La legge di promozione della famiglia



Scaricare 44.5 Kb.
Pagina1/7
02.04.2019
Dimensione del file44.5 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7

La legge di promozione della famiglia


di Mattia Civico

Di famiglia si parla in lungo e in largo, spesso a sproposito. Da qualche anno in Italia ogni forza politica di qualsiasi schieramento si presenta come paladina della famiglia.

L'esito è sotto gli occhi di tutti: il nostro paese ha la più bassa spesa pubblica per la famiglia di tutta Europa. L'anno scorso l'Italia ha destinato non più dell’1,4% (cioè sui 22-23 miliardi di euro) del Prodotto interno lordo: poca cosa contro il 2,1% di media nella Ue a 15 e il 2% della complessiva Unione a 27.

La finanziaria nazionale di quest’anno destina al Fondo per le politiche familiari risorse minime e insufficienti: viene drasticamente ridotto (da 346 milioni nel 2008 a 52 milioni per il 2011), ed è abissalmente lontano dai valori massimi del 3,7% del Pil speso in Danimarca o dal 3% della Svezia. L’Italia spende in ogni caso la metà della Germania e dell’Austria (2,8%) o della Francia (2,5%).

Il quadro è molto chiaro: per quanto riguarda le politiche in favore della famiglia siamo in Italia indietro, molto indietro. Occorre rimboccarsi le maniche.




Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale