La comunicazione in carcere



Scaricare 0.52 Mb.
Pagina32/44
28.03.2019
Dimensione del file0.52 Mb.
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   44
(24 ottobre 2002)



  • Le carceri italiane "scoppiano" di detenuti. Nei 205 istituti penitenziari, che potrebbero ospitare al massimo 41 mila detenuti, sono recluse 56 mila persone. Dunque, 15 mila in più rispetto alla capienza. Quello attuale è in assoluto il livello più alto dal '45 ad oggi. Questi i numeri della popolazione carceraria nel dettaglio.

    40.5%: percentuale dei reclusi in attesa di giudizio;

    16 mila: i detenuti che provengono da paesi stranieri;

    15442: i tossicodipendenti;

    1421: i sieropositivi;

    45,24%: la percentuale di detenuti originaria delle quattro principali regioni meridionali (Campania, Sicilia, Puglia e Calabria);

    Il problema del sovraffollamento, sollevato anche dal presidente della Rpeubblica Ciampi, riguarda la maggior parte degli istituti di pena italiani. Ma secondo il Dap (Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria) la situazione si è fatta intollerabile in almeno quattro regioni.





Campania: in 16 istituti ci sono 6959 detenuti contro i 4920 che potrebbero essere ospitati secondo il regolamento;

Toscana: 19 carceri ospitano 4190 persone contro 2905 posti regolamentari;

Veneto: nei 10 istituti di pena della regione si trovano 2424 detenuti, contro i 1438 previsti dalla capienza ufficiale;

Molise: tre sole carceri, ma un tasso di sovraffollamento di quasi il 15 per cento;

Anche se non hanno superato il tollerabile, risultano sovraffollate anche le carceri del Lazio (5408 detenuti in 14 istituti, mentre la capienza prevista è di 4771), della Lombardia (7971 in 18 istituti con 6050 posti) e del Piemonte (4615 in 14 istituti con 3500 posti).






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   44


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale