La dieta perfetta



Scaricare 0.68 Mb.
Pagina19/54
29.03.2019
Dimensione del file0.68 Mb.
1   ...   15   16   17   18   19   20   21   22   ...   54
I GLUCIDI
La parola deriva dal greco Glucos=dolce. Sono idrati di carbonio divisi in monosaccaridi disaccaridi o polisaccaridi vari ( a seconda della loro polimerizzazione).

In genere sono formati da carbonio idrogeno ossigeno.

Hanno numerose funzioni biologiche, possono fungere da riserva energetica ad esempio formando amidi nei vegetali, glicogeno negli animali.

Formano anche componenti strutturali, tali sono le cellulose nei vegetali, mentre negli animali collaborano alle formazione delle cartilagini, naturalmente uniti ad altre componenti. Li troviamo nel sistema immunitario ecc…

Chimicamente sono aldeidi (gruppo funzionale CHO) o chetoni (gruppo funzionale C=O). Agli altri atomi di carbonio della catena , sono stati aggiunti gruppi ossidrilici (OH) e (H) in posizione opposta.

Singole unità molecolari sono dette monosaccaridi. Tra questi indichiamo il glucosio il galattosio il fruttosio. La formula generale dei glucidi è Cn H2n On. dove n. è un numero maggiore o uguale a 3 fino a 9 .

Fanno eccezione a questi gli acidi monocarbossilici derivati dall’ossidazione a gruppo carbossilico del gruppo terminale CH2OH degli aldosi.

Con questa ossidazione il gruppo carbonilico iniziale dello zucchero non reagisce. Queste molecole sono chiamate acidi uronici o glucuronici. Hanno una funzione importantissima. Questi derivati del D-glucosio entrano nel ciclo dell’ urea che avviene a livello degli epatociti.

Molti carboidrati contengo una o più unità di monosaccaridi a cui sono stati aggiunti vari gruppi. Ad esempio il desossiribosio, un componente del DNA , è derivato da una modifica del Ribosio che è un componente del RNA.

Taluni presentano gruppi funzionali differenti come il caso degli amminozuccheri o delle glicoproteine.

Soluzione di glucidi riflettono la luce verso destra, per questo si afferma che tutti i carboidrati sono D-enantiomeri.

Come visto li classifichiamo in semplici: mono e oligosaccaridi, o complessi: polisaccaridi.

Per classificare l’indice glicemico dei cibi, calcoliamo la velocità del loro effetto sul livello di concentrazione di glucosio nel sangue.

L’indice insulinico, classifica il cibo in base al suo effetto sui livelli di insulina nel sangue.

Abbiamo fondati motivi per ritenere che la prima molecola comparsa sulla terra sia stata il glucosio. La sua funzionalità è assolutamente unica, infatti si può ruotare alla luce, addirittura si polimerizza grazie alle risonanze elettriche dovute alla capacità di isomerizzazione (sp2 e sp3 ) dei suoi atomi di carbonio che gli consentono una dinamica ciclizzazione della sua catena. E’ assolutamente necessaria a tutte le forme di vita complessa, tanto che in tutte la ritroviamo.

E’ estremamente duttile, può avere funzioni strutturali, come nella cellulosa o nelle cartilagini, può essere un produttore di energia estremamente efficace e pulita. Energia liberata dalla rottura dei suoi legami sotto forma di ATP (adenosina –tri- fosfato) negli appositi cicli mitocondriali e cellulari, con terminale riduzione della molecola in CO2 e H20. Diventa elemento fondamentale nella formazione del Genoma di qualsiasi organismo vivente ( virus compresi) quindi dell’RNA che contiene ribosio e naturalmente del DNA con il desossiribosio.

Può fungere da elemento per la riserva di energia, tanto solo, ma soprattutto se coniugato da specifici enzimi glicogenici (glicogeno-sintesi) in glicogeno.

Con piccole modifiche diventa molecola fondamentale per altri cicli metabolici necessari alla vita degli umani, ad esempio ossidando il gruppo carbonilico CHO iniziale del glucosio, si trasforma in acido glucuronico che è fondamentale nel ciclo dell’urea per eliminare l’ammoniaca.

E’ l’unico elemento utilizzato dai neuroni del cervello e dagli eritrociti del nostro sangue. Nel sangue caratterizza la risposta antigenica delle membrane degli eritrociti conferendo la specificità dei gruppi sanguigni.

Può coniugarsi a gruppi proteici, formando glucoammine, oppure a lipidi e forma i glicolipidi.






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   15   16   17   18   19   20   21   22   ...   54


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale