Italiano – arte e immagine



Scaricare 117.06 Kb.
04.12.2017
Dimensione del file117.06 Kb.

ITALIANO – ARTE E IMMAGINE


PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSE QUINTA a.s. 2016/’17
NUCLEO TEMATICO N. 1: IL TESTO NARRATIVO: (COMPRENSIONE, PRODUZIONE )

COMPETENZE


ABILITA’



CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’

Reperire informazioni da brani letti o ascoltati.
Selezionare e memorizzare le informazioni più importanti.
Cercare soluzioni creative.
Riconoscere le emozioni proprie ed altrui.
Comprendere la prospettiva altrui.
Cooperare.
Apprezzare la diversità come valore.
Esprimersi oralmente e per iscritto.

Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce
Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune strategie per analizzare il contenuto: porsi domande all’inizio e durante la lettura del testo; cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.
Interagire in modo collaborativo in una conversazione, in una discussione, formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempi.
Leggere testi narrativi, sia realistici sia fantastici, distinguendo l’invenzione letteraria dalla realtà
Leggere testi letterari narrativi, cogliendone il senso
Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attività di lettura e scrittura.
Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione.
Raccogliere le idee, organizzarle per punti, pianificare la traccia di un racconto o di un’esperienza
Rielaborare testi (ad esempio parafrasare, o riassumere un testo, trasformarlo, completarlo) e redigerne di nuovi, anche utilizzando programmi di videoscrittura.
Produrre testi creativi sulla base di modelli dati (racconti brevi), diari e lettere.
Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico, lessicale, rispettando le funzioni sintattiche dei principali segni interpuntivi.
Conoscere le principali convenzioni ortografiche e servirsi di questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta e correggere eventuali errori.

-autore e narratore



-la persona narrante

-le sequenze

-elementi narrativi, descrittivi, riflessivi

-il punto di vista

-personaggi

-luoghi

-tempi
-Il riassunto


-Racconti verosimili



Racconti gialli
Racconti di fantascienza

Lettura espressiva di racconti

Compilazione di questionari di comprensione del testo (in gruppo e/o individualmente)

Esercizi di riscrittura di un racconto, cambiando la persona usata.



Ricerca e sottolineatura con colori diversi delle parti narrative, descrittive, riflessive, in un racconto

Individuazione delle sequenze di un racconto (*collettivamente o in gruppo).

Produzione individuale di riassunti (*seguendo uno schema dato).
Lettura di racconti verosimili.

Ricerca degli elementi testuali del racconto e comprensione globale e analitica del testo.

Scoperta del punto di vista scelto dall’autore

.

Analisi dei personaggi e delle loro caratteristiche, dei fatti, dei luoghi e dei tempi.

Produzione individuale di racconti verosimili (*con aiuto ) anche sotto forma di diario e lettera.
Lettura o ascolto di racconti gialli

comprensione globale del testo.

Lettura o ascolto di racconti di fantascienza

Ricerca degli elementi generali del racconto e comprensione globale


ARTE E IMMAGINE

Elaborare creativamente

produzioni personali e

autentiche per esprimere

sensazioni ed emozioni;

rappresentare e

comunicare la realtà

percepita.



MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE
-Osservazione dell’insegnante sulle modalità di cooperazione e di discussione nel gruppo di lavoro e nel gruppo-classe.

-Questionari di comprensione del testo (risposta aperta o scelta multipla)

-Richiesta di divisione in sequenze di testi narrativi e riordino di sequenze date

-Esposizione orale di un testo letto o ascoltato.

-Sintesi scritta di un racconto seguendo uno schema dato

-Invenzione di testi narrativi e scrittura dei testi inventati

-Illustrazione dei testi narrativi con varie tecniche

L’alunno ascolta e legge diari, lettere e racconti verosimili, umoristici, gialli, fantascientifici: ne riconosce le diverse caratteristiche e ne comprende il significato globale, individuando personaggi, luoghi,tempi e motivazioni delle azioni dei personaggi.

Rielabora e inventa testi narrativi, secondo le indicazioni date, e li scrive in modo corretto e scorrevole

Illustra i racconti inventati.


N. B. - Le parti in grassetto si riferiscono a tutti gli alunni delle classi;

- le altre parti si riferiscono a tutti gli alunni,esclusi quelli in difficoltà.

* Per gli alunni in difficoltà la comprensione del testo sarà semplificata nelle verifiche con accorgimenti come la segmentazione del testo in relazione alle domande, la sua riduzione o la sua sostituzione con brani più semplici. Anche per la produzione di testi occorre un aiuto sia di tipo logico organizzativo, sia di tipo sintattico, sia di tipo ortografico.

NUCLEO TEMATICO N. 2: IL TESTO DESCRITTIVO: COMPRENSIONE E PRODUZIONE

COMPETENZE


ABILITA’



CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’

Analizzare la realtà attraverso i sensi.

Orientarsi nello spazio.
Reperire informazioni da:

*brani letti o ascoltati
Selezionare e memorizzare le informazioni più rilevanti.
Esprimere oralmente e per iscritto esperienze ed emozioni.

Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce
Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune strategie per analizzare il contenuto: porsi domande all’inizio e durante la lettura del testo; cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.
Interagire in modo collaborativo in una conversazione, in una discussione, formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempi.
Leggere testi descrittivi, sia realistici sia fantastici, distinguendo l’invenzione letteraria dalla realtà
Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attività di lettura e scrittura .
Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione.
Produrre testi sostanzialmente corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico, lessicale, rispettando le funzioni sintattiche dei principali segni interpuntivi.
Conoscere le principali convenzioni ortografiche e servirsi di questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta e correggere eventuali errori.
Brani descrittivi.
I dati sensoriali:

visivi, uditivi, tattili, olfattivi, di gusto.
Dati statici e dinamici
Nessi spaziali
Descrizioni oggettive e soggettive.


Lettura di brani o parti descrittive.

Ricerca e sottolineatura dei dati sensoriali presenti.

Ricerca in brani descrittivi di similitudini e loro interpretazione.

Ricerca in brani descrittivi, dei nessi spaziali.

Comparazione tra un brano descrittivo oggettivo e uno soggettivo.

Individuazione, attraverso conversazioni e poi riflessioni individuali, degli stati d’animo presenti in brani connotativi.

Individuazione delle informazioni presenti in brani denotativi e loro schematizzazione
Illustrazione di testi descrittivi letti o ascoltati.

Individuazione della presenza di dati statici o dinamici in una descrizione.

Individuazione del “percorso” effettuato dall’autore nella descrizione
Descrizione orale e poi scritta (anche attraverso l’uso di immagini fotografiche) (*seguendo uno schema dato)
ARTE E IMMAGINE

Guardare e osservare con consapevolezza un’immagine e gli oggetti presenti nell’ambiente descrivendo gli elementi formali, utilizzando le regole della percezione visiva e l’orientamento nello spazio
Elaborare creativamente

produzioni personali e

autentiche per esprimere

sensazioni ed emozioni;

rappresentare e

comunicare la realtà

percepita.



MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE

-Completamento di tabelle predisposte.

-Questionari a risposta multipla o aperta.

-Produzione di testi descrittivi

-Osservazione dell’insegnante sulle modalità di cooperazione e di discussione nel gruppo di lavoro e nel gruppo-classe.

L’alunno ascolta e legge in modo espressivo testi descrittivi : ne comprende il significato globale, ne riconosce le diverse caratteristiche individuando i dati sensoriali e le similitudini usate.

Descrive oralmente e per iscritto una persona o un luogo, anche usando una fotografia utilizzando i nessi spaziali adeguati.

Descrive in modo oggettivo e in modo soggettivo, dimostrando di cogliere la differenza tra le due tipologie di descrizione.


NUCLEO TEMATICO N. 3: IL TESTO POETICO (FRUIZIONE E PRODUZIONE)

COMPETENZE


ABILITA’



CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’

Analizzare la realtà attraverso i sensi.
Reperire informazioni da:

brani letti o ascoltati

Selezionare e memorizzare le informazioni più rilevanti.
Esprimere oralmente e per iscritto esperienze ed emozioni.
Riconoscere le emozioni proprie ed altrui.
Comprendere la prospettiva altrui.

Cooperare.
Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce
Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune strategie per analizzare il contenuto: porsi domande all’inizio e durante la lettura del testo; cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.
Leggere semplici testi poetici cogliendone il senso, le caratteristiche formali più evidenti, l’intenzione comunicativa dell’autore ed esprimendo un motivato parere personale.
Interagire in modo collaborativo in una conversazione, in una discussione, formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempi.
Arricchire il patrimonio lessicale attraverso attività di lettura e scrittura .
Comprendere, nei casi più semplici e frequenti, l’uso e il significato figurato delle parole.
Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione.
Produrre testi creativi sulla base di modelli dati (poesie).

.

Testi poetici
Le rime (baciata, alternata, incrociata)

Le allitterazioni
Le onomatopee
Le personificazioni
Le similitudini e le metafore.
Il calligramma
Gli stati d’animo e le emozioni.

Lettura di poesie ad alta voce, prima da parte dell’insegnante e poi dei singoli alunni.

Comprensione del contenuto della poesia, attraverso la conversazione collettiva.

Individuazione degli aspetti formali della poesia (versi, strofe,rime).



Esercizi di ricerca di rime.

Individuazione degli aspetti lessicali:

dati usati, onomatopee, allitterazioni….

Esercizi di costruzione di similitudini e metafore e calligrammi.

Individuazione delle similitudini e delle metafore presenti in una poesia

Individuazione delle emozioni espresse.

Lettura espressiva delle poesie.

Memorizzazione e recitazione di poesie.

Scelta o produzione di immagini per rappresentare iconicamente una poesia.

Scrittura individuale di poesie.

Lettura espressiva della propria poesia.

Conversazione sull’espressività delle poesie scritte.



ARTE E IMMAGINE

Elaborare creativamente

produzioni personali e

autentiche per esprimere

sensazioni ed emozioni;

rappresentare e

comunicare la realtà

percepita.


MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE
-Lettura a voce alta e/o recitazione di poesie

- Produzione di testi poetici anche con l’aiuto dell’insegnante.

-Osservazione dell’insegnante sulle modalità di cooperazione e di discussione nel gruppo di lavoro e nel gruppo-classe.

L’alunno ascolta, legge in modo espressivo, memorizza e recita testi poetici : ne comprende il significato globale, ne riconosce le diverse caratteristiche individuando la presenza di versi, strofe, rime, allitterazioni, onomatopee, similitudini e metafore usate.

Produce testi poetici anche con aiuto rielaborando poesie e/ o in modo spontaneo.



Collabora attivamente in gruppo alla realizzazione di un prodotto collettivo.

N. B. Le parti in grassetto si riferiscono a tutti gli alunni delle classi; le altre parti agli altri alunni, esclusi quelli in difficoltà. La comprensione del testo sarà nelle verifiche semplificata con accorgimenti come la segmentazione del testo in relazione alle domande, la sua riduzione o la sua sostituzione con brani più semplici. Anche per la produzione di testi per gli alunni in difficoltà occorre un aiuto sia di tipo logico organizzativo, sia di tipo sintattico, sia di tipo ortografico.



NUCLEO TEMATICO N. 4: IL TESTO INFORMATIV0 (FRUIZIONE E PRODUZIONE)


COMPETENZE


ABILITA’



CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE
TRASVERSALITA’

Reperire informazioni da:

brani letti o ascoltati.
Selezionare e memorizzare le informazioni più rilevanti.
Esporre oralmente e per iscritto le conoscenze acquisite
Stabilire relazioni
Organizzare un semplice discorso orale su un tema affrontato in classe con un breve intervento preparato in precedenza o una esposizione su un argomento di studio utilizzando una scaletta.
Impiegare tecniche di lettura silenziosa e di lettura espressiva ad alta voce
Leggere e confrontare informazioni provenienti da testi diversi per farsi un’idea di un argomento, per trovare spunti a partire dai quali parlare o scrivere.
Ricercare informazioni in testi di diversa natura e provenienza (grafici, mappe, schemi) per scopi pratici o conoscitivi, applicando tecniche di supporto alla comprensione ( sottolineare, annotare informazioni, costruire mappe e schemi).
Produrre brevi testi orali e scritti ed esporre su un argomento di studio utilizzando una scaletta
Comprendere ed utilizzare parole e termini specifici legati alle discipline di studio.

Utilizzare il dizionario come strumento di consultazione.

Testi di studio:

storici, geografici, scientifici.
Parole chiave.

Nessi logici, spaziali e temporali.

Forme esplicative.

Schemi logici e tabelle.
Gli appunti.

Lettura collettiva di brani informativi.

Conversazione per individuare l’argomento principale.

Suddivisione collettiva del brano in sequenze.

Ricerca collettiva delle parole- chiave in ogni sequenza e ricerca dei loro significati.

Indicazione di un titolo per ogni sequenza.

Ricerca dei nessi logici, temporali e spaziali, dei termini e della punteggiatura esplicativa, come “cioè”, “vale a dire”, : , ( ) per aiutare la comprensione.

Parafrasi (orale o scritta) delle sequenze,
Questionari di comprensione del testo.

Esercizi di individuazione delle cause e delle conseguenze di semplici fatti.

Esercizi di utilizzo dei connettivi logici.

Trasformazione collettiva di testi espositivi in schemi logici o tabelle.

Verbalizzazione orale e scritta di schemi logici .



Ascolto di lezioni e completamento di schemi predisposti durante l’ascolto.

Esercizi di organizzazione di scalette per l’esposizione di un argomento di studio

Esposizione di un argomento di studio usando uno schema o una scaletta predisposta

STORIA


GEOGRAFIA

SCIENZE

Testi di studio
MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE

-Completamento di schemi e tabelle predisposte.



-Questionari a risposta multipla o aperta

-Verbalizzazione orale e/o scritta di una tabella o di uno schema

- Esposizione di un argomento seguendo una scaletta

L’alunno ascolta o legge un testo di studio e ne comprende il significato.

Collabora all’analisi del testo, seguendo il lavoro collettivo di riduzione in sequenza, ricerca delle parole chiave, dei nessi logici, temporali, spaziali, delle forme esplicative, e di costruzione di schemi e tabelle. (con aiuto)

Risponde a domande relative al testo e completa schemi e tabelle.

Verbalizza a voce e per iscritto schemi e tabelle.

Durante l’ascolto di una lezione completa uno schema predisposto e prende appunti

N. B. Le parti in grassetto si riferiscono a tutti gli alunni delle classi; le altre parti si riferiscono a tutti gli alunni, esclusi quelli in difficoltà. La comprensione del testo sarà nelle verifiche semplificata con accorgimenti come la segmentazione del testo in relazione alle domande, la sua riduzione o la sua sostituzione con brani più semplici. Anche per la produzione di testi per gli alunni in difficoltà occorre un aiuto sia di tipo logico organizzativo, sia di tipo sintattico, sia di tipo ortografico.

NUCLEO TEMATICO N. 5: I TESTI ARGOMENTATIVI (FRUIZIONE E PRODUZIONE)

COMPETENZE


ABILITA’



CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’

Prendere la parola negli scambi comunicativi rispettando i turni di parola,

Comprendere il punto di vista altrui


Sostenere le proprie idee con motivazioni valide

Cooperare.


Interagire in modo collaborativo in una conversazione, in una discussione, formulando domande, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempi.
Comprendere il tema e le informazioni essenziali di una esposizione (diretta o trasmessa); comprendere lo scopo e l’argomento dei messaggi trasmessi.
Formulare domande precise e pertinenti di spiegazione e di approfondimento durante o dopo l’ascolto.
Cogliere in una discussione le posizioni espresse dai compagni ed esprimere la propria opinione in modo chiaro e pertinente su un argomento trattato.
Il problema affrontato
Il proprio punto di vista: la propria tesi
Le motivazioni a sostegno della propria tesi: spiegazioni, esempi, prove.
Gli altri punti di vista:

la discussione o eventuale confutazione delle tesi altrui.
Le conclusioni
Su un problema accaduto o raccontato, discussioni collettive secondo un percorso stabilito:

-fissazione di regole per la discussione (chiedere la parola, aspettare di averla..)

-esposizione del proprio punto di vista e delle motivazioni a sostegno

-ascolto del punto di vista dell’altro

-eventuale confutazione del pensiero altrui con motivazioni valide.



Lettura o ascolto di brani o articoli di tipo argomentativo.

Individuazione, collettiva,o in gruppo o individualmente, del problema sollevato

Ricerca collettiva o in gruppo o individualmente della tesi dell’autore e delle motivazioni a sostegno, anche sottoforma di confutazione di tesi altrui.

STORIA


GEOGRAFIA

SCIENZE

Testi di studio
MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE
- Osservazione dell’insegnante sulle modalità di discussione

- Evidenziazione con colori stabiliti del problema, della tesi e delle motivazioni addotte in un testo argomentativo

-Questionario di comprensione di un testo argomentativo
L’alunno partecipa a una conversazione seguendo le regole stabilite, con interventi pertinenti e motivati.

Sa leggere e ascoltare un testo argomentativo, comprendendo il problema affrontato, la tesi dell’autore e le motivazioni a sostegno.
N. B. Le parti in grassetto si riferiscono a tutti gli alunni delle classi; le altre parti si riferiscono a tutti gli alunni, esclusi quelli in difficoltà. La comprensione del testo sarà nelle verifiche semplificata con accorgimenti come la segmentazione del testo in relazione alle domande, la sua riduzione o la sua sostituzione con brani più semplici. Anche per la produzione di testi per gli alunni in difficoltà occorre un aiuto sia di tipo logico organizzativo, sia di tipo sintattico, sia di tipo ortografico.
NUCLEO TEMATICO N. 6: “RIFLESSIONE SULLA LINGUA”

COMPETENZE


ABILITA’



CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’

Reperire informazioni da parole, frasi, brani.
Memorizzare le informazioni

Conoscere e usare le convenzioni ortografiche e servirsi di questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta e correggere eventuali errori.
Riconoscere la funzione dei principali segni interpuntivi.
Conoscere i principali meccanismi di formazione e derivazione delle parole. Comprendere le principali relazioni tra le parole.

Usare il dizionario.
Riconoscere la struttura del nucleo della frase semplice (frase minima): predicato, soggetto e complementi.

Riconoscere in una frase o in un testo le parti del discorso, o categorie lessicali, riconoscerne i principali tratti grammaticali; riconoscere le congiunzioni

Difficoltà ortografiche.

La punteggiatura.

Il discorso diretto e indiretto
(L’ordine alfabetico

Omonimi, sinonimi e contrari

parole particolari/generali,
La frase:

-i sintagmi

-il predicato (nominale e

verbale)

-il soggetto

-i complementi:

complemento oggetto,

altri complementi: di tempo, di luogo, di modo, di termine, di specificazione, di mezzo.
Le parti del discorso:

-i nomi: concreti/astratti, primitivi/derivati, alterati, --composti;

-gli articoli

-gli aggettivi :

-I pronomi personali, possessivi, dimostrativi, indefiniti, esclamativi e interrogativi
Ripasso di preposizioni e congiunzioni

I verbi

-la persona;

-i modi del verbo (finiti e indefiniti)

-i verbi essere e avere: autonomi e ausiliari ;

-i tempi semplici e composti del modo indicativo;

- i tempi semplici e composti degli altri modi

-Verbi transitivi e intransitivi
-Gli avverbi
Dettati di parole e frasi.

Esercizi di completamento di parole e frasi.

Autocorrezione di dettati e testi (dato un segno di errore).

Ripasso delle regole ortografiche

Ripasso relativo ai segni di punteggiatura.

Aggiunta dei segni di punteggiatura in frasi o brevi testi di essa privi.

Uso del dizionario: ricerca di parole, della loro corretta grafia e dei loro significati.

Esercizi di ricerca e uso di omonimi, sinonimi e contrari, di parole particolari e generali, di reti di parole.
Divisione di frasi in sintagmi.

Scoperta del predicato e della sua funzione.

Scoperta del soggetto e della sua funzione.

Riconoscimento in frasi minime e poi ricche, del soggetto e del predicato, anche attraverso schemi e colori diversi.

Esercizi di ricerca del soggetto sottinteso.



Ripasso del complemento oggetto e delle sue caratteristiche.

Conoscenza di alcuni complementi indiretti, delle domande a cui rispondono e del loro nome

Esercizi di analisi logica di una frase (* utilizzando la tabella dei complementi)
Ripasso dei nomi

Ripasso degli articoli.

Ripasso e approfondimento degli aggettivi:

Scoperta della funzione dei pronomi.

Esercizi di riconoscimento dei pronomi (personali,possessivi, dimostrativi,indefiniti, esclamativi e interrogativi ) e loro distinzione dagli aggettivi omonimi. (* utilizzando gli strumenti compensativi)

Scoperta della funzione dei pronomi relativi.
Esercizi di riconoscimento dei pronomi relativi e di trasformazioni di frasi usando i pronomi relativi adeguati.

Esercizi sul riconoscimento di CHE pronome e CHE congiunzione.

Scoperta della funzione e delle caratteristiche degli avverbi.

Esercizi di riconoscimento degli avverbi.

Esercizi di riconoscimento delle parti del discorso attraverso

sottolineature con colori diversi e completamento di tabelle.

Individuazione dei verbi.

Esercizi di riconoscimento dei verbi in frasi.

Analisi dei verbi (con l’uso dell’armadio dei verbi*).

Ripasso dei tempi semplici e composti del modo indicativo

Conoscenza degli altri modi e delle loro specifiche caratteristiche

Esercizi di riconoscimento dei vari modi e di trasformazione di frasi in modi verbali diversi.

Memorizzazione dei tempi di ogni modo.

Scoperta delle differenze tra verbi transitivi e intransitivi.

Esercizi di analisi grammaticale
INGLESE:

confronto tra strutture

sintattiche della lingua

italiana con quelle della

lingua inglese:

-somiglianze

-differenze

MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE
MODALITA’ DI VERIFICA:

-Dettati ortografici.

-Completamento di parole o frasi secondo criteri dati

-Analisi grammaticale e logica di frasi

-coniugazione orale di tempi di verbi

COMPETENZE ATTIVATE

L’alunno conosce e applica le convenzioni ortografiche, sia sotto dettatura, sia

nella scrittura autonoma. Riconosce e usa correttamente la punteggiatura.



Sa cercare una parola sul vocabolario; sa trovare sinonimi e contrari e cogliere i diversi significati di un omonimo. Divide una frase in sintagmi e individua il predicato (distinguendo tra verbale e nominale) il soggetto (anche sottinteso) e i complementi Riconosce in una frase le parti del discorso e li sa analizzare secondo le categorie indicate.

N. B. Le parti in grassetto si riferiscono a tutti gli alunni delle classi; le altre parti agli altri alunni, esclusi quelli in difficoltà (

Per quanto riguarda la competenza ortografica la dettatura dovrà essere lenta e dovranno esserle permessi gli strumenti compensativi predisposti aglii alunni in difficoltà (schede, tabelle, percorsi….)

Anche relativamente alle competenze grammaticali, gli alunni in difficoltà potranno utilizzare nelle verifiche gli strumenti compensativi predisposti (tabelle, percorsi).






nucleo tematico n.7: : testi misti (italiano e arte e immagine)

Il linguaggio pubblicitario

CONOSCENZE SPECIFICHE

ABILITA’

ITALIANO

ABILITA’

ARTE E IMMAGINE

CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/ SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’


Orientarsi nello spazio.
Operare classificazioni.
Reperire informazioni da immagini e testi.
Esprimersi usando altri linguaggi
Sviluppare attenzione critica nei confronti dei messaggi pubblicitari
IL LINGUAGGIO DELLA PUBBLICITA’
Usare, nella lettura di vari tipi di testo, opportune strategie per analizzare il contenuto: porsi domande all’inizio e durante la lettura del testo; cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione.


L’alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con molteplici tecniche, materiali e strumenti (grafico-espressivi) pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali).
Osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini ( manifesti, e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip ecc.)

La pubblicità:

commerciale

progresso.

Messaggio pubblicitario:

emittente, immagine, slogan, testo.

Slogan (frasi brevi, parole inventate, giochi di parole, rime, onomatopee).

Destinatari.

Linguaggio figurato.

Stimoli sensoriali.


Realizzazione di un brainstorming sulla pubblicità.

Conversazione e verbalizzazione.

Analisi di alcuni messaggi pubblicitari:

riconoscimento degli elementi rappresentati (parole, immagini)

scoperta delle similitudini suggerite;



ricerca di rime, assonanze, neologismi, modi di dire, doppi sensi;

ricerca degli stimoli sensoriali presenti nelle immagini.



Produzione di messaggi pubblicitari attraverso collage di immagini e invenzioni di brevi testi.

ITALIANO

ARTE E IMMAGINE

MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE
Osservazione dell’insegnante sulla partecipazione alle attività di gruppo.

Questionari, compilazione di tabelle, secondo criteri dati, per accertare la conoscenza dei concetti presentati.

Osservazione dell’insegnante relativa all’impegno e all’’espressività dimostrati durante i momenti di realizzazione.

L’alunno partecipa, cooperando con i compagni, alle attività proposte e alle conversazione collettive e in gruppo, dimostrando di comprenderne il contenuto.

Si interessa al linguaggio pubblicitario e ne scopre gradualmente gli elementi costitutivi e la loro valenza espressiva.

Inventa un semplice soggetto pubblicitario .





NUCLEO TEMATICO N. 8: “DENTRO L’IMMAGINE”

COMPETENZE SPECIFICHE
ABILITA’ ARTE E IMMAGINE

CONOSCENZE

ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO/SCELTE DIDATTICHE

TRASVERSALITA’

Analizzare la realtà attraverso i sensi.

Orientarsi nello spazio.

Reperire informazioni da immagini osservate.

Esprimere esperienze, conoscenze, emozioni, attraverso le rappresentazioni iconiche e di manufatti.

Scoprire il piacere di svolgere le attività preferite.

Esprimere le proprie emozioni in modo socialmente accettabile.


L’alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con molteplici tecniche, materiali e strumenti (grafico-espressivi) pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali.
Osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini (opere d’arte, fotografie, manifesti).

L’ alunno realizza manufatti


Punti, linee.

Colori primari, secondari, terziari, complementari, caldi, freddi, gradazioni e tonalità, uso di luci e ombre.
Tecniche di vario tipo


Manufatti relativi alle varie festività.

Ripasso dei diversi tipi di linee e dei loro significati espressivi.

Ripasso dei colori primari e secondari.
Ripasso dei colori complementari e della loro efficacia espressiva .

Ripasso dei colori caldi e freddi e dei diversi risultati espressivi prodotti.

Conoscenza dell’uso di luci e ombre .
Osservazione di immagini in cui siano presenti figure umane.
Osservazione di alcune opere d’arte di epoche e correnti diverse.
Utilizzo di tecniche e di materiale di vario tipo.
Realizzazione di manufatti utilizzando vari

materiali.


ITALIANO

ARTE E IMMAGINE

MODALITA’ DI VERIFICA

CONTENUTI DELLE VERIFICHE

-Osservazione da parte dell’insegnante, dell’interesse degli alunni durante l’osservazione delle immagini e della loro partecipazione alle conversazioni.

-Questionari relativi alla lettura di immagini: risposte multiple o aperte.

-Classificazioni di elementi visivi secondo criteri dati.

-Produzione di immagini.

L’alunno evidenzia interesse e attenzione durante l’osservazione delle immagini proposte, partecipa alle conversazioni e risponde a questionari relativi alle immagini osservate.

Disegna e colora volti umani, paesaggi, figure umane, sforzandosi di utilizzare quanto scoperto nelle osservazioni precedenti, secondo la sua personale evoluzione.




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale