La gerusalemme liberata



Scaricare 95.85 Kb.
Pagina1/5
18.11.2017
Dimensione del file95.85 Kb.
  1   2   3   4   5

LA GERUSALEMME LIBERATA

Torquato Tasso


È l’opera di una vita che lo accompagna per tutta la sua esistenza.


1541

Controriforma della Santa Inquisizione

1542

Indice dei libri proibiti

1544

Nasce Torquato Tasso a Sorrento, figlio di Bernardo Tasso, funzionario al servizio del principe di Salerno Ferrante San Severino (impegnato nella grande impresa della sua generazione: riscrittura dell’Orlando furioso che pubblica nel 1532).

1550

Il principe di Salerno viene bandito dal regno e Tasso e famiglia si recato a Napoli dove Tasso riceve una solida educazione cattolica.

1551

Tasso e il padre vengono esiliati per fedeltà alla città di Napoli, in ribellione contro il dominio spagnolo

1554

Tasso esiliato

1556

Muore la madre di Tasso

1557

Tasso si trasferisce con il padre ad Urbino, dove viene a contatto con l’ambiente cortigiano.

1558

Tasso viene dichiarato ribelle e condannato a morte

1559

  • Esordio di Tasso.

  • Pace di Cateau-Cambresis  accordi che posero fine alle guerre d'Italia e al conflitto tra gli Asburgo e la Francia (che si erano da poco divisi in due linee dinastiche: Spagnola e Austriaca). Furono firmati due trattati: tra Elisabetta I d'Inghilterra e Enrico II di Francia e tra Enrico II di FranciaFilippo II di Spagna quello successivo.  l'influenza spagnola sull'Italia, ottenuta con questo trattato, durò fino al 1861.

  • Clima di spaccatura: Modena sotto il dominio degli Este e Ferrara feudo della Chiesa (la città perde i suoi margini di autonomia e si dibatte per sopravvivere). La chiave per salvare Ferrara è la cultura e Tasso l’artefice.

1560

  • Bernardo Tasso scrive l’Amadigi, un romanzo cavalleresco su sui lavora per più di 20 anni. Si rivela un disastro totale. Bernardo Tasso pubblica il libro a sue spese pensando di arricchirsi con la vendita, ma ciò non avviene. La famiglia è in bancarotta.

  • Tasso assiste a tutto questo. Inizia così a comporre la Gerusalemme, come per riscattare il buon nome della famiglia (ma si ferma a 110 ottave).

1561

  • Siamo in un periodo in cui i testi di Aristotele assumono l’importanza di “testo poetico dominante” e base retorica di tutte le riflessioni sull’arte. La sua poetica e la sua retorica si sposano perfettamente con il nuovo clima ideologico dogmatico. Nel contrasto tra cattolici e protestanti si sente l’esigenza di chiarire i principi della fede e applicarli alla poesia.

  • A tal proposito Tasso (genio critico) compone in questi anni i “Discorsi sull’arte poetica”, connubio tra poetica e critica contenente il fondo ideologico della Liberata e i pensieri sulle problematiche dell’Amadigi del padre.

1562

Tasso scrive “Rinaldo”. Un poema epico di argomento cavalleresco che non ha nulla a che vedere con la Liberata. È un prequel dell’Orlando Furioso da cui recupera il personaggio e le sue avventure. È un vero e proprio romanzo perché non ha una struttura chiusa, ma accumula, aggiunge. Questo è il principio cardine del romanzo.

1563

Concilio di Trento, basato sulla repressione e sulla censura

1565

  • Episodio del Braghettone (Daniele da Volterra) che dipinge le figure del “Giudizio Universale” di Michelangelo (la stessa censura verrà attuata in Tasso)

  • Entra al servizio del cardinale Luigi d’Este, fratello di Alfonso II d’Este, presso Ferrara.

  • Tasso comincia la composizione della Gerusalemme Liberata.

1572

  • Passa al servizio diretto del duca come gentiluomo stipendiato, avendo l’agio di dedicarsi interamente alla poesia.

  • Notte di San Bartolomeo: presso Parigi (città cattolica) la comunità protestante si raduna in occasione del matrimonio tra Margherita di Valois (cattolica) e Enrico III (protestante). Carlo IX attua un assalto alle case dei protestanti sterminandoli.

  • Questo è un grande campanello d’allarme per la comunità protestante a Ferrara.

1573

  • Veronese sottoposto alla Santa Inquisizione per l’affresco “Cena a casa di Levi”, commistione tra l’ultima cena e atti mondani giudicati volgari. Opera considerata offensiva nei confronti della sacralità del soggetto. Costretto a cambiare il titolo.

  • Compone il dramma pastorale “Aminta” per gli ozi festosi della corte.

1575

  • Tasso termina la Gerusalemme Liberata a fatica, è inquieto e insoddisfatto, tormentato dallo scrupolo di renderla aderente ai canoni letterari e religiosi.

  • Legge l’opera alla corte degli Este che decidono di sottoporla a un comitato presso il quale l’opera verrà giudicata dal punto di vista poetico, estetico, teorico, filosofico, educativo e religioso.

  • Si tratta della Commissione Romana:

    • Scipione Gonzaga: a capo della commissione, grande amico e protettore di Tasso

    • Sperone Speroni: teorico e commentatore di Aristotele. Consulente teorico di Bernardo

    • Nobili: filosofo

    • Bargeo: sovrintende alla parte poetica dell’opera (aveva composto un tema in latino sulle crociate)

    • Silvio Antoniano: sovrintende agli aspetti religiosi ed educativi dell’opera. Cardinale, umanista e pedagogista, nel  1584 scrive Della educazione cristiana e politica dei figlioli, per incarico di Carlo Borromeo, figura intellettuale più importante della Chiesa Cattolica.

  • Tra Ferrara e Roma comincia un via vai di manoscritti. Ogni membro della commissione ha un’opinione diversa che vie e appuntata sul manoscritto che verrà inviato nuovamente a Tasso per essere modificato. Il poeta lavora febbrilmente.

1576

Tasso compone un’ “Allegoria” con cui, mediante l’attribuzione di significati allegorici, tenta di giustificare gli episodi amorosi, non conformi agli intenti morali, ma inevitabili. Era anche volta a dimostrare come in realtà vi sia una unità data dal fine unico: la caduta di Gerusalemme e non dai personaggi. Inoltre, contiene la metafora del corpo (vedi Canto I, ottava X).

1577

  • Renata di Francia, protestante moglie di Luigi d’Este e Duchessa di Ferrara, viene condannata agli arresti domiciliari e rispedita in Francia dal figlio Alfonso II.

  • La situazione a Ferrara è in pericolo.

  • In questo periodo Tasso viene assalito da dubbi maniacali sulla propria ortodossia nella fede cattolica e si sottopone spontaneamente all’Inquisizione di Ferrara. Fu assolto.

1579

  • Tasso si riappacifica con gli Este, ma accade un avvenimento traumatico: Tasso irrompe alle nozze di Alfonso II insultando tutti i presenti. Viene dichiarato pazzo e messo nel carcere manicomio di Sant’Anna.

  • Intano la Gerusalemme Liberata viene pubblicata in un edizione pirata, ma la situazione è complicata: esce prima un canto, poi dei canti riassunti in prosa o addirittura assenti. Il testo è imperfetto.

1581

  • Viene pubblicata l’edizione ufficiale della Liberata, ma la Liberata non esiste! Non c’è mai stato un momento in cui Tasso avesse definito la situazione dell’opera! Non c’è corrispondenza con le volontà dell’autore. È un tagli e cuci dei vari manoscritti delle varie fasi di revisione.

  • È quindi un’opera artificiale, non è mi esistita. Si verifica una continua elaborazione di conflitti stilistici e concettuali, anche contro la volontà dell’autore a cui era stato detto di cambiare il testo per pubblicarlo.

  • Il titolo “Gerusalemme Liberata” non è di Tasso, ma di uno degli editori pirata, mentre Tasso è ricoverato. Il titolo gli viene imposto poiché l’opera ottiene un gran successo. Tasso aveva pensato a un titolo come “Goffredo” o “Gottifredo”.

  • Nonostante il grande successo, il poema scatena una violenta polemica tra i suoi sostenitori e quelli che preferiscono Ariosto. Tasso ne è amareggiato e scrive un’ “Apologia in difesa della Liberata” dedicandosi ad una revisione dell’opera, per renderla più conforme ai precetti retorici e moralistici.

1586

Tasso esce dal manicomio e rimette mano sul poema. Rimuove le scene d’amore accentuando il tono epico e religioso dell’opera.

1587

Pubblicazione pirata dei “Discorsi sull’arte poetica”.

1593

Viene pubblicata la “Gerusalemme Conquistata”

1595

Tasso muore

1598

Si estingue la dinastia degli Este con Alonso II. Ferrara torna alla Chiesa mentre gli Este rimangono a Modena.

elenco: download -> appunti -> Estratti appunti
Estratti appunti -> 1 capitolo 1: La linguistica è lo studio scientifico del linguaggio umano tutti usiamo un linguaggio che chiameremo linguaggio naturale o umano ad ex IL linguaggio dei computer, IL linguaggio dei fiori
Estratti appunti -> Storia dell’arte contemporanea
Estratti appunti -> Premessa utile per comprendere IL concetto di comunicazione è risalire all'etimologia della parola stessa: dal latino
Estratti appunti -> Tutti I beni culturali sono testimonianze del passato
Estratti appunti -> Istituzioni di diritto romano- prof maganzani
Estratti appunti -> La numismatica greca e romana e I suoi campi d’indagine cosa si si intende per numismatica
Estratti appunti -> Definizioni e tipologie
Estratti appunti -> La rivoluzione conservatrice di federico sclopis
Estratti appunti -> Il neoclassicismo: IL neoclassicismo ebbe luna vita in italia e in europa tra 700 e 800; IL periodo di punta si colloca tra rivoluzione e impero


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale