Istituto superiore "guido parodi"



Scaricare 0.73 Mb.
Pagina1/7
26.01.2018
Dimensione del file0.73 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7


ISTITUTO SUPERIORE “GUIDO PARODI”

LICEO SCIENTIFICO/CLASSICO STATALE

LICEO DELLE SCIENZE UMANE STATALE

ISTITUTO STATALE D’ARTE “OTTOLENGHI”

LICEO ARTISTICO STATALE

ACQUI TERME (AL)

ESAMI DI STATO
A.S. 2014/2015
CLASSE V LICEO SCIENTIFICO Sez. B

(NUOVO ORDINAMENTO)


DOCUMENTO FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Liceo Scientifico


Come si evince dai dettati normativi, il percorso del Liceo Scientifico è indirizzato allo studio del nesso tra la cultura scientifica e la tradizione umanistica. Gli studenti quindi dovranno a conclusione del percorso di studio aver conseguito una formazione culturale equilibrata nei due versanti linguistico-storico-filosofico e scientifico.

Occorre quindi prevedere una conoscenza sicura dei contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali, utilizzando un linguaggio matematico di modellizzazione ed articolazione dei problemi, non dimenticando l’aspetto laboratoriale e pratico.

D’altro canto devono essere affrontate le relazioni tra gli aspetti scientifici e i contenuti filosofici che ne sono alla base, tramite i procedimenti argomentativi e logici, prevedendo anche lo sviluppo storico che la scienza ha impresso nella società.

La padronanza del linguaggio è il principio attraverso il quale è possibile giungere alla conoscenza e quindi l’aspetto linguistico, anche nella sua connotazione scientifica, risulta fondamentale per il conseguimento degli obiettivi proposti.

Tutta la progettazione del Liceo Scientifico Parodi si è sempre articolata, sia a livello individuale che collegiale, per far sì che gli studenti conseguano questo risultato nell’arco del quinquennio del piano di studi, apportando correzioni ed adeguamenti alla realtà che si rendono necessari in una società in evoluzione.
Sperimentazioni e caratteristiche dei corsi

In tutti i corsi della sezione scientifica si attua una anticipazione parziale dell’insegnamento della chimica al terzo anno, come propedeutica all’apprendimento della biologia.

Nel piano di studi del corso B si attua un'opzione informatica che prevede l'aggiunta di un'unità oraria di informatica nel curricolo.

In tutti i nuovi Licei è previsto l'insegnamento di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell'area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell'area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato. Per l'anno scolastico 2014-2015, la metodologia CLIL verrà proposta solo nelle classi quinte e nella classe V B nella disciplina di Scienze naturali.

Il monte ore delle discipline del curricolo obbligatorio viene ridefinito, come si è detto, su base annua (si vedano i prospetti riprodotti qui di seguito), tenendo conto di tutte le consuetudini pregresse, nonché della diversificazione degli indirizzi.



SEZIONE SCIENTIFICA: MONTE ORE ANNUALE PER DISCIPLINA DEL CORSO

MATERIE

I

II

III

IV

V

Italiano

132

132

132

132

132

Latino

99

99

99

99

99

Lingua straniera

99

99

99

99

99

Storia e Geografia

99

99










Storia




 

66

66

66

Filosofia

 

 

99

99

99

Scienze naturali

  66

66

99

99

99

Fisica

66

66

99

99

99

Matematica

165

165

132

132

132

Disegno e Storia dell'arte

66

66

66

66

66

Religione

33

33

33

33

33

Scienze motorie e sportive

66

66

66

66

66

TOTALE

891

891

990

990

990

Composizione del Consiglio di Classe




Prof. Nicola Tudisco

Dirigente scolastico

Prof.ssa Daniela Arata

Disegno e storia dell’arte

Prof.ssa Cristina Piotti

Educazione Fisica

Prof.ssa Alessandra Visca

Lingua e Letteratura Inglese

Prof.ssa Ornella Cavallero

Lingua e cultura Italiana e Latina

Prof.ssa Raffaella Schellino

Scienze naturali

Prof. Massimo Priano

Matematica e Fisica

Prof.ssa Gabriella Repetto

Storia e Filosofia

Prof. Arnuzzo Massimo

Religione

Prof. Andrea Gandino

Informatica

La gestione dei crediti scolastici e il credito formativo


Con il D.M. 16 dicembre 2009, n.99 ,”Criteri per l’attribuzione della lode nei corsi di studio di istruzione secondaria superiore e tabelle di attribuzione del credito scolastico” sono stati ridefiniti dal MIUR, all’art. 1, i criteri per l’attribuzione del credito scolastico, secondo una nuova tabella sotto riportata:

TABELLA A

(sostituisce la tabella prevista dall'articolo 11, comma 2 del D.P.R. 23 luglio

1998, n. 323, così come modificata dal D.M. n. 42/2007)



CREDITO SCOLASTICO

Candidati interni




Media dei voti

Credito scolastico (Punti)




I anno

II anno

III anno

M=6

3-4

3-4

4-5

6

4-5

4-5

5-6

7

5-6

5-6

6-7

8

6-7

6-7

7-8

9

7-8

7-8

8-9

Nell’a.s. 2013-2014 la ripartizione dei punteggi del credito scolastico si applica agli studenti del triennio terminale (classi 3e, 4e, 5e) in applicazione del D.M. 16/12/2009.

Per quanto riguarda i criteri per l’attribuzione del credito scolastico delle classi terze e quarte, il Collegio Docenti delibera, di assegnare il punteggio più alto della banda (7 punti) per media dei voti maggiore di 8; di assegnare il punteggio più alto della banda (8 punti) per media maggiore di 9. Per le classi quinte, trattandosi dell’attribuzione massima di nove punti si procede nella seguente maniera: per una media aritmetica maggiore di otto si procede con l’assegnazione di otto punti di credito scolastico, mentre per un punteggio maggiore di 9 si procede con l’assegnazione di nove punti di credito scolastico.

Per i crediti da assegnare nelle altre fasce di attribuzione si procede nella seguente maniera: per un punteggio minore di 0,5 si procede con l’assegnazione del punteggio più basso della banda. Per un punteggio, invece => di 0,5 si procede con l’assegnazione del punteggio più alto della banda. In presenza di credito formativo il consiglio di classe può elevare il punteggio fino al punto più alto della banda di oscillazione.

In ogni caso il Consiglio di classe valuta le singole situazioni per ogni elemento utile alla definizione del merito scolastico in riferimento al quadro complessivo della valutazione di ogni alunno, con riguardo a conoscenze, competenze, capacità critiche maturate, assiduità, impegno e partecipazione alla vita scolastica.

Si dà enumerazione dei crediti formativi e dei crediti scolastici utili per l’elevamento del punteggio all’interno della banda:

Credito formativo



  • Crediti certificati quali ECDL, PET, DELF, FIRST, DELE, FIT1, FIT2, CAE (certificazione di conoscenza delle lingue straniere in genere);

  • Esperienze di studio all’estero svolte nel periodo estivo ed adeguatamente certificate da organismi accreditati a livello internazionale

  • Certificati attestanti la frequenza annuale di Conservatorio o di corso annuale musicale considerato omologo ed equipollente

  • Crediti erogati da istituzioni scolastiche o culturali autorevoli e riconosciute (almeno 20 ore) e partecipazione a progetti promossi dall’esterno da istituzioni culturali autorevoli, in accordo/convenzione con la scuola, come

  • Progetto Orientamento al Politecnico (organizzato da Politecnico di Torino)

  • Kangourou di Inglese

  • Olimpiadi di Matematica (AMI)

  • Olimpiadi di Fisica (AFI)

  • Porte Aperte

  • “Progetto scientifico” (Università del Piemonte orientale)

  • Progetto Laboratorio Fondazione Agnelli

  • Esperienze di stage lavorativo certificato pari ad almeno 25 (venticinque) ore;

  • Attività di volontariato, certificate, i cui fini siano sociali, per un numero minimo di 40 (quaranta) ore;

  • Attività sportive a livello provinciale regionale o nazionale, a condizione che le attività agonistiche abbiano durata annuale.

  • Corso annuale certificato di teatro

  • Progetto Diderot (aver conseguito la certificazione)

  • “Stage” universitari.

Credito scolastico

  • Comportamento scolastico positivo dettato dall’impegno, collaborativo ed assertivo;

  • Assiduità, impegno e partecipazione su proposta del docente di Religione o del docente di attività alternative all’insegnamento della religione cattolica;

  • Assiduità, impegno e partecipazione nella frequenza scolastica;

  • Partecipazione a progetti propedeutici alla ricerca o di sviluppo di tematiche le cui finalità siano di integrazione con la didattica.

  • Partecipazione a concorsi che comportano impegno supplementare su proposta del docente curatore dell’iniziativa che curerà la certificazione dell’attività svolta.

  • Partecipazione fattiva ad iniziative culturali della scuola, per un numero di almeno 20 ore

Valutazione del comportamento (DPR 122 del 22 giugno 2010)

Viste le disposizioni di legge si evidenzia che:




  • preliminarmente alla definizione dettagliata delle corrispondenze tra voti e descrittori dei comportamenti, sono stati individuati i seguenti indicatori: frequenza e puntualità; rispetto degli impegni scolastici; partecipazione al dialogo educativo; rispetto del Regolamento d’Istituto; relazione con insegnanti e compagni; riferimento ai valori della cittadinanza e della convivenza civile (cittadinanza: senso di appartenenza ad una società, evoluta in Stato, con una costituzione e delle leggi; convivenza civile: il vivere insieme, nella scuola come nella società, nelle sue differenti forme, implica il riconoscimento di valori come il rispetto, lo stare con gli altri, l’essere per gli altri. La convivenza è civile quando identifica negli altri il sentire paradigmatico della libertà)

  • la valutazione del comportamento, effettuata collegialmente da tutti i docenti del Consiglio di Classe, si fonda sulla analitica e continua osservazione delle manifestazioni del processo educativo e degli eventuali progressi che si registrano nell’arco dell’intero anno scolastico;

  • nell’attribuzione del voto di condotta il C. di C. potrà tenere conto sia della specifica fascia d’età dei componenti della classe, sia di particolari situazioni che abbiano condizionato la partecipazione dell’alunno alla vita scolastica;

  • il C. di C. assegnerà il voto di condotta secondo il criterio della prevalenza dei descrittori.

PROFILO DELLA CLASSE: PRESENTAZIONE SINTETICA
La classe V B del Liceo scientifico dell'Istituto Scolastico Superiore “G. Parodi” giunge al completamento del corso di studi composta da 23 alunni (17 maschi e 6 femmine). E' presente un alunno di provenienza straniera, in Italia da sette anni e ben integrato nel gruppo classe.

L'attuale composizione della classe,inizialmente costituita da 30 alunni, deriva dai seguenti movimenti:

1 B n. 30 alunni

di cui uno non ammesso alla seconda

più un alunno che entra in seconda da altra sezione (ripetente)

Dalla classe prima alla seconda tre alunni sono stati ammessi a Settembre, dopo la sospensione del giudizio, con profitto sufficiente.


2 B n. 30 alunni

di cui uno non ammesso alla terza

due trasferiti

Dalla classe seconda alla terza otto alunni sono stati ammessi a Settembre, dopo la sospensione del giudizio, con profitto sufficiente e, in alcuni casi discreto.


3 B n. 27 alunni

di cui due non ammessi alla quarta

uno trasferito

Dalla classe terza alla quarta quattro alunni sono stati ammessi a Settembre, dopo la sospensione del giudizio, con profitto sufficiente.


4 B n. 24 alunni

di cui uno non ammesso alla quinta

5 B n. 23 alunni Gli studenti hanno potuto contare su una notevole continuità d’insegnamento da parte del corpo docente: alcuni insegnanti (Italiano e Latino, Scienze Motorie, Fisica, Religione), sono presenti sulla classe da cinque anni, altri da quattro (Inglese), altri da tre (Matematica, Storia e Filosofia, Scienze naturali, Disegno e storia dell'arte): ciò ha certamente giocato un ruolo positivo in termini di coerenza di richieste attinenti a comportamenti, organizzazione del lavoro, proposte educative e didattiche.

In ciascuno degli anni del triennio non sono state segnalate apprezzabili variazioni tra il programma previsto e quello effettivamente svolto.

Analogamente positiva è stata, complessivamente, la frequenza alle lezioni, mantenutasi sempre piuttosto alta fino al quarto anno, mentre durante il quinto anno alcuni studenti (in verità molto pochi) hanno utilizzato con maggiore frequenza i permessi di ingresso posticipato o di uscita anticipata .

Durante il corso di studi la scuola ha garantito in modo regolare lo svolgimento di corsi di recupero di tipologie varie (strutturati extracurricolari, curricolari, in itinere, sportelli, studio assistito) per gli allievi, per altro in numero esiguo, con difficoltà nelle varie discipline: ciò ha consentito un miglioramento significativo rispetto ai livelli iniziali (di quinquennio e di singolo anno) in termini di conoscenze, competenze, capacità.

Inoltre, ogni qualvolta lo si è ritenuto necessario, si sono organizzate attività di approfondimento, affiancate da progetti e uscite didattiche (di cui si fornisce a parte l’elenco).

Nel corso degli studi, la classe ha manifestato una collaborazione costante e positiva con i docenti, la partecipazione attiva alle lezioni, il rispetto degli impegni scolastici, delle norme e dei valori di convivenza sociale da parte della maggioranza degli studenti .

Si è delineato un profilo diversificato per capacità logico-intuitive e argomentative, attitudini all'approfondimento personale, costanza nell'applicazione, formazione intellettuale, culturale, capacità di trasferimento delle competenze: nella classe si sono distinti alcuni alunni i quali hanno lavorato con assiduità e con un metodo di studio efficace appropriandosi di capacità rielaborative, ottenendo ottime conoscenze e competenze in tutte le materie; un secondo gruppo, di circa dieci allievi, raggiungono un livello di preparazione buono o, in alcuni ambiti, molto buono manifestando interesse e diligenza costanti; un terzo gruppo, formato da sette alunni, ha utilizzato un metodo di studio spesso mnemonico e mediamente efficace, non sviluppando particolari capacità rielaborative ma ha comunque raggiunto, con un lavoro abbastanza metodico, un profitto discreto; infine un ultimo gruppo di quattro alunni, con impegno a volte discontinuo, ha mostrato un progresso più lento e un rendimento meno uniforme che si attesta su un livello base.

Due studenti hanno partecipato alle gare a squadre e individuali delle Olimpiadi di matematica raggiungendo la finale nazionale a squadre.

E' presente un alunno che presenta certificazione D.S.A. (disgrafia e dislessia) per il quale il C.d.c. ha predisposto un percorso didattico personalizzato mettendo in atto le misure previste dalla normativa ed indicate nella documentazione riservata allegata al presente documento.

Nel triennio la classe ha avuto delle variazioni di insegnanti, come riportato nella tabella sottostante:


DISCIPLINE

DOCENTI III B

DOCENTI IV B

DOCENTI V B

ITALIANO - LATINO

Cavallero Ornella

Cavallero Ornella

Cavallero Ornella

LINGUA STRANIERA (INGLESE)

Visca Alessandra

Visca Alessandra

Visca Alessandra

FILOSOFIA E STORIA

Repetto Gabriella

Repetto Gabriella

Repetto Gabriella

MATEMATICA-FISICA

Priano Massimo

Priano Massimo

Priano Massimo

SCIENZE NATURALI

Schellino Raffaella

Schellino Raffaella

Schellino Raffaella

DISEGNO E STORIA DELL'ARTE

Arata Daniela

Arata Daniela

Arata Daniela

SCIENZE MOTORIE

Piotti Cristina

Piotti Cristina

Piotti Cristina

INFORMATICA

Priano Massimo

Priano Massimo

Gandino Andrea

RELIGIONE

Arnuzzo Massimo

Arnuzzo Massimo

Arnuzzo Massimo

Come da indicazioni del Collegio dei docenti, il Consiglio di Classe ha attuato nel triennio attività di recupero utilizzando la flessibilità oraria del 20% come precisato di seguito:



anno

Disciplina

Unità orarie aggiuntive

Durata

3° (a.s.2012-2013)

Matematica/Storia dell'arte

1

Settimanale in alternanza




Inglese

1

settimanale




Italiano /latino

1

settimanale




Storia/filosofia

1

settimanale

4° (a.s. 2013-2014)

Filosofia/scienze

1

Settimanale in alternanza




Matematica

1

settimanale

5° (a.s. 2014-2015)

Filosofia/Scienze

1

Settimanale in alternanza




Matematica

1

settimanale



  1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale