Istituto Tecnico Industriale Statale



Scaricare 1.61 Mb.
Pagina1/12
22.12.2017
Dimensione del file1.61 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   12

Istituto Tecnico Industriale Statale
E.Majorana - G.Giorgi

via Timavo 63 - 16132 Genova - tel. 010 393341 fax 010 3773887





ESAME DI STATO 2016

testata2.jpg

DOCUMENTO FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DELLA CLASSE V – GST
(Corso IDA)


Prof. Barbara Coppola

_______________________________________________

Prof. Pierangela Magioncalda

____________________________________________________________

Prof. Angelo Raveane

_______________________________________________

Prof. Stefania Bardoneschi

_______________________________________________

Prof. Carmelo Solano

_______________________________________________

Prof. Stefano Zustovich

_______________________________________________

Prof. Milo Rosi

________________________________________________

INDICE

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA


3

INDIRIZZO DI STUDI

3

AREA DI PROGETTO

4

PRESENTAZIONE DELLA CLASSE



5

IL CONSIGLIO DI CLASSE

7

ATTIVITÀ DI PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

8

VERIFICA E VALUTAZIONE

8

INDICATORI E DESCRITTORI DELLA VALUTAZIONE DELLE PROVE D’ESAME

9

SCHEDE PER LE SINGOLE MATERIE


12

ALLEGATI (simulazioni prove d’esame)

38


INDICE DELLE SCHEDE PER LE SINGOLE MATERIE



Matematica

12

Italiano

14

Storia

17

Sistemi Elettronici Automatici

20

Tecnologia P.S.E.E.

25

Elettronica

31

Lingua Inglese

36




PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA


L’Istituto Tecnico Industriale Statale E. Majorana – G. Giorgi propone corsi di studi di cinque anni (due anni di biennio comune più tre anni di triennio di specializzazione), al termine del quale, mediante esame di stato, si consegue un diploma tecnico di perito industriale.

Presso la sede di Via Timavo, in collaborazione con il C.P.I.A. (Centro Provinciale Istruzione degli Adulti Genova Levante), è attivato anche il Corso I.D.A. (Istruzione degli Adulti) primo livello (secondo periodo con integrazioni) e secondo livello (secondo periodo ex 3^ e 4^ e terzo periodo ex 5^) del nuovo ordinamento Elettronica Elettrotecnica con specializzazione Elettronica .




INDIRIZZO DI STUDI


L’indirizzo Tecnico in Elettronica ed Elettrotecnica (articolazione Elettronica) ha l’obiettivo di definire una figura professionale versatile e propensa al continuo aggiornamento, capace di inserirsi in attività produttive o di servizio differenziate e caratterizzate da una costante evoluzione.

L’ampio ventaglio di competenze originate dalla professione, che coglie anche la dimensione economica dei problemi, prevede una formazione di stampo scientifico e tecnologico, che non trascura tuttavia gli aspetti linguistici.

Il Tecnico in Elettronica e Elettrotecnica (articolazione Elettronica), nell’ambito del proprio livello operativo, deve essere preparato a:



  • partecipare, con personale e responsabile contributo, al lavoro organizzato e di gruppo;

  • svolgere, organizzandosi autonomamente, mansioni indipendenti;

  • documentare e comunicare adeguatamente gli aspetti tecnici, organizzativi ed economici del proprio  lavoro;

  • interpretare nella loro globalità le problematiche produttive, gestionali e commerciali dell’azienda in cui opera;

  • aggiornare le sue conoscenze, anche al fine della eventuale conversione di attività.

Il Tecnico in Elettronica e Elettrotecnica (articolazione Elettronica) deve, pertanto, essere in grado di:

  • analizzare e dimensionare reti elettriche lineari e non lineari;

  • analizzare le caratteristiche funzionali dei sistemi, anche complessi, di generazione, elaborazione e trasmissione di suoni, immagini e dati;

  • partecipare al collaudo e alla gestione di sistemi di vario tipo (di controllo, di comunicazione, di elaborazione delle informazioni) anche complessi, sovrintendendo alla manutenzione degli stessi;

  • progettare, realizzare e collaudare sistemi semplici, ma completi, di automazione e di telecomunicazioni, valutando, anche sotto il profilo economico, la componentistica presente sul mercato;

  • descrivere il lavoro svolto, redigere documenti per la produzione dei sistemi progettati e scriverne il manuale d’uso;

  • comprendere manuali d’uso, documenti tecnici vari e redigere brevi relazioni in lingua straniera.

Di seguito è allegato il Quadro Orario del triennio serale per l’indirizzo Tecnico in Elettronica e Elettrotecnica (articolazione Elettronica)



QUADRO ORARIO

Discipline del piano di studio

Ore settimanali

(tra parentesi le ore di laboratorio)



Tipo di prove

(a)


III anno

Secondo livello secondo periodo




Secondo livello

terzo periodo






Lingua e Lettere Italiane

3

3

3

S - O

Storia

2

2

2

O

Lingua Straniera

2

2

2

S - O

Matematica

3

3

3

S - O

Elettronica

4 (2)

5 (2)

4 (3)

S - O - P

Sistemi elettrici automatici

4 (2)

4 (2)

3 (2)

S – O - P

Tecnologie, Disegno e Progettazione

4 (2)

4 (2)

5 (2)

G - O - P

TOTALE ore settimanali

22 (6)

23 (6)

22 (7)




 LEGENDA

(a) S. = scritta; O. = orale; G. = grafica; P. = pratica.

(b) Nel quarto e quinto anno la prova è solo orale.

(c) Nel quarto anno la prova è solo orale. 

All’area di progetto, che rappresenta un indispensabile momento di sintesi da realizzarsi con una attività progettuale interdisciplinare, deve essere destinato un numero di ore non superiore al 10% del monte ore annuo delle discipline coinvolte in questa attività. 

N.B. Tra parentesi sono indicate le ore di lezione da effettuarsi con il supporto del laboratorio.







AREA DI PROGETTO


Il principio della unitarietà del sapere e del processo di educazione e formazione culturale trova una sua esplicita e specifica affermazione anche nell’attuazione di un’area di progetto che conduca al coinvolgimento ed alla concreta collaborazione fra docenti di alcune o di tutte le discipline.

L’area di progetto è dunque un modello di articolazione culturale ricavato dal monte ore annuo delle lezioni, che non altera il quadro orario. All’area di progetto è dedicato un numero di ore non superiore al 10 % del monte ore annuo delle discipline coinvolte in questa attività.

L’area di progetto si propone di far cogliere all’alunno le relazioni esistenti tra l’ "astratto" e il "concreto", di sollecitare l’alunno ad affrontare nuovi problemi con spirito di autonomia e creatività, di promuovere nell’alunno atteggiamenti che favoriscano la socializzazione, il confronto delle idee, la revisione critica del proprio giudizio e di favorire il confronto tra la realtà scolastica e la realtà di lavoro, con particolare riferimento a quelle presenti sul territorio.


I problemi dell’area di progetto dovranno tener conto di diversi aspetti: conoscitivo, applicativo, tecnologico, informatico, economico, organizzativo e di documentazione.

La classe V-GST ha sviluppato come attività di area di progetto la Progettazione e realizzazione di un sistema estensimetrico di rilevamento ed acquisizione delle deformazioni meccaniche di una struttura metallica sollecitata da forze di trazione.

L’attività è consistita nelle seguenti fasi:


  • indagine sulla componentistica meccanica ed elettronica disponibile ;

  • progetto del sistema a livello di schema a blocchi;

  • individuazione della soluzione circuitale per il condizionamento degli strain gauges e dimensionamento dei componenti;

  • realizzazione dell'applicazione estensimetrica e del circuito elettronico, compreso conversione A/D ed interfacciamento al PIC ,relative prove di laboratorio;

  • preparazione della relazione scritta.

Le varie fasi dell’attività hanno coinvolto tutti gli studenti, che hanno lavorato a gruppi.

La valutazione degli studenti relativamente all’attività dell’area di progetto ha contribuito alla formulazione dei giudizi periodici e finali di ciascuna disciplina e complessivi, secondo le modalità decise dal Consiglio di classe.

Materie coinvolte: Elettronica, Sistemi, TDP, Italiano, Lingua Inglese.




PRESENTAZIONE DELLA CLASSE





Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   12


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale