Kairos*, ovvero IL tempo debito



Scaricare 167 Kb.
Pagina1/5
02.04.2019
Dimensione del file167 Kb.
  1   2   3   4   5



Kairos*, ovvero il tempo debito



mauro doglio
la miglior cosa in qualsiasi azione è il kairos”

detto attribuito a Pitagora


Nessun retore o filosofo finora ha definito l’arte dell’occasione [kairos];

neppure Gorgia di Leontini, che per primo si accinse a comporvi un trattato.

Dionigi


“Per dirla in breve tutto è bello nell’attimo giusto, turpe nell’attimo inopportuno”


Anonimo, Discorsi contrapposti
“il diavolo anziano delle lettere di Berlicche, di C. S. Lewis, […] scrive a suo nipote dandogli consigli su come corrompere l’essere umano che gli è stato affidato. Il consiglio è: fallo sempre pensare al passato e al futuro. Non lasciarlo mai vivere nel presente. Il passato e il futuro sono nel tempo. Il presente è atemporale ed eterno.”

Bateson DAE p. 163



1. Un’occasione da non perdere

Questo seminario del Circolo Bateson mi offre un’occasione che non intendo lasciarmi sfuggire; si tratta infatti della possibilità di parlare di un concetto molto importante per la retorica antica, ma che a me sembra utilissimo anche per chi svolga compiti educativi o, più in generale, si occupi di comunicazione: il concetto di kairos.

Per gli antichi greci c’erano almeno tre modi di indicare il tempo: aion, kronos e kairos. Aion rappresenta l’eternità, l’intera durata della vita, l’evo; è il divino principio creatore, eterno, immoto e inesauribile; kronos indica il tempo nelle sue dimensioni di passato presente e futuro, lo scorrere delle ore; kairos indica il tempo opportuno, la buona occasione, il momento propizio, con una certa approssimazione, quello che noi oggi definiremmo il tempo debito.

Kairos è raffigurato come un giovane con le ali sulla schiena e ai piedi, che regge una bilancia che lui stesso con un dito disequilibra; non ha capelli dietro la testa ma solo un lungo ciuffo che gli pende di lato. Vedremo meglio in seguito il significato della bilancia, per adesso limitiamoci agli altri attributi. Le ali stanno ovviamente a significare che l’occasione ci passa accanto velocemente, il ciuffo sul fianco e la mancanza di capelli sul retro della testa, che bisogna afferrarla quando si presenta perché, perduto l’attimo, diventa imprendibile.






  1. Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale