Kant: la concezione del bello, del sublime e della natura secondo la “Critica del Giudizio” Dallo Sturm und Drang al Romanticismo



Scaricare 17.25 Kb.
15.12.2017
Dimensione del file17.25 Kb.

Iu PROGRAMMA DI FILOSOFIA

Classe V Sezione E

A.S.2013/2014


  • Kant: la concezione del bello, del sublime e della natura secondo la “Critica del Giudizio”



  • Dallo Sturm und Drang al Romanticismo: Tendenze culturali e speculative. Cenni relativi alle idee di W. Goethe, F. Schiller (l’ anima bella e l’ arte; poesia ingenua e poesia sentimentale), Novalis (idealismo magico), F. Jacobi (la polemica contro lo Spinozismo e la concezione di Dio)



. J. Fichte: Dall’ Io penso all’ Io assoluto. La dialettica dell’ Io. La scelta tra idealismo e

Dogmatismo. Il primato della morale. La “Missione” sociale dell’ uomo e del

Dotto maestro dell’ umanità. Le varie fasi della sua filosofia politica.

. F. Shelling: Dalla critica a Fichte all’ Assoluto come identità di natura e spirito. La filosofia

Della natura. Libertà e necessità nella storia. L’ arte rivelatrice dell’ Assoluto


  • G. Hegel: Caratteri generali degli scritti giovanili con riferimento allo Spirito del Cristianesimo ed il suo destino. Le tesi di fondo del sistema: finito e infinito; ragione e realtà; la filosofia come nottola di Minerva; il giustificazionismo ed il problema della realtà occidentale. I tre momenti dell’ Assoluto: idea, natura, spirito. La dialettica. Hegel e i filosofi precedenti. La Fenomenologia dello spirito: significato dell’ opera. Le figure “servo-padrone” e “coscienza infelice”. Identità di logica e metafisica nella logica hegeliana dell’ universale concreto opposta alla logica aristotelica dell’ universale astratto. La filosofia della natura: la natura, caduta dell’ idea. Dalla natura allo spirito oggettivo e dallo spirito oggettivo triade di “diritto astratto”, moralità ed eticità. La società civile. Lo stato e la giustificazione della guerra. La filosofia della storia e l’ astuzia della ragione. Lo spirito assoluto triade di arte, religione, filosofia.



  • La reazione anti-hegeliana

-A. Schopenhauer: Le radici culturali del sistema. Il mondo come rappresentazione.

Fenomeno e noumeno. Le forme del principio di ragion sufficiente.

Dal fenomeno al noumeno: la volontà di vivere. Caratteri e

manifestazioni. Il pessimismo. Le vie di liberazione dal dolore:

l’ arte, l’ etica della pietà, l’ ascesi.



-S.kierkegaard: L’ anti-hegelismo. L’ esistenza del “singolo” come possibilità e fede.

La comunicazione diretta e indiretta attraverso gli pseudonimi. Gli

Stadi dell’ esistenza: la vita estetica (Don Giovanni, Faust, Johannes)

La vita etica, la vita religiosa. L’ angoscia. La disperazione. L’ istante

Della fede: scandalo e paradosso. Ironia e Umorismo


D.F.Strauss: (La vita di Gesù)

Marx Stirner (Cenni)

L. Feuerbach: L’ alienazione religiosa. La critica ad Hegel.

  • K. Marx: La critica al “Misticismo logico” di Hegel. La critica della società moderna e del liberalismo: scissione tra Stato e società civile. Gli aspetti fondamentali dell’ alienazione. Critica dell’ alienazione religiosa di Feuerbach. Il concetto di ideologia e la critica alla Sinistra Hegeliana. La concezione materialistica della storia. Tendenze e contraddizioni del capitalismo. La rivoluzione e la dittatura del proletariato. La società comunista.



  • Il positivismo: Aspetti fondamentali. Positivismo, Illuminismo e Romanticismo: confronto.



  • La reazione al positivismo: Aspetti fondamentali della “ crisi dei valori”



  • F. Nietzsche: Il periodo giovanile: l’ apollineo e il dionisiaco nella “Nascita della tragedia”; le Considerazioni inattuali in particolare quella sull’ utilità ed il danno della storia. Il periodo illuministico: il metodo genealogico e la filosofia del mattino segnano il passaggio all’ arte e alla “Gaia Scienza”. La morte di Dio e l’ avvento del superuomo. Il periodo di Zarathustra: la filosofia del meriggio; il superuomo; l’ eterno ritorno. L’ ultimo Nietzsche: la Genealogia della morale. La morale dei signori, la morale degli schiavi, il Cristianesimo. La tra-svalutazione dei valori. La volontà di potenza e l’ arte. Il problema del nichilismo e il suo superamento. Il prospettivismo.



  • H. Bergson: Tempo, durata e libertà. Spirito e corpo: materia e memoria. Lo slancio vitale. Rifiuto del finalismo e del meccanicismo. Istinto intelligenza ed intuizione. Società, morale religione. Gli influssi del Bergsonismo sulla cultura e sull’ arte.



  • L’ esistenzialismo attraverso il “primo” Heidegger e J. P. Sartre.

-Heidegger: Essere e tempo: analisi esistenziale. Essere ed esistenza. L’ essere nel mondo e

La visione ambientale preveggente. L’ esistenza in-autentica: co-esistenza ed

Esistenza anonima. La cura. L’ esistenza autentica: la morte. La voce della

Coscienza. Il tempo.



-J.P.Sartre: L’ essere in sé e l’ essere per sé. La “condanna” ad essere liberi e la

Responsabilità. L’ “inferno sono gli altri”. Dalla “nausea” all’ impegno sociale,



al marxismo e alla critica del sistema sovietico (serie e gruppo)

S. Freud: L’ inconscio e i modi per accedere ad esso. La prima e la seconda topica. I sogni, gli atti mancati e i sintomi nevrotici. La teoria della sessualità e il complesso di Edipo. La religione e la civiltà.

Alunni Prof.ssa Bezzi

_________________

_________________ __________________

_________________


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale