La dieta perfetta



Scaricare 0.6 Mb.
Pagina2/54
29.03.2019
Dimensione del file0.6 Mb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   54
COME NASCE LA VITA
Per la proliferazione della vita sul nostro pianeta, sono dovute intervenire una serie di circostanze. Per ovvii motivi, ne citeremo soltanto alcune. E’ chiaro che qualsiasi essere vivente, ad iniziare dai protozoi, batteri, miceti o alghe ecc., ha necessità tanto di un idoneo ambiente, quanto di alimenti da metabolizzare per trarne energia trasformandoli in altro.

Accenniamo soltanto alla comparsa dei primi procarioti di 3,0 miliardi di anni fa, oppure lo scontro e fusione della Terra con il “fratello” pianeta Theia, che permette al nostro pianeta di raggiungere le attuali dimensioni gravitazionali e elettromagnetiche…..

Iniziamo con i primi costruttori di quello che diverrà il nostro “ambiente”: gli “stromatoliti”, compaiono sul nostro pianeta 2.7 miliardi fa. Il loro nome (deriva dal greco stroma-tappeto, litos –pietra)” tappeto di pietra”, ci indica che questi micro-organismi hanno trovato terreno adatto alla loro nutrizione sulla superficie solidificata della crosta terrestre. Facciamo presente che ancora oggi sono visibili in alcune zone del pianeta.

Il loro fondamentale merito fu quello di inondare la infernale atmosfera terrestre con enormi quantità di ossigeno che in un primo momento contribuì a far ossidare e quindi precipitare al suolo la enorme quantità di metalli pesanti disciolti nella primordiale ed infernale atmosfera. Infatti i metalli pesanti, durante le fasi iniziali, quando la altissima temperatura costringeva la Terra allo stato di fluido, oltre la altissima velocità di rotazione, che era 4 volte superiore alla attuale (6.000 km/h), li confinava soprattutto nel nucleo del nostro pianeta e non erano presenti in superficie.

Con tale ossidazione contribuiscono in prima istanza ad arricchire in modo pressoché uniforme la litosfera di tali elementi (ricordo per tutti l’importanza del ferro nella biochimica dei viventi).

Dopo questa prima fase, liberata l’atmosfera dai metalli, la inonda di ossigeno. Però ci sono due altri grandi eventi: il primo è quello della formazione del nostro satellite, la Luna.

Questa ha una importanza fondamentale perché determinerà con la forza di attrazione esercitata, il rallentamento della velocità di rotazione della Terra, alla condizione attuale ( oltre ad altri eventi); il secondo evento sarà dovuto al devastante impatto subito dal pianeta con un enorme corpo celeste che ne sposterà l’asse di rotazione, ciò determinerà oltre alle quattro stagioni il moto della “precessione equinoziale”, già indicata dal meraviglioso Eudosso da Cnido nel 4° secolo a.c. , successivamente descritto anche da Platone come “il grande anno” (ogni processo dura 2.000 dei nostri anni che moltiplicati per 12 oscillazioni, portano alla complessiva durata di circa 24.000 anni, dopo di che il ciclo ricomincia) .

Dunque si consolidano le condizioni ambientali ed arriviamo ad una altra enorme tappa. Arriva l’acqua, (probabilmente contemporanea agli stromatoliti) portata forse da meteore che impattano….

Fortunate combinazioni di carbonio, idrogeno, ossigeno, oltre a azoto danno inizio alle prime strutture viventi.

Tralasciamo alcune forme ( estremofili e altro ), quindi per sintetizzare, iniziamo con le alghe, che usciranno pian piano dall’acqua, formando i primi licheni poi le piante….


Se andiamo a vedere la sequenza genetica dei vegetali, troviamo una enormità di somiglianze anche con il genoma umano…….
Arrivano i primi invertebrati, quindi i pesci, alcuni di questi usciranno dall’acqua come anfibi.

Il loro limite sarà la riproduzione con uova dal guscio molle. Come tali non possono allontanarsi dall’acqua. Per ovviare a questo, alcuni si trasformano in rettili. Così hanno la possibilità di allontanarsi dall’acqua ed invadono tutta la terra. Mangiano enormi quantità di vegetali …. e alcuni si specializzano a mangiare gli erbivori……

I rettili hanno la possibilità di riprodursi con uova dal guscio duro, calcareo. E’ come se all’interno dell’uovo trasportassero una parte dell’ambiente marino in cui far germogliare la nuova vita….. Siamo arrivati a circa 500 milioni di anni fa. ….. C’è un altro evento fondamentale, è quello della trasformazione di alcuni vegetali in graminacee.

Arriviamo a 250 milioni di anni fa. La terra è un brulicare di vita complessa dominata dagli enormi rettili che per circa 190 milioni di anni confineranno i mammiferi ai margini della “vita”, costringendoli ad assumere ridotte dimensioni e a espletare le funzioni vitali soprattutto nel periodo notturno.

I mammiferi inizialmente si nutrono di tuberi, frutta e graminacee, ed hanno sviluppato un nuovo modo per la riproduzione: sviluppano la nuova vita al loro interno.

Però anche in loro si ha una perfetta riproduzione di quel “liquido marino” da cui sono uscite le prime forme di vita complessa. E’ indubbiamente questo il modo migliore per preservare la prole, nutrendola e proteggendola all’interno del proprio corpo.

Questo è risultato il modo migliore per invadere la Terra e prenderne il dominio. Poi per un evento ancora non ben definito, comunque tale da non permetterne più le funzioni vitali, quindi alimentari , i grandi rettili scompaiono. Ciò permetterà ai mammiferi di cambiare il loro “ stile di vita” e iniziare tutto il percorso evolutivo che porterà dall’ “homo erectus” all’attuale “sapiens”.

Questi processi evolutivi ci fanno capire che non solo il nostro corpo è frutto di quella evoluzione ma anche che il nostro cervello contiene le informazioni evolutive di tutte le forme di vita che ci hanno preceduto

.Noi siamo il prodotto di tutte quelle differenziazioni Studiando le dinamiche evolutive del nostro cervello, abbiamo scoperto che, da questo punto di osservazione è divisibile sommariamente in tre zone:

1) zona arcaica, l’archencefalo, che abbiamo ereditato dai” rettili”, guardandolo da una sezione longitudinale mediana , la troviamo nella zona sotto il “corpo calloso”, nella zona della neuro ipofisi e la zona dell’epifisi e si dirama nella prima parte del tronco encefalico.

Questa zona è deputata al mantenimento in vita e alla riproduzione della specie. Quindi regola la alimentazione e la attività sessuale.

Alimentazione e sesso, sono due attività che innescano in tutti i viventi non solo sensazioni necessitate, ma innescheranno moti sia di ricerca del piacere, che della “felicità”, mediata dal rilascio di neurormoni che ne condizioneranno tutta la esistenza, anche calendarizzandola a seconda delle varie convenzioni sociali di quella specie. Purtroppo saranno queste “convenzioni sociali” che porteranno gli individui a sopprimere, o meglio a controllare una di queste pulsioni vitali.

Sappiamo che l’uomo è un animale sociale che ha come obbiettivo la felicità. Pertanto tenterà di superare tutte le proibizioni fuorvianti il raggiungimento della sua felicità compensandole, anche inconsciamente, nella ricerca di un piacere sostitutivo, eccedendo in quello che sarà più tollerato nei rapporti sociali.

In genere cercherà di non includere altre persone, e alla fine sarà portato ad eccedere contro il proprio corpo…..

Ecco la spasmodica ricerca di cibo in qualità e quantità inopportune, o altre sostanze che vedremo successivamente. Da questo, ecco l’insorgere di una smisurata quantità di patologie, trasformazioni estetiche, fino a stati di neuro patologie devastanti.

Nella 2) zona immediatamente superiore, risiede quella parte che indichiamo per comodità, come “felina”, In questa zona sono concentrate e particolarmente sviluppate tutte le attività sensoriali e percettive proprie dei felini……

La 3) zona più alta, è rappresentata dalle circonvoluzioni della corteccia cerebrale, vi troviamo la parte caratterizzante i primati. Qui avviene la elaborazione di tutte le informazioni giunte dalle altre zone con miliardi di processi sinaptici, che determineranno sia l’evoluzione del pensiero che il differente comportamento dei vari primati. Gli umani sono una sintesi di quanto in precedenza avvenuto e conservano comunque tutte le precedenti informazioni .




Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   54


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale