti e discussioni in classe

Partecipazione a convegni e dibattiti




3- MATERIALI DIDATTICI




Libro di testo

Fotocopie e materiali preparati dall’insegnante

Altri testi




4- TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE




Prove non strutturate:

Temi

Saggi brevi e articoli di giornale

Analisi di testi

Test a scelta multipla

Prove semistrutturate

Firma del docente________________________________data_____________________

Firma dei rappresentanti degli studenti :
________________________________

_________________________________
RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE DI STORIA A/S 2012/2013


PROF.: Maffini Claudio
CLASSE E INDIRIZZO SCOLASTICO 5G Grafico pubblicitario


CONOSCENZE RAGGIUNTE




La maggior parte della classe ha raggiunto una conoscenza accettabile degli argomenti proposti.

Qualche difficoltà permane nella corretta individuazione dei riferimenti geografici e nella padronanza di una terminologia specifica.




COMPETENZE RAGGIUNTE




Non tutti gli alunni sanno indagare e presentare correttamente ragioni e conseguenze degli eventi studiati.






CAPACITA’ RAGGIUNTE




Solo una parte della classe ha la capacità di selezionare e confrontare conoscenze storiche, concetti e interpretazioni storiografiche.


1- CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE:


1° MODULO:

PERIODO

Panoramica sulle questioni più importanti tra fine Ottocento e primi del Novecento.



Settembre


2° MODULO:




L’ITALIA GIOLITTIANA


Ottobre

3° MODULO:




LA GRANDE GUERRA E LA SUA EREDITA’


Novembre

4° MODULO:




L’ASCESA AL POTERE DEL FASCISMO E LA TRASFORMAZIONE IN REGIME


Dicembre

5° MODULO:




I TOTALITARISMI NAZISTA E COMUNISTA


Gennaio

Febbraio

6° MODULO:




LA CRISI DEL 1929 E LE SUE CONSEGUENZE



Marzo

7° MODULO





LA SECONDA GUERRA MONDIALE E LA RESISTENZA . IL NUOVO ORDINE INTERNAZIONALE E LE TENDENZE DI FONDO DEL SECONDO DOPOGUERRA


Aprile, prima metà maggio



2- METODOLOGIE




Lezioni frontali

Partecipazione a conferenze e dibattiti

Visione di filmati di materiale documentario.

Confronti e discussioni in classe



3- MATERIALI DIDATTICI




Libro di testo

Materiale in fotocopia fornito dall’insegnante.

Filmati e materiali audiovisivi

Materiale multimediale





4- TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE.


Prove strutturate:

Vero/ falso (con correzione)

Mappe concettuali

Scelte multiple

Asse del tempo

Completamenti

Corrispondenze

Prove non strutturate:

Analisi di documenti storici

Sintesi

Prove semistrutturate

Firma del docente________________________________data_____________________

Firma dei rappresentanti degli studenti :
________________________________

_________________________________
RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE DI PICOLOGIA


PROF.: LIA PARENTI
CLASSE E INDIRIZZO SCOLASTICO V G, TECNICO GRAFICO PUBBLICITARIO


CONOSCENZE RAGGIUNTE:






La classe conosce i concetti generali relativi agli elementi e al processo di comunicazione; conosce i concetti chiave relativi alla comunicazione verbale con funzione persuasiva; conosce i contributi della psicologia nella comunicazione pubblicitaria; conosce i principali comportamenti del consumatore e le principali tipologie di pubblicità, tra cui la pubblicità sociale.

Conosce l'importanza della creatività e delle emozioni nel rapporto con la pubblicità.




COMPETENZE RAGGIUNTE




-Definire elementi, funzioni e canali della comunicazione

-Definire le specifiche caratteristiche caratteristiche della comunicazione di massa

-Analizzare i concetti chiave di alcune delle principali teorie sociologiche sulla comunicazione di massa

-Comprendere come la comunicazione tramite i mass-media influenzi le opinioni del pubblico sulla realtà sociale

-Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l'interazione comunicativa verbale in vari contesti

-Comprendere e catturare l'attenzione del target attraverso le caratteristiche del messaggio pubblicitario, l'uso del colore e del linguaggio non verbale nel visual

-Comprendere che obiettivo primario della pubblicità è la persuasione più che l'informazione

-Conoscere le basi della psicologia della vendita e del processo di persuasione pubblicitario






CAPACITA’ RAGGIUNTE




-Saper utilizzare la comunicazione persuasiva

-Saper comunicare efficacemente

-Saper comprendere ed usare il lessico specifico del linguaggio delle scienze psicologiche e sociali

-Saper rielaborare e valutare in modo critico le conoscenze acquisite




1- CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE:


1° MODULO:LA COMUNICAZIONE

PERIODO

U.D.1: :Definizione di comunicazione. Comunicazione come trasmissione di messaggi e comunicazione come relazione. I primi modelli di comunicazione:il modello cibernetico di Shannon e Weaver, il modello di Jakobson e le principali funzioni della comunicazione;il modello della scuola di Palo Alto e il concetto di circolarità.

U.D. 2:Aspetti della comunicazione umana:dalla sintassi alla pragmatica della comunicazione, gli assiomi della comunicazione di Paul Watzlawich; la teoria degli atti linguistici.

Le funzioni della comunicazione non verbale; i principali canali della comunicazione non verbale; l'incidenza dei canali verbali, non verbali e paraverbali nella comunicazione interpersonale



U.D.3:La comunicazione di massa:la comunicazione di massa come comunicazione sociale e le sue principali caratteristiche; le principali teorie sociologiche sulla comunicazione di massa. M.McLuhan e il concetto di villaggio globale; la distinzione tra mass media caldi e mass media freddi; la teoria dell'”ago ipodermico”; la teoria di Kappler; la teoria della “agenda setting”; la teoria delgli “opinion leader”; media tradizionali e nuovi media:analisi dei pro e dei contro.

Settembre /prima metà di Novembre




2° MODULO:IL CONTRIBUTO DELLA PSICOLOGIA NELLA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA




U.D.1:L'attenzione:attenzione come meccanismo di selezione/filtro delle informazioni;le principali caratteristiche esterne che attirano l'attenzione del pubblico; il colore come catalizzatore dell'attenzione. Il significato psicologico del colore e il valore simbolico del colore; l'uso del colore in pubblicità; .

La percezione:definizione di percezione,le leggi gestaltiche della percezione; il principio di globalità; l'importanza del contesto.

La memoria:il processo della memorizzazione; i diversi tipi di memoria e loro caratteristiche; la memorizzazione selettiva; la memorizzazione del messaggio e i principali requisiti del messaggio che possono facilitarla;

U.D.2:La conoscenza del comportamento del consumatore:il comportamento del consumatore e l'influenza delle motivazioni consce ed inconsce; definizione di motivazione; i bisogni: definizione; la scala dei bisogni di Maslow; il concetto di “dissonanza cognitiva”;le ricerche motivazionali e le nuove tecniche e strategie di marketing per la conoscenza del target. Ricerche qualitative e quantitative.

U.D.3:La persuasione nella comunicazione pubblicitaria:gli obiettivi della pubblicità a breve e a lungo termine: informazione e persuasione; il processo di persuasione:il modello A.I.D.A.; persuasione e comunicazione pubblicitaria:approccio psicologico (Micro e Macro); gli atteggiamenti; il contributo del comportamentismo (la pubblicità è lo stimolo e l'acquisto è la risposta); il contributo delle teorie sulla comunicazione persuasoria (il modello di Yale); l'approccio psicosociologico:concetto di evaporazione dell'oggetto nel segno; perdita di referenzialità della pubblicità).

Metà Novembre/metà Gennaio



3° MODULO:IL PENSIERO CREATIVO




U.D.1:il concetto di creatività:le caratteristiche del pensiero creativo; il modello di Poicarè e Wallas; le integrazioni al modello di Poincarè e Wallas; cervello e cratività.

U.D.2:da cosa dipende la creatività: i test per la misurazione della creatività; metodi quantitativi e metodi qualitativi; gli aspetti cognitivi (approccio psicometrico; pensiero convergente e pensiero divergente); aspetti emotivi (le tesi di Freud, M. Klein, Rogers e Maslow); gli aspetti sociali(l'analisi di Weber e Marx sul rapporto creatività/società), l'influenza dell'ambiente.

U.D.3:la personalità creativa:lo sviluppo della creatività nell'infanzia; i caratteri della personalità creativa secondo Milan Csikszentmihalyi.

U.D.4:creatività e pubblicità:il concetto creativo; denotazione, connotazione e recezione; i generi di campagna pubblicitaria; la ricezione, il codice, la competenza( tesi di M.Vecchia,in Hapù,ed. Lupetti)

Metà Gennaio

Marzo


4° MODULO:EMOZIONE ERAGIONE

U.D.1:il rapporto tra comunicazione persuasiva ed emozione: definizione e fisiologia delle emozioni, la forza comunicativa delle emozioni; la circolarietà tra creatività,emozione, ragione, pubblicità.

U.D.2:gli occhi e lo sguardo:riflessione sul rapporto tra tecnica ed etica nel processo di persuasione; la comunicazione persuasiva oltre la promozione dei prodotti.

U.D.3:la pubblicità sociale: scopi e metodi della pubblicità sociale; l'appello alla paura; le resistenze all'accettazione dei messaggi finalizzati alla prevenzione.

Aprile/Maggio









2- METODOLOGIE




Lezione frontale

Simulazioni

Lezione dialogata



3- MATERIALI DIDATTICI




Fotocopie, dispense fornite dall'insegnante, libro di testo



4- TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE




Test orali e scritti

Domande aperte

Dialogo




Firma del docente________________________________data 15 maggio 2013

Firma dei rappresentanti degli studenti :
________________________________
RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE
MATERIA: RELIGIONE
PROF. : GIOVANNI DEL DOTTO
CLASSE E INDIRIZZO SCOLASTICO: 5˚ GRAFICO-PUBBLICITARIO


CONOSCENZE RAGGIUNTE


La classe, al termine del percorso scolastico, dimostra di possedere sufficienti conoscenze su:


- La complessità della dimensione religiosa e le domande più rilevanti di senso della vita: finitezza, trascendenza, sofferenza, felicità, amore.
- La questione su Dio e il rapporto fede-ragione.
- Il fondamentalismo religioso. L’antisemitismo.
- Gli orientamenti della Chiesa sulla morale sociale e personale.






COMPETENZE RAGGIUNTE




  1. Saper riflettere sui vari aspetti della problematica giovanile alla luce della proposta di vita cristiana.

  2. Prendere coscienza della dimensione culturale del fatto religioso.




CAPACITA’ RAGGIUNTE




Operare confronti, comprendendo le reali e fondamentali differenze dottrinali, etiche e

culturali tra la Religione cattolica , le altre proposte religiose e i vari sistemi di significato

contemporanei.


1- CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE


1° MODULO:

PERIODO

Rapporto scienza-fede


Ottobre


2° MODULO:



Il valore della persona. La gestione delle emozioni. La conoscenza di sé e le domande di senso



Novembre


3° MODULO:



Il Natale: il mistero di Gesù-uomo


Dicembre


4° MODULO:



L’antisemitismo. La shoah


Gennaio


5° MODULO:



La morale cristiana


Febbraio


6° MODULO:



La cattedra di Pietro, tra storia e attualità


Marzo


7°MODULO

L’etica sociale: giustizia, pace, lavoro, solidarietà



Aprile-Maggio





2- METODOLOGIE




Lezione frontale

Problem solving



3- MATERIALI DIDATTICI




Fotocopie, libri, documenti del Magistero, articoli.



4- ORE DI LEZIONE SVOLTE




32



5- TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE




Domande aperte

Dialogo

Firma del docente




Firma alunni

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE A.Sc. 2012/13
MATERIA

Storia delle arti visive
PROF.

Tonini Giuliana

CLASSE E INDIRIZZO SCOLASTICO: VG (T.G.P)

CONOSCENZE RAGGIUNTE




1. Saper riconoscere un’opera studiata indicandone: Autore, Titolo, eventuale collocazione e datazione, stile di appartenenza

2. Saper riconoscere i materiali e le tecniche usate

3. Saper leggere le scene raffigurate, comprendendone il contenuto e il significato

4. Saper riconoscere le più importanti caratteristiche stilistiche delle opere affrontate

5. Saper descrivere gli elementi distintivi delle opere

6. Saper utilizzare la nomenclatura storico – artistica essenziale

7. Saper inquadrare, negli aspetti essenziali, le opere studiate nel periodo storico – artistico di appartenenza

8. Saper riferire dati e quant’altro relativi agli Autori e alle opere studiate

9. Saper comparare in modo semplice opere di periodi e Autori diversi

Ob. vi mediamente raggiunti, con livelli diversi dall'intera classe; più che soddisfacenti per quattro alunni




COMPETENZE RAGGIUNTE




1. Saper comprendere un testo scritto e saperlo riassumere

2. Saper operare collegamenti

3. Saper ricevere dati e informazioni

4. Saper stabilire connessioni di causa - effetto

5. Saper rispondere in modo pertinente e il più correttamente possibile

6. Saper prendere appunti durante le elezioni

7. Saper utilizzare un corretto metodo di lavoro

Ob. vi mediamente raggiunti, con livelli diversi, da tutti gli allievi.




CAPACITA’ RAGGIUNTE




1. Saper applicare in situazioni nuove il metodo di lavoro e le conoscenze acquisite

2. Saper valutare ed esprimere osservazioni critiche

Ob. vi raggiunti, con livelli diversi, dalla gran parte degli allievi.

1- CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE


1° MODULO:

PERIODO

L’800: la Rivoluzione Impressionista (Manet, Monet, Degas, Renoir)





Settembre-inizi Novembre

(15h, idem)



2° MODULO:




Fine ‘800 le tendenze Post – Impressioniste (Van Gogh, Gauguin, Cezanne)


Metà Novembre- inizi Dicembre

(8h, idem)



3° MODULO:




L’Europa tra Ottocento e Novecento: Art Nouveau


Dicembre

(7h, idem)



4° MODULO:




Il ‘900: le Avanguardie storiche (Espressionismo francese e tedesco); un precursore: Munch; Kandinsky ( il percorso verso l'astrazione )


Gennaio-inizi Marzo

(10h, idem)



5° MODULO:




L’inizio dell’Arte contemporanea: il Cubismo e Picasso

Fine Marzo - Maggio

(6h, idem)



6° MODULO:










7° MODULO:










8° MODULO:













2- METODOLOGIE



Lezione frontale con uso del manuale in adozione e altro materiale utile ad approfondire gli argomenti (tutto il programma svolto è stato affrontato e approfondito in classe dall’insegnante).

Lezione partecipata

Colloqui o discussioni visti come occasione di riscontro e di chiarimento

Studio casalingo del manuale e di quanto offerto dall’insegnante come ampliamento; nonché contenuti individuali di approfondimento da parte di alcuni allievi.




3- MATERIALI DIDATTICI




Manuale in adozione: G.Cricco-F.P.Di Teodoro, Itinerario nell’ arte , volume 3 ed. Zanichelli




4- TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE




Verifica orale: interrogazioni ampie e brevi per verificare i livelli di acquisizione, le capacità espressive, la qualità dei contenuti, la padronanza del lessico specifico, la capacità di effettuare riferimenti sincronici, la capacità di esprimere una propria autonoma valutazione. Le verifiche orali in itinere hanno riguardato sia un ristretto numero di argomenti, che più argomenti svolti e ciò soprattutto nella fase finale dell’ anno scolastico in previsione del colloquio d’esame.

Verifica scritta: prove a tipologia “B” e “C” .

I criteri di valutazione sono stati quelli stabiliti dal Consiglio di classe .

Firma insegnante


…………………………………
Firme studenti

…………………………………….


….......................................................
Data…………………………

ALL. A. AA

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE
MATERIA EDUCAZIONE FISICA

Prof. FUNCK STEFANO

classe e indirizzo 5°G anno scolastico 2012/2013



CONOSCENZE

Acquisite le conoscenze dei principali esercizi di pre-atletica generale.

Acquisite le conoscenze dei principali esercizi di tonificazione muscolare a carico degli arti

superiori, inferiori , dei distretti muscolari dorsali ed addominali.

Acquisite le conoscenze dei principali esercizi di stretching ed allungamento muscolare

Acquisite le conoscenze dei principali esercizi di mobilità articolare

Acquisite le conoscenze fondamentali di semplici esercizi di prevenzione delle algie vertebrali.

Acquisite le conoscenze dei principali giochi di squadra e delle specialità individuali di vari sport

Tali conoscenze sono state completamente acquisite solo da alcuni alunni in maniera parziale da altri elementi della classe.


COMPETENZE

Acquisite le competenze per poter giocare fattivamente in almeno due ruoli di due grandi giochi

sportivi educativi. Acquisite le competenze per dirigere in maniera sufficiente una competizione

di Istituto. Acquisite le competenze per eseguire in maniera sufficientemente corretta semplici

esercizi di tonificazione ed allungamento muscolare.

Tali competenze sono state completamente acquisite solo da alcuni ragazzi mentre sono state

acquisite in maniera parziale da altri elementi della classe.


CAPACITà

Acquisite le capacità per poter sostenere l’impegno tecnico e fisico relativo ad una partita di

Istituto di almeno due grandi giochi di squadra e di una competizione individuale.

Acquisite le capacità per avere una sana abitudine al movimento inteso come attività salutare

e preventiva.

Tali capacità sono state completamente acquisite solo da alcuni ragazzi mentre sono state

acquisite in maniera parziale da altri elementi della classe.








CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER:

  • Unità didattiche e/o

  • Moduli e/o

  • Percorsi formativi ed

  • Eventuali approfondimenti



U.D. – Modulo – Percorso Formativo - Approfondimento

Periodo e n° ore







Esercizi di pre - atletica generale, esercizi di tonificazione generale










Esercizi di tonificazione specifica arti superiori, inferiori, addominali










e dorsali. Esercizi di allungamento muscolare, esercizi di mobilità










Articolare

9 ore tutto l’anno scol.







Fondamentali individuali dei grandi giochi sportivi

8 ore tutto l’anno scol.







Fondamentali di squadra dei grandi giochi sportivi

8 ore tutto l’anno scol.







Partite e competizioni tra classi

8 ore tutto l’anno scol.







Attività sportive individuali

8 ore tutto l’anno scol.







Il Corpo Umano: colonna vertebrale e patologie connesse, educazione posturale, il sistema muscolare scheletrico, l’apparato circolatorio e respiratorio.

4 ore







Nozioni di traumatologia e primo soccorso: respirazione artificiale e massaggio cardiaco elementi di B.L.S.

2 ore







Sangue e Plasma, gruppi A,B,AB,O, RH+. RH- incontro col i donatori del gruppo AVIS.

2 ora







Norme e regolamenti dei principali giochi sportivi e delle attività sportive individuali

4 ore















































































Ore effettivamente svolte dal docente nell’intero anno scolastico

53

2. METODOLOGIE (lezione frontale, gruppi di lavoro, processi individualizzati, attività di recupero-sostegno e integrazione, ecc.):

Lezioni frontali

Lavoro a coppie

Lavoro in gruppo

Giochi educativi relativi ai grandi giochi sportivi

Parziali di gara delle attività individuali














3. MATERIALI DIDATTICI (Testo adottato, orario settimanale di laboratorio, attrezzature, spazi, biblioteca, tecnologie audiovisive e/o multimediali, ecc.):

Palestra, grandi e piccoli attrezzi.

Impianti sportivi comunali adiacenti all’istituto.

Ambienti naturali viciniori all’istituto.

Testo adottato: Gianluigi Fiorini, Stefano Coretti, Silvia Bocchi, “Corpo libero Due, movimento e salute,

4. TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE

Specificare: (prove scritte, verifiche orali, test oggettivi, prove grafiche, prove di laboratorio, ecc.):

Prove pratiche in palestra e sui campi sportivi

Simulazione terza prova esame di stato


















Firma del docente

data___15 maggio 2013_____

Firma degli alunni

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE DI PIANIFICAZIONE PUBBLICITARIA


PROF.: CARFI' ENRICA
CLASSE E INDIRIZZO SCOLASTICO VG 2012/2013

CONOSCENZE ACQUISITE


 Conoscenza della terminologia tecnica disciplinare

 Conoscenza del mercato e del target

 Conoscenza dei mezzi di comunicazione

 Conoscenza dell’organizzazione pubblicitaria e della funzione di una campagna pubblicitaria

 Conoscenza delle agenzie pubblicitarie e dei ruoli professionali

 Conoscenza degli obiettivi e delle strategie pubblicitarie



COMPETENZE ACQUISITE

 Saper analizzare una campagna pubblicitaria

 Saper individuare e classificare le campagne pubblicitarie

 Saper applicare le diverse strategie pubblicitarie nella pianificazione di una campagna pubblicitaria

 Saper lavorare e valutare, autonomamente, il proprio lavoro


CAPACITà’ ACQUISITE

Esser capace di progettare e realizzare una campagna pubblicitaria

Esser capace di interpretare le richieste e realizzare il bozzetto e trasformarlo in layout

Esser capace di comprendere e gestire le esigenze della committenza, utilizzando tutti gli strumenti

e competenze presenti nell’indirizzo professionale





CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI DI REALIZZAZIONE ESPOSTI PER:

 Unità didattiche e/o, Moduli e/o, Percorsi formativi e/o



U.D. – Modulo – Percorso Formativo - Approfondimento

Periodo




Mod.1 - Internet e la comunicazione

nella new economy

  • Internet

  • La comunicazione one to one

  • Le tribù e la cyber society

  • le azioni GKS

  • Web advertising

  • Mobile adverting




trimestre





Mod.2 - -La marca, il valore della marca

immagine e identità di marca



trimestre






Mod.3 - L’agenzia pubblicitaria.


  • L’agenzia pubblicitaria oggi.

  • L’agenzia in rete: reparto account, reparto planning,

reparto creativo, reparto stampa, reparto media.

  • Le funzioni svolte all’interno dell’agenzia.

  • Il panorama esterno

alla rete.

  • Le figure professionali




trimestre





Mod.4 – Le strategie concorrenziali

  • Finanziaria

  • Imitazione

  • Comparativa

  • Posizionamento

  • Promozionale

La strategia di fidelizzazione


pentamestre






Mod.5 -La campagna pubblicitaria


  • briefing

  • brief

  • definizione obiettivi

  • definizione posizionamento

  • lo sviluppo del piano integrato di comunicazione

  • lo sviluppo del piano media




pentamestre






Mod.6 - I nuovi orientamenti del marketing

  • Il nuovo consumatore

  • Marketing relazionale,emozionale,esperenziale.

  • Marketing non convenzionale

pentamestre




Mod.7- La comunicazione pubblicitaria

  • La pubblicità commeciale

  • La pubblicità non commerciale

  • Le campagne collettive




pentamestre




2. METODOLOGIE (lezione frontale, gruppi di lavoro, processi individualizzati, attività di recupero-sostegno, ecc.):

Lezione frontale

Lavori individuali

Simulazioni

Uso del laboratorio di computer



3. MATERIALI DIDATTICI (Testo adottato, orario settimanale di laboratorio, attrezzature, spazi, biblioteca, tecnologie audiovisive e/o multimediali, ecc.):

libro di testo adottato: S. Legnani e M. Voria, Dal piano di marketing alla campagna

pubblicitaria, ed. Clitt



Internet

Uso del computer, della lavagna luminosa e di materiale da disegno

4. TIPOLOGIE DELLE PROVE DI VERIFICA UTILIZZATE

Specificare: (prove scritte, verifiche orali, test oggettivi, prove grafiche, prove di laboratorio, ecc.):

Prove scritte,verifiche orali,prove semi-strutturate

Simulazioni

Prove orali

A disposizione della commissione sono depositati in segreteria i seguenti esempi delle prove e delle verifiche effettuate:




 Prove semi-strutturate

data 15.5.2013 Firma del docente


Firma dei rappresentanti degli studenti :



RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE DI PROGETTAZIONE GRAFICA


PROF.: CARFI' ENRICA
CLASSE E INDIRIZZO SCOLASTICO VG 2012/2013

CONOSCENZE ACQUISITE

  1. Conoscenza della terminologia tecnica disciplinare

  1. Conoscere i sistemi di stampa digitale

  1. Conoscere i software di grafica bitmap e vettoriale

  1. Conoscere gli elementi visivi e comunicativi che caratterizzano l’immagine coordinata

  1. Conoscenza degli elementi strutturanti del packaging

  1. Conoscenza lo sviluppo di una campagna pubblicitaria e il suo percorso operativo

COMPETENZE ACQUISITE

  • Saper lavorare e valutare, autonomamente, il proprio lavoro

  • Saper reperire le informazioni

  • Saper inserire i diversi elementi formali all’interno di uno spazio formato secondo criteri




  • Saper costruire attraverso l’analisi e la sintesi l’immagine coordinata di un’azienda

  • Riconoscere la segnaletica come sistema di identificazione caratterizzato da una forte riconoscibilità

  • Riconoscere gli elementi strutturanti di una confezione e della shopping bag

  • Costruire un percorso operativo che realizzi una campagna pubblicitaria finalizzata


CAPACITà’ ACQUISITE

  • Esser capace di interpretare il bozzetto e trasformarlo in layout, scegliendo i materiali, le tecniche ed il lettering più idonei

  • Esser capace di comprendere e gestire le esigenze della committenza, utilizzando tutti gli strumenti e competenze presenti nell’indirizzo professionale

  • Esser capace di progettare e realizzare prodotti grafici multimediali


Tipologia b/c/d
Contenuti disciplinari e tempi di realizzazione esposti per:



1   2   3   4   5


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale